20 giu 2016

Il teleriscaldamento avanza a nord


Si estende la rete torinese di teleriscaldamento nei quartieri a nord tra corso Potenza e corso Grosseto


Iren l’azienda che si occupa del servizio di teleriscaldamento a Torino, sta conducendo i lavori di estensione del teleriscaldamento nel quadrante Nord della città.

Iren S.p.A nasce il primo luglio 2010 dalla fusione di Enìa in Iride,, quest’ultima ha cambiato ragione sociale e spostando la sede legale da Torino a Reggio nell’Emilia.

Ma cos’è il teleriscaldamento?

Per teleriscaldamento si intende il trasporto a distanza di calore ad uso riscaldamento urbano ed acqua calda sanitaria. Si tratta di un mezzo semplice, pulito, economico e sicuro per riscaldare gli edifici.

Teleriscaldamento, indica non tanto l’impiego di una particolare forma di energia in una centrale, quanto un sistema completo di produzione e distribuzione di calore, che può essere generato sfruttando differenti fonti energetiche.

Di fatto, Iren è la prima azienda in Italia per produzione di energia per teleriscaldamento, che a Torino copre il 60% del fabbisogno di energia per riscaldamento. Un bel risparmio energetico e un concreto passo alla riduzione di inquinanti derivanti da combustibili fossili.

In particolare nel quartiere di Lucento,  facente parte della V Circoscrizione,  sono in corso dallo scorso autunno i lavori di  scavo e posa delle condutture.

Dalla sezione tematica di Ireninforma si apprende inoltre che ad oggi (giugno 2016) la rete già in funzione a Torino (metropoli più teleriscaldata d’Italia) consente già ora un risparmio di emissioni inquinanti pari a 125 mila autovetture.

Se moltiplicassimo la produzione media di CO2 per Km per il numero di autovetture ipotetiche (110 g/km) otterremo al chilometro un risparmio di 13.750.000 di CO2.

Dal pianeta un “benvenuto teleriscaldamento“!


ambientecantieriinquinamentoirenlucentomobilita torinosostenibilitàteleriscaldamentotorinov circoscrizione

2 commenti per “Il teleriscaldamento avanza a nord
  • Fabio Nicolosi 46
    20 giu 2016 alle 10:05

    In che modo posso allacciare il mio condominio a questa rete? Dovrò sostenere delle spese di adeguamento dell’impianto esistente? Vi sarà un contatore che stabilirà i miei consumi?


Lascia un Commento