02 feb 2017

Un pezzo del Museo Egizio trasloca in Sicilia.


Avevamo già trattato tempo fa il trasferimento di una parte della collezione del Museo Egizio di Torino in una nuova succursale a Catania. Adesso è ufficiale. Un pezzo del Museo Egizio trasloca, direzione Sicilia. Catania, appunto. Il 31 gennaio infatti è stato firmato l’accordo che prevede l’apertura di una sezione del Museo Egizio di Torino nella città sicula. Ad annunciarlo è lo stesso Comune di Catania, tramite una nota ufficiale. Come già anticipato la collezione verrà allestita nel Convento dei Crociferi con alcuni reperti oggi custoditi nei depositi di via Accademia delle Scienze. L’allestimento prevede anche alcune collezioni del periodo ellenistico presenti in Sicilia. Il Museo Egizio avrà una piccola succursale in un’altra città italiana, fatto senz’altro positivo anche perchè la maggior parte di questi reperti giaceva in magazzini non esposti al pubblico.
Si tratta di un caso più unico che raro in Italia, dove non nessun museo ha stipulato una simile collaborazione. Soddisfatta la presidente del Museo Egizio di Torino, Evelina Christillin: «Questo accordo ci consente di proseguire il nostro percorso di diplomazia culturale. A Catania, e in tutta la Sicilia, potranno esser coinvolti nuovi pubblici, in modo tale da diffondere legami tra i popoli e le culture del Mediterraneo. L’accordo, stipulato a Torino, è arrivato dopo un incontro tra a presidente del Museo Egizio, la soprintendente Luisa Papotti, il direttore Christian Greco, il sindaco e l’assessore alla Cultura di Catania. Importante per la realizzazione del progetto il supporto del Ministero.


cataniamobilita torinomobilita.orgmuseo egizio


Lascia un Commento