Articolo
14 set 2017

Intesa con Infra.TO e GTT per il pagamento della metro e dei nuovi tram

di Alberto Garbin

Nella seduta odierna, il Consiglio comunale ha approvato due atti distinti relativi alla regolazione del debito della Città di Torino nei confronti di Infra.To e di Gtt. Per ciò che attiene al debito relativo a Infra.To, ammontante a 57.088.045 MIO, per il rimborso delle quote di capitale e interessi relative ai mutui contratti da Infra.To per la realizzazione della linea 1 della metropolitana, la Convenzione approvata prevede il pagamento di una prima tranche di 18.852.000 MIO nel 2017 (somma già versata nello scorso mese di luglio), mentre la restante somma di 38.236.045 MIO sarà corrisposta nei successivi 10 anni con rate annuali di 3.823.604 MIO. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli ed un voto contrario.In riferimento al debito della Città con GTT, relativo all’acquisto di motrici tranviarie (serie 6000) per la linea 4, pari a 27.484.093,36 MIO, saranno corrisposti 3.5 MIO, già stanziati nel bilancio 2017, mentre la restante somma, pari a 23.984.093,36 MIO, sarà versata nei successivi 10 anni con scadenza della prima rata nell’aprile del 2018. Anche la somma di 2.055.115,74 MIO relativa agli interessi di mora maturati sarà corrisposta in parti uguali con rate decennali a partire dall’aprile 2018. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli e un voto contrario.Entrambe le votazioni sono state precedute dall’approvazione di emendamenti di Giunta illustrati dall’assessore al bilancio, Sergio Rolando.Sono state espresse dichiarazioni di voto relative alla convenzione con GTT dai Consiglieri: Alberto Morano (Lista Civica Morano), che prima di dichiarare il suo voto contrario ha così riassunto la situazione finanziaria di GTT: 544 MIO di debito, 440 MIO di fatturato, utile di esercizio di 160.000 euro e fabbisogno di cassa di 62 MIO per continuare a garantire il servizio nei prossimi mesi. Morano ha affermato che “una società privata in analoga situazione valuterebbe l’ipotesi di chiedere al Tribunale un concordato in bianco”.Claudio Lubatti (Partito democratico) che annunciando la non partecipazione del suo gruppo al voto ha detto “non vediamo un percorso strategico né una presa di coscienza da parte della Giunta.” Gtt, ha spiegato, partecipa motu proprio, assieme ad Arriva, ad una gara per il servizio ferroviario metropolitano che vale 83 MIO senza che l’Amministrazione cittadina eserciti le proprie prerogative di azionista unico dando formali indicazioni in tal senso.Antonio Fornari (Movimento 5 stelle) che ha chiesto all’Aula se le opposizioni negando il proprio voto alle delibere intendessero lasciare immutata la situazione debitoria della Città.Francesco Tresso (Lista civica per Torino) che ha sottolineato l’assenza di una linea strategica condivisa dall’Amministrazione e dal Consiglio comunale in ordine al risanamento di GTT, chiedendo “dopo un anno di amministrazione del Movimento 5 stelle, quando abbandonerete il mantra che recita ci avete lasciato questa situazione?".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 set 2017

“Cheese – Le forme del latte”: 22 treni straordinari per raggiungere Bra

di Mobilita Torino

Ventidue treni straordinari sull’SFM4 Torino e tra Bra per la Ventesima edizione di “Cheese – Le forme del latte”, la manifestazione a ingresso libero tra le vie e le piazze del centro storico di Bra, realizzata dal presidio Slow Food e dal Comune di Bra. Da venerdì 18 a domenica 20 settembre Trenitalia, in collaborazione con la Regione Piemonte, effettuerà sei corse in più il venerdì, 6 il sabato e dieci la domenica. Le nuove corse rafforzano i collegamenti serali e partiranno da Torino Stura alle 21:27, alle 22:27 e alle 23:27 e da Bra alle 21:39, alle 22:39 e 23:39. A queste si aggiungono, nella giornata di domenica, quattro collegamenti con partenza alle 11:28 e 15:28 da Torino Stura e alle 13:31 e 17:31 da Bra. Questi ultimi quattro provengono e proseguono per Alba. I treni fermeranno a Torino Rebaudengo, Torino Porta Susa, Torino Lingotto, Moncalieri, Trofarello, Villastellone, Carmagnola, Sommariva Bosco, Sanfré, Bandito. Tra Alba e Bra fermano a Santa Vittoria, Monticello d’Alba e Mussotto. Salgono così a 41 i treni che venerdì collegheranno Bra a Torino e viceversa, 38 quelli di sabato e 26 quelli di domenica. Prime partenze alle 5:27 da Torino Stura e ritorni assicurati fino alle 23:39 per potersi godere la festa fino a tarda sera.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2017

Dall’11 settembre ritornano i treni tra Pont a Rivarolo e tra Ceres a Germagnano

di Mobilita Torino

Da lunedì 11 settembre sarà ripristinato il servizio ferroviario sull’intera tratta delle linee sfm1 (Pont-Rivarolo-Chieri) e sfmA (Torino-Germagnano-Ceres). I treni torneranno quindi a viaggiare tra Pont e Rivarolo e tra Ceres e Germagnano, dove dal 23 maggio scorso il servizio era effettuato con bus sostitutivi. Gli orari sono consultabili sul sito www.gtt.to.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 set 2017

EXTRA.MOVE: la nuova app per il trasporto extraurbano in provincia di Torino

di Mobilita Torino

Da oggi è disponibile gratuitamente  su Google Play e sull’App Store di Apple la nuova applicazione Extra.Move di Extra.TO dedicata al trasporto pubblico a Torino e in provincia. Extramove è un app di route-planning in grado di suggerire soluzioni di percorso sia nell’area urbana, ma soprattutto nell’area extraurbana di Torino. L’utente ha la possibilità di scegliere con quale mezzo di trasporto muoversi per completare il suo tragitto perché l’ app è completa di: LINEE ORARI PERCORSI TRIP- PLANNER MAPPE Studiata per una visualizzazione ottimale su smartphone e tablet è funzionante sia con il sistema operativo Android sia con iOS.  Extra.Move completa così l'offerta di infomobilità e garantisce un continuo supporto in tempo reale per la programmazione dei propri trasferimenti con i mezzi pubblici anche in tutta la provincia. Le informazioni relative alle posizioni dei mezzi di Extra.To sono in tempo reale per sapere con precisione gli eventuali minuti di ritardo o anticipo alle fermate. Gabriele Bonfanti Presidente di Extra.To “Siamo contenti di poter fornire un nuovo servizio tecnologicamente avanzato agli utenti del consorzio Extra.To. Questa nuova realizzazione conferma la validità della collaborazione tra le aziende pubbliche e private”. Giuseppe Proto Vice Presidente esecutivo Extra.To “Questa app colma un gap importante per gli utenti del servizio extraurbano in quanto consente, con un solo strumento, la programmazione del viaggio a partire da qualunque punto della rete Extra.To, compreso il capoluogo. E’ stata sviluppata in tempi brevi a conferma delle capacità di risposta del consorzio alle nuove esigenze dei clienti”.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 set 2017

Le novità di GTT per l’anno in corso

di Mobilita Torino

Ospiti di una seduta congiunta delle commissioni “Viabilità e trasporti” e “Servizi pubblici locali”, alla presenza dell'assessora al Piano dei trasporti Maria Lapietra, i dirigenti del Gruppo Torinese Trasporti hanno annunciato, questa mattina, alcune novità riguardanti linee, percorsi e mezzi. La novità principale riguarda il collegamento fra le stazioni ferroviarie di Porta Susa e Dora: in concomitanza con la riapertura dell'anno scolastico, l'11 settembre prossimo, verrà inaugurato il servizio “Dora express” con fermate intermedie in piazza Statuto e in piazza XVIII dicembre. Servizio garantito dai nuovi autobus elettrici in dotazione a Gtt. La linea Dora Express consentirà a pendolari e turisti che utilizzano la linea ferroviaria SFMA, e che quindi giungono dall’Aeroporto, di arrivare in centro città in modo semplice e veloce. Proprio per garantire percorrenze rapide il “Dora Express” farà solo due fermate (piazza Statuto e piazza XVIII Dicembre), passando per corso Principe Oddone, oltre ai capilinea a stazione Dora e davanti alla stazione di Porta Susa. La nuova linea sarà in servizio dal lunedì al sabato con orari coordinati all’arrivo e alla partenza dei treni. Il tempo di percorrenza sarà di 15 minuti. La prima corsa sarà alle 6,20 dalla stazione di Porta Susa e alle 7,13 dalla stazione Dora.  L’ultima corsa partirà da Porta Susa alle 19,20 e da Dora alle 20,13. Si potrà viaggiare sulla linea con i normali biglietti e abbonamenti. Inoltre, per il collegamento con l’aeroporto di Caselle, si può utilizzare il biglietto integrato B che consente di usare i mezzi pubblici urbani e la ferrovia (€ 3). Per favorire la visibilità della linea a pendolari e turisti è stato effettuato un intervento di restyling presso la stazione Dora. Dal 2 ottobre, invece, sarà potenziata la linea 13 e verrà prolungato il percorso della linea 19. Modifiche di tracciato e di orario anche per la linea 6 che abbandona i jumbotram, sostituiti dai nuovi autobus elettrici, e adotterà un percorso in grado di sostenere quello della linea 68 per rispondere alle esigenze degli studenti diretti o in arrivo dal Campus Einaudi. L'entrata in servizio dei nuovi autobus elettrici interessa anche alcuni collegamenti extraurbani. Quest'anno sulle tratte verso Settimo e Collegno, nel 2018 anche sui percorsi verso Venaria, Moncalieri e per la linea 1N verso Nichelino. La linea 6, attualmente servita con tram di grandi dimensioni,  non ha mai conquistato l’utenza alla quale intendeva rivolgersi nel momento del suo lancio, avvenuto due anni fa, risultando poco appetibile per gli studenti del campus Luigi Einaudi che hanno continuato a preferirle i bus della linea 68, che in alcune ore del giorno viaggiano al limite della capienza. “Poiché il tratto tra piazza Statuto e corso Regina Margherita è quello con minor domanda ed è servito da numerose altre linee e, al tempo stesso, la linea 68, che collega Porta Nuova con il campus Einaudi, soffre di una domanda superiore all'offerta, si è pensato a una modifica del percorso”, spiegano i tecnici dell’assessorato comunale alla Mobilità dove, d’intesa con Gtt, si sta lavorando con l’obiettivo di un miglioramento del servizio di trasporto pubblico. Il nuovo tragitto, che sarà effettuato con i nuovi autobus elettrici, si svilupperà da piazza Hermada verso corso Regina Margherita, corso Tortona (ospedale Gradenigo e capolinea linea 3), lungodora Firenze (ritorno lungodora Siena – sede Campus Einaudi), ponte Rossini, via Rossini, via Accademia Albertina, corso Vittorio Emanuele fino a Porta Nuova e ritorno e permetterà di migliorare la frequenza dei passaggi del 20 per cento. “Una soluzione - sottolinea l’assessora Maria Lapietra – che porterà una serie di vantaggi, migliorando la connessione tra Porta Nuova e il centro città con il campus Einaudi e favorendo quella con altri poli universitari come Palazzo Nuovo e Palazzo Campana, le residenze universitarie e i collegi. Il nuovo tragitto della linea 6 poi – prosegue l’assessora – non farà venire meno il collegamento tra piazza Hermada e l’ospedale Gradenigo, direttamente, e con il centro città, attraverso comodi interscambi con le linee 3, 55, 15, 16; inoltre consentirà una riorganizzazione dell'utilizzo dei tram che permetterà, come risultato finale, di poter inserire più mezzi accessibili alle persone diversamente abili sulla linea 13”. L’operazione sulla linea 6, libererà risorse per aumentare la frequenza della linea 13 (che percorre il tratto abbandonato dalla 6) e per il servizio DoraExpress. Tra le novità, quella relativa all’uso di autobus elettrici anche sulla linea 19, a partire dal mese di ottobre, e del suo potenziamento in termini di frequenza e del prolungamento fino a piazza Solferino. Con queste modifiche la linea 19 collegherà meglio la zona già servita al centro città e agevolerà gli interscambi con le altre linee. Soddisfatto il presidente della commissione Viabilità e trasporti Damiano Carretto che, al termine dell'audizione, ha dichiarato: “Con questi interventi si migliora la qualità del servizio e si diminuisce la spesa. Ringrazio Gtt e l'assessora Lapietra per l'ottimo lavoro svolto”. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 set 2017

Sciopero GTT sabato 23 settembre

di Alberto Garbin

Le sigle sindacali Fast-Confsal e Faisa-Cisal comunicano che il giorno 23 settembre verrà indetto uno sciopero di 24 ore. Lo sciopero prevederà il rispetto delle fasce di garanzia ma la scelta di scioperare di sabato, giorno in cui si terrà anche il derby tra Juventus e Torino, non è casuale. “In questi ultimi anni  - conclude Faranda Roberto dirigente sindacale della Fast-Confsal - abbiamo più volte scioperato, ma poi a conti fatti ci siamo accorti di aver danneggiato più gli abbonati (studenti, lavoratori, pensionati) che non la controparte, che anzi ha dato in più occasioni la sensazione di non sentirsi minimamente 'toccata' nonostante l'adesione alle azioni di lotta fosse molto alta”. Il servizio verrà comunque garantito nelle seguenti fasce orarie: Metropolitana e servizio urbano e suburbano: dalle ore 6 alle ore 9 e dalle ore 12 alle ore 15. Servizio extraurbano, SFM1 (ferrovia canavesana) ed SFMA (Torino-Ceres): da inizio servizio alle ore 8 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2017

Al via i collegamenti diretti Torino-Modane

di Mobilita Torino

Dal 10 Settembre, la domenica, partiranno i nuovi collegamenti diretti da Torino Porta Nuova a Modane, dopo che Trenitalia e RFI nelle scorse settimane hanno effettuato i test per verificarne la fattibilità tecnica. Sette coppie di treni, con cadenzamento biorario, circoleranno la domenica. La sperimentazione sarà funzionale alla valutazione di un ulteriore potenziamento del servizio. Sarà dunque possibile raggiungere Modane da Torino  via Bardonecchia (e viceversa), senza cambiare treno, che effettuerà le fermate nelle stazioni di  Grugliasco, Collegno, Alpignano, Rosta, Avigliana S. Antonino Vaie, Bussoleno, P.C. Meana, Chiomonte, Salbertrand, Oulx Ce.Cl.Ses., Beaulard, Bardonecchia. «Un risultato importante – ha sottolineato l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco ­– ottenuto anche grazie al lavoro dei consiglieri di maggioranza che lo hanno fortemente voluto, segno di attenzione della Regione per questa linea interessata dai lavori per la realizzazione dell’Alta Velocità»

Leggi tutto    Commenti 0