Articolo
18 set 2017

Dove rinasce la Dora

di Alessandro Graziano

Sono in dirittura d'arrivo i lavori di stombatura del fiume Dora, e adesso quale futuro? Ecco qualche foto aggiornata sul cantiere in atto sul fiume Dora, nel tratto tra il ponte di via Livorno e il ponte di corso Principe Oddone. La stombatura del fiume, ovvero la scopertura dal solettone di cemento che lo aveva trasformato in un canale coperto negli anni '60, è giunta al termine. Si sta procedendo adesso a liberare l'ultimo tratto limitrofo al ponte di via Livorno- Orvieto, smaltendo i rifiuti inerti e liberando l'area dalle macerie. Ma quale futuro toccherà ai terreni e alle sponde del fiume liberate? Nascerò un parco ideale e fisica prosecuzione del parco Dora. Il parco esistente, esempio di trasformazione post-industriale,  costituisce il cuore della grande trasformazione dell’area di Spina 3, e si configura come elemento connettivo tra i nuovi insediamenti; con i suoi 456.000 metri quadrati di superficie rappresenta uno dei più vasti polmoni verdi della città. Il Parco Dora, realizzato sulle aree un tempo occupate dai grandi stabilimenti produttivi, integra ambienti naturalistici e preesistenze derivanti dal passato industriale della zona. Ma come sarà questa fetta del nuovo parco? Il nuovo progetto del verde di Parco Dora „ Ci sarà una piastra per lo skateboard, una grande palestra a cielo aperto, un'unica passerella verde, una nuova collina e una pista ciclabile dal lato di corso Mortara. Ecco come si presenterà il Parco Dora ai cittadini, con il nuovo progetto del verde da circa 4 milioni di euro che prenderà il via a conclusione dei lavori di stombatura della Dora. A novembre scadranno i termini per la revisione del progetto del verde, successivamente verrà emesso un bando e poi, una volta assegnato, ci saranno 18 mesi di tempo per la realizzazione della nuova porzione di Parco Dora. Realisticamente potremmo vedere finito il parco per il 2019. Inoltre  ci sarà un ponte pedonale , all'altezza del complesso dell'edificio Snos, che collegherà il lato di corso Mortara con le Isole del parco di Spina 3. Una passerella "verde" con porzioni di giardino e sterrato, per ridurre le parti asfaltate già presenti in abbondanza nel parco. Sul lato opposto rispetto all'attuale collina nella zona della Michelin, ne sorgerà un'altra - gemella - utile a stoccare il materiale accatastato ma anche gradevole, una volta terminato il progetto, dal punto di vista panoramico. Lungo corso Mortara ci sarà un percorso ciclabile e sempre su quel lato del Parco nascerà quindi una zona sportiva nuova: una grande dedicata allo skateboard e una parte con attrezzi per la ginnastica, entrambe aperte alla cittadinanza. “     “    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 set 2017

Torino torna a essere città mondiale del design

di Mobilita Torino

Sono trascorsi quasi dieci anni da quando Torino è stata nominata World Design Capital, un riconoscimento assegnato ogni due anni dall’International Council of Societies of Industrial Design (ICSID) e che ha puntato i riflettori sulla capacità della città di riconoscere il design come fattore di crescita economica, sociale e culturale.  Un percorso virtuoso iniziato nel 2008, che si è consolidato nel 2014 quando a Torino, unica in Italia, è stato attribuito il titolo di Creative City UNESCO per il Design e che ha trovato conferma quest’anno con la scelta di Torino come sede della convention biennale di World Design Organization (WDO)™.  Dopo Seoul, Helsinki, Città del Capo, Taipei, WDO™ (già ICSID) - l’organizzazione internazionale che promuove il design - sceglie una città italiana per ospitare la trentesima Assemblea Generale che vede coinvolti il 14 e 15 ottobre i propri referenti provenienti da tutto il mondo. Guidata attualmente dal professore e industrial designer africano Mugendi M’Rithaa, che in quei giorni passerà la presidenza all’architetto e designer piemontese Luisa Bocchietto, la World Design Organization (WDO)™ comprende 140 organizzazioni ed è attiva in 60 nazioni e 6 continenti in tutto il mondo. In questa occasione, la Città promuove dal 10 al 16 ottobre Torino Design of the City, una settimana di eventi, meeting, workshop, esposizioni e tour organizzati nei luoghi strategici della città che hanno vissuto e stanno vivendo il fenomeno della rigenerazione urbana, come via Sacchi, la Cavallerizza, Torino Incontra, Lingotto Fiere, BasicVillage, Toolbox, Hangar25, Circolo del Design, Mastio della Cittadella. Fulcro della manifestazione sarà quindi l’Assemblea Generale della WDO™, che coinvolgerà professionisti del design e addetti ai lavori provenienti da tutto il mondo e avrà luogo presso l’ILO, il Centro Internazionale di Formazione di Torino. La manifestazione torinese nasce con l’obiettivo di portare all’attenzione dei cittadini e degli esperti del settore, nazionali e internazionali, lo stato dell’arte e le nuove tendenze del design contemporaneo e raccontare come, attraverso questa disciplina, si possa intervenire su un organismo complesso come la città. Torino Design of the City diventa quindi palcoscenico per confrontarsi sulle possibilità di innovare attraverso il design thinking applicato alla politica pubblica con soluzioni di mobilità sostenibile e rigenerazione urbana, creando reti eterogenee tra soggetti di vocazione e natura differente. L’ampio programma di eventi intende, inoltre, rilanciare la filiera del design, della creatività e della produzione presente sul territorio piemontese, attraverso azioni di valorizzazione del patrimonio esistente. Torino Design of the City è realizzata grazie al lavoro congiunto del Tavolo consultivo del Design, che coinvolge oltre 30 soggetti pubblici e privati - tra cui associazioni di categoria, enti di formazione, archivi e musei - e di una cabina di regia formata dal Vicesindaco Guido Montanari e dagli Assessori alla Cultura Francesca Leon, alla Viabilità Maria Lapietra, all’Istruzione Federica Patti, all’Innovazione Paola Pisano e al Commercio Alberto Sacco.La settimana di eventi è organizzata dalla Città di Torino con la Fondazione per la Cultura Torino e Turismo Torino e Provincia, con il sostegno di Compagnia di San Paolo, Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, Camera di Commercio di Torino, Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, ILO - International Labour Organization, con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e la collaborazione di World Design Organization (WDO)™. (lc)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 set 2017

Riaperto il sottopassaggio di Corso Unità d’Italia

di Alberto Garbin

Dopo più di 3 mesi riapre il sottopasso di Corso Unità d’Italia. I lavori iniziati lo scorso 14 luglio, complementari agli interventi per la realizzazione del grattacielo della Regione Piemonte, sono giunti al termine e nella giornata di oggi verrà riaperto al pubblico. I lavori sono relativi all’adeguamento della rete di sottoservizi, in particolare della rete fognaria. La riapertura del sottopasso Lingotto dovrebbe già essere avvenuta a partire dalle 9,30 di questa mattina. Ma non verrà aperto tutto e subito: per prime infatti saranno liberate le uscite su corso Corsica, via Ventimiglia e corso Unità d’Italia, e in seguito gli ingressi da via Ventimiglia, corso Unità di Italia e corso Corsica. Con la fine dei lavori per il grattacielo della Regione verrà anche creato un nuovo tratto di sottopasso che collegherà il grattacielo stesso e il sottopasso attuale Lingotto. I lavori di realizzazione del nuovo tratto dovrebbero durare circa due anni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 set 2017

Sagre ed eventi a Torino e dintorni nel fine settimana

di Alberto Garbin

Di seguito un riassunto sui principali eventi che caratterizzeranno il fine settimana (16-17 settembre) a Torino e Provincia. Due grandi eventi per gli amanti degli animali domestici si terranno all'Oval Lingotto, "Atuttacoda", e il "Miciogatto Day" . Al Palavela si terrà per gli appassionati di tatuaggi la Torino Tattoo Convention. A Giaveno "Tutto zucche in festa" e due grandi appuntamenti per quanto riguarda i mercatini dell’usato: quello dell'artigianato a Rivoli o quello dell'Antiquariato a Pinerolo. In Torinosi terrà il Festival Graphic Days e Lov Story in Borgo Vanchiglia. A Cuminana invece l'Etno&Folk Festival. A Sauze d'Oulx si tiene la Sagra della Patata di Montagna e dei prodotti tipici, a Chiusa San Michele Gusto di Meliga e ad Avigliana c'è l'XI° edizione di Valdimiele. A Sangano si tiene la 2° edizione dello Street Food Festival. E’ tempo di vendemmie e in tutto il Piemonte si celebra con feste e sagre. In via Nicola Fabrizi a Torino infatti è in programma la Festa dell'uva così come a Bricherasio e a Caluso. Alla Reggia di Venaria c'è Area Area con la Danza di primavera e d'autunno e poi ancora Teatri a partire dal 16 settembre 2017 fino al 17 settembre 2017 a Torino "Lève un peu les bras". Al teatro Gobetti sono protagoniste invece l'energia e la gestualità di "Von". Al Circolo di Magia si apre la stagione con un eccezionale spettacolo di Close Up e per chi ama la musica, in zona Mirafiori, ci sono i concerti di "Adotta un pianista". Al Museo del Cinema ci sarà una serata dedicata al grande all’indimenticato Totò . Ai Giardini Reali va in scena, per i più piccoli, la Festa di fine estate.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 set 2017

Intesa con Infra.TO e GTT per il pagamento della metro e dei nuovi tram

di Alberto Garbin

Nella seduta odierna, il Consiglio comunale ha approvato due atti distinti relativi alla regolazione del debito della Città di Torino nei confronti di Infra.To e di Gtt. Per ciò che attiene al debito relativo a Infra.To, ammontante a 57.088.045 MIO, per il rimborso delle quote di capitale e interessi relative ai mutui contratti da Infra.To per la realizzazione della linea 1 della metropolitana, la Convenzione approvata prevede il pagamento di una prima tranche di 18.852.000 MIO nel 2017 (somma già versata nello scorso mese di luglio), mentre la restante somma di 38.236.045 MIO sarà corrisposta nei successivi 10 anni con rate annuali di 3.823.604 MIO. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli ed un voto contrario.In riferimento al debito della Città con GTT, relativo all’acquisto di motrici tranviarie (serie 6000) per la linea 4, pari a 27.484.093,36 MIO, saranno corrisposti 3.5 MIO, già stanziati nel bilancio 2017, mentre la restante somma, pari a 23.984.093,36 MIO, sarà versata nei successivi 10 anni con scadenza della prima rata nell’aprile del 2018. Anche la somma di 2.055.115,74 MIO relativa agli interessi di mora maturati sarà corrisposta in parti uguali con rate decennali a partire dall’aprile 2018. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli e un voto contrario.Entrambe le votazioni sono state precedute dall’approvazione di emendamenti di Giunta illustrati dall’assessore al bilancio, Sergio Rolando.Sono state espresse dichiarazioni di voto relative alla convenzione con GTT dai Consiglieri: Alberto Morano (Lista Civica Morano), che prima di dichiarare il suo voto contrario ha così riassunto la situazione finanziaria di GTT: 544 MIO di debito, 440 MIO di fatturato, utile di esercizio di 160.000 euro e fabbisogno di cassa di 62 MIO per continuare a garantire il servizio nei prossimi mesi. Morano ha affermato che “una società privata in analoga situazione valuterebbe l’ipotesi di chiedere al Tribunale un concordato in bianco”.Claudio Lubatti (Partito democratico) che annunciando la non partecipazione del suo gruppo al voto ha detto “non vediamo un percorso strategico né una presa di coscienza da parte della Giunta.” Gtt, ha spiegato, partecipa motu proprio, assieme ad Arriva, ad una gara per il servizio ferroviario metropolitano che vale 83 MIO senza che l’Amministrazione cittadina eserciti le proprie prerogative di azionista unico dando formali indicazioni in tal senso.Antonio Fornari (Movimento 5 stelle) che ha chiesto all’Aula se le opposizioni negando il proprio voto alle delibere intendessero lasciare immutata la situazione debitoria della Città.Francesco Tresso (Lista civica per Torino) che ha sottolineato l’assenza di una linea strategica condivisa dall’Amministrazione e dal Consiglio comunale in ordine al risanamento di GTT, chiedendo “dopo un anno di amministrazione del Movimento 5 stelle, quando abbandonerete il mantra che recita ci avete lasciato questa situazione?".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 set 2017

“Cheese – Le forme del latte”: 22 treni straordinari per raggiungere Bra

di Mobilita Torino

Ventidue treni straordinari sull’SFM4 Torino e tra Bra per la Ventesima edizione di “Cheese – Le forme del latte”, la manifestazione a ingresso libero tra le vie e le piazze del centro storico di Bra, realizzata dal presidio Slow Food e dal Comune di Bra. Da venerdì 18 a domenica 20 settembre Trenitalia, in collaborazione con la Regione Piemonte, effettuerà sei corse in più il venerdì, 6 il sabato e dieci la domenica. Le nuove corse rafforzano i collegamenti serali e partiranno da Torino Stura alle 21:27, alle 22:27 e alle 23:27 e da Bra alle 21:39, alle 22:39 e 23:39. A queste si aggiungono, nella giornata di domenica, quattro collegamenti con partenza alle 11:28 e 15:28 da Torino Stura e alle 13:31 e 17:31 da Bra. Questi ultimi quattro provengono e proseguono per Alba. I treni fermeranno a Torino Rebaudengo, Torino Porta Susa, Torino Lingotto, Moncalieri, Trofarello, Villastellone, Carmagnola, Sommariva Bosco, Sanfré, Bandito. Tra Alba e Bra fermano a Santa Vittoria, Monticello d’Alba e Mussotto. Salgono così a 41 i treni che venerdì collegheranno Bra a Torino e viceversa, 38 quelli di sabato e 26 quelli di domenica. Prime partenze alle 5:27 da Torino Stura e ritorni assicurati fino alle 23:39 per potersi godere la festa fino a tarda sera.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 set 2017

Domeniche per la sostenibilità, stop alle auto nella ZTL centrale

di Mobilita Torino

Lo stop al traffico previsto durante le “Domeniche per la sostenibilità”, in calendario una volta al mese a partire dal prossimo 17 settembre, riguarderà la Ztl Centrale e alcune altre aree della città definite volta per volta insieme alle Circoscrizioni.  “Stiamo pensando di rilanciare il significato di questa iniziativa – dichiarano gli assessori alla Viabilità e all’Ambiente, Maria Lapietra e Alberto Unia – per promuovere la sensibilizzazione sui temi ambientali e, al contempo, ridurre i disagi ai cittadini. Per questo, l’Amministrazione comunale ha deciso di limitare il traffico esclusivamente nella Ztl Centrale e di collaborare con le Circoscrizioni nell’organizzazione di eventi ed aree pedonali per rendere, in tutta la città, le Domeniche per la sostenibilità ambientale un momento di aggregazione e partecipazione. Contiamo così di accrescere nella cittadinanza la consapevolezza della necessità di ridurre l’inquinamento e favorire la propensione all’utilizzo di mezzi di trasporto più sostenibili”. La Domenica per la sostenibilità prevista per il 5 novembre è stata rinviata al 26 novembre per farla coincidere con la Settimana europea dei rifiuti.Gli assessori annunciano inoltre che a breve incontreranno le associazioni di categoria per sentire le loro esigenze da considerare nella calendarizzazione dell’iniziativa per tutto il 2018.

Leggi tutto    Commenti 0