15 feb 2017

Ottime performance per i charter della neve su Caselle


Con l’inizio delle vacanze di Carnevale per i cittadini inglesi e scandinavi, prende il via l’altissima stagione sulle montagne piemontesi e di conseguenza anche per l’aeroporto di Torino. Complice anche l’ottimo innevamento delle piste, si prevede un finale di stagione sciistica molto buono per il comprensorio alpino piemontese. E’difficile ormai stabilire il confine tra charter e volo di linea in questo periodo, perchè ad esempio su Londra tutti i voli tradizionali sono ampiamente “charterizzati” con tariffe molto elevate. Sommando tutti gli arrivi da UK, Irlanda, Polonia, Russia e Scandinavia, in due giorni a Caselle atterreranno 58 voli. La destinazione regina si conferma Londra: 22 arrivi in due giorni da Gatwick, Stansted, Luton e Farnborough, con voli charter operati da Thomson e linea di British, easyjet, Ryanair e Blueair. L’altra destinazione inglese di punta è Manchester con 6 voli operati da Thomson, easyjet, Jet2.com e Monarch.

Gli inglesi sono concentrati in maggioranza di domenica, mentre la calata degli scandinavi è attesa al sabato sera. La destinazione nordica clou di questa giornata è Gothenburg, la seconda città svedese per abitanti, da cui arriveranno ben 7 ski-charters operati da BRA e SAS.

Sono due le nuove città collegate con Torino:  Southempton domenica 12/2 operato da Flybe, novità assoluta per Caselle, e la città belga di Ostende. Entrambe i voli operativi con macchine turboelica.


Aeroporto di Torinocharter della nevemobilita torinomobilita.orgTorino Caselle


Lascia un Commento