Articolo
05 feb 2021

Un 19 super elettrico!

di Alessandro Graziano

É attivo da lunedì primo febbraio lo Smartbus 19 con un sistema aereo di ricarica veloce  SmartBUS è un innovativo autobus elettrico a ricarica veloce risultato della joint-venture tra E-CO, HIGER e CHARIOT,  che é in esercizio sperimentale sulla linea 19 del  per la durata di quattro mesi. SmartBUS è il più efficiente autobus elettrico a Zero Emissioni oggi presente sul mercato per il trasporto pubblico urbano, in grado di ricaricarsi in modo automatico in pochi minuti (stazione ricarica via Cavalli) tramite pantografo ogni volta che raggiunge la stazione al capolinea per completare in assoluta tranquillità la linea assegnata. L’innovatività risiede soprattutto nei minori pesi ed ingombri dell’autobus, grazie all’impiego di un sistema di accumulo a Ultracondensatore di ultima generazione, ad elevata densità energetica, studiato da E-CO, in grado di recuperare la massima energia in frenata, superiore al 35%, fornire un boost di potenza in accelerazione, che le batterie non possono apportare, ridurre dunque i consumi sia rispetto ai bus elettrici a batteria che, addirittura, agli inquinanti.  Il TCO – Total Cost of Ownership – grazie alla lunga vita delle componenti di accumulo e trazione oltre alle ricariche intelligenti in linea, risulta di gran lunga il più basso tra le soluzioni oggi in commercio.  Gli Ultracondensatori di varie capacità, disponibili nei vari modelli di SmartBUS da 8, 12 e 18 metri, utilizzati al posto delle batterie, possono consentire con una singola carica percorrenze di oltre 40 km. La ricarica completa degli Ultracondensatori, la cosiddetta “ Fast & Smart Charge”, dura pochi minuti e viene eseguita direttamente in linea, senza dover necessariamente tornare in deposito. Una sperimentazione con l’impiego di SmartBUS in ambito urbano ha già avuto luogo con successo presso ATC Esercizio a La Spezia (in foto). La linea collega corso Cadore con via Cavalli secondo i seguenti percorsi: Direzione via Cavalli, da corso Cadore per corso Belgio, corso Brianza, lungo Dora Voghera, ponte E. Filiberto, lungo Dora Colletta, via Carcano, via Ravina, via Poliziano, via Nievo, via Varano, corso Novara, via Catania, corso Verona, lungo Dora Firenze, corso Regio Parco, lungo Dora Savona, corso Giulio Cesare, piazza Della Repubblica, via Milano, via San Francesco d'Assisi, via Pietro Micca, via Cernaia, corso Vinzaglio, corso Matteotti, corso Bolzano , inversione di marcia su corso Bolzano, corso Vittorio Emanuele, via Falcone, via Cavalli Capolinea. Direzione C.so Cadore, il capolinea sarà effettuato alla fermata 1197 "Porta Susa Cap.” procedendo per via Cernaia, via Pietro Micca, via XX Settembre, corso XI Febbraio, lungo Dora Savona, corso Regio Parco, lungo Dora Firenze, corso Verona, via Catania, corso Novara, via Varano, via Nievo, via Poliziano, via Ravina, via Carcano, lungo Dora Colletta, ponte E. Filiberto, lungo Dora Voghera, corso Cadore. altre info qui: http://www.gtt.to.it/cms/percorari/urbano?view=percorsi&bacino=U&linea=19&Regol=OR

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 feb 2021

Un tram chiamato 12

di Alessandro Graziano

Presentata la revisione delle linee con la nuova tranvia 12 La nuova linea 12 tranviaria sostituirà la linea 12 bus e collegherà l'Allianz Stadium a nord alla zona di corso Lepanto a sud interscambiando a Porta Nuova col servizio ferroviario, l'alta velocità la M1 (e in futuro la M2) e il TPL . La linea sarà una ricucitura di tratti di binari e ferrovie dismesse. Infatti il tunnel che scorre sotto via Stradella tra la stazione Dora GTT e Madonna di Campagna sarà parte della linea sotterranea. Tale linea quindi prevede: Riutilizzo e rifunzionalizzazione della ex ferrovia SFM.   Riqualificazione della ex trincea di via Saint Bon. Utilizzo e collegamento di binari tranviari esistenti. Il finanziamento per poter costruire le parti mancanti e riusare il tunnel di via Stradella ammonta a 220 milioni di euro circa.  Il rimprovero che ci sentiamo di rivolgere a questa amministrazione è di non aver progettato prima dell'avvio dei lavori sulla Torino-Ceres , il riuso del tunnel ferroviario, ma solo dopo 5 anni dall'inizio dei cantieri. Troviamo ciò un grave errore di vision rispetto al riutilizzo degli spazi urbani che sono prima di tutto risorse. D'altronde il taglio del percorso Dora/Madonna di Campagna ha lasciato i due quartieri senza  collegamenti ferroviari, senza dare un'alternativa nel breve periodo. Dora sotterranea (finita al rustico lungo la linea del Passante Ferroviario) poi chissà quando e se vedrà la luce. Potremmo dire che le periferie ancora una volta sono state lasciate in attesa mancando una visione di insieme della città e delle sue reti.  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
01 dic 2020

GTT | Entrano oggi in servizio 20 nuovi autobus Mercedes “Conecto”

di Fabio Nicolosi

A partire da martedì 1° dicembre il servizio di trasporto pubblico nella Città di Torino può contare su 20 nuovi autobus Mercedes Conecto, 12 veicoli autosnodati da 18 metri ad alimentazione tradizionale Euro VI e 8 veicoli da 12 metri CNG a metano. I nuovi veicoli sono impiegati sulla linea 58, che collega Corso Tazzoli nella zona di Mirafiori sud al centro città (Via Bertola) e sulla linea 11, che collega Venaria a Corso Stati Uniti e attraversa il centro di Torino. La linea 58, interamente servita con autobus Mercedes dotati di validatori di nuova generazione, è ora abilitata al nuovo sistema di pagamento a bordo del biglietto con carta di credito; è quindi la quinta linea autobus, insieme alle linee 18, 55, 56 e 68 e alla metropolitana, ad offrire il servizio di pagamento “contactless”, inaugurato da GTT lo scorso luglio. Anche la linea 11 è da oggi servita con autobus di nuova generazione: 2 autobus su 3 sono autosnodati Conecto e a completamento del servizio sono inseriti gli Iveco Cytelis (2012). Ciò consente a GTT di alienare 26 autobus Van Hool, veicoli con motorizzazione euro 2. Beneficiano indirettamente dei nuovi mezzi anche le linee 10 navetta e 46 dove sono inseriti gli Iveco Cytelis, non più necessari alla gestione della linea 11. GTT prosegue così il rinnovo della sua flotta in direzione di un parco veicoli sempre più eco-compatibile e giovane: questi 20 veicoli si aggiungono infatti ai 200 che negli ultimi 3 anni sono stati portati sulle strade dell’area metropolitana torinese, dopo un decennio di attesa. Sono stati acquistati grazie alla clausola contrattuale del cosiddetto “quinto d’obbligo” che prevede la possibilità per il contraente di acquistare un ulteriore 20% rispetto alla fornitura iniziale, alle condizioni già stabilite. Nel 2021 il 40% degli autobus GTT sarà a trazione elettrica o a metano e Il programma di progressiva sostituzione dei veicoli porterà entro lo stesso anno allacompleta dismissione dei veicoli con motorizzazione euro 2 e all’impiego marginale di veicoli euro 3 ed euro 4 che rappresenteranno meno dell’8% dell’intero parco. L’età media della flotta bus già ridotta dai 12,2 anni del 2017 agli attuali 11 anni è destinata ulteriormente a scendere nel 2021 con l’arrivo dei nuovi 50 bus elettrici a 10,5 anni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 ott 2020

I primi 50 bus elettrici in servizio a Torino già nella primavera del 2021

di Mobilita Torino

Undici milioni e 500mila euro entro la fine di quest’anno, gli altri tra il 2021 e il 2023: la Giunta Comunale ha approvato nella sua riunione di questa mattina le modalità di erogazione a GTT dei quasi 31 milioni di euro assegnati dal Governo alla Città di Torino, lo scorso mese di aprile. Parte di un piano più ampio che prevede, nel quinquennio 2019-2023, lo stanziamento da parte del Ministero dei Trasporti di 398 milioni di euro a favore di 38 comuni italiani che nel biennio 2018-2019 hanno registrato i più alti livelli di inquinamento PM10 e biossido di azoto, queste risorse saranno utilizzate per l’acquisto dei 100 nuovi autobus ad alimentazione elettrica e per la realizzazione delle infrastrutture di ricarica presso i depositi del Gerbido, Nizza e San Paolo. Il valore complessivo del contratto per la fornitura dei veicoli è di 72 milioni di euro.  La procedura di gara non si è ancora conclusa: GTT sta esaminando i documenti e procederà appena possibile ad assegnare la commessa. Come definito dall’accordo quadro e se tutto andrà secondo le attuali previsioni e non ci sarà necessità di approfondimenti procedurali,  i primi 50 autobus potranno circolare già nella primavera del 2021.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 set 2020

18 Settembre: mezzi gratis a chi paga contactless

di Alessandro Graziano

Iniziativa nella  European mobility week: metro e bus gratis a chi paga con contactless Apprendiamo dal sito GTT e dalla relativa pagina FB  che nella giornata di domani 18 Settembre  tutti e tutte coloro che useranno pagamenti elettronici quali carte contactless o Apple e Google pay per entrare in metro e sulle linee 18, 55, 56 e 68 e ( le uniche abilitate per adesso) avranno il biglietto offerto da Mastercard. Quindi basterà avvicinare la carta di pagamento contactless o il dispositivo abilitato ai pagamenti NFC (smartphone o wearable) al lettore e attendere la convalida del biglietto. I clienti quindi potranno viaggiare gratuitamente per tutta la giornata in metropolitana e sulle linee di superficie abilitate al pagamento con la carta. Inoltre  da giovedì 17 a martedì 22 settembre, il trasporto delle biciclette sulla “storica” Tranvia Sassi Superga sarà gratuito e compreso nel biglietto di viaggio singolo con la possibilità di trasportare la bicicletta nel tragitto di salita o in quello di discesa. La Tranvia sarà corredata per l’occasione di un carrello dove potranno essere caricate contemporaneamente fino a 10 biciclette. Normalmente il prezzo per il trasporto della bicicletta al seguito, attualmente non consentito a bordo mezzo in applicazione della normativa anticontagio, è di 4,00 € nei giorni feriali e di 6,00 € nei festivi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2020

Metropolitana | Ripristinato il servizio tra Porta Nuova e Lingotto con temporanea variazione orari

di Fabio Nicolosi

A partire da martedì 1° settembre torna regolare il servizio della Metropolitana da Porta Nuova a Lingotto sospeso da fine luglio. Si è infatti conclusa positivamente la fase di verifica della linea con il cosiddetto “pre-esercizio” per consentire la circolazione dei treni sull’intera tratta “Fermi-Lingotto”. In via temporanea dal 1° al 14 settembre, per consentire alcune verifiche tecniche varierà l’orario del servizio: dal lunedì al venerdì 5.30 - 22.00 (con ultime partenze alle 21.10 da Fermi e alle 21.35 da Lingotto), sabato 5.30 - 00.30 e domenica 7.00 - 00.30 (con ultime partenze alle 23.40 da Fermi e alle 00.05 da Lingotto). Nei giorni feriali sarà attivo un servizio bus sostitutivo sull’intero percorso Fermi-Lingotto a partire dalle 22.00 e fino alle 0.30. La ripresa dell’esercizio su tutta la tratta avviene a seguito della fine dei lavori di collegamento tra la tratta già in esercizio e la tratta “Lingotto-Bengasi”, in fase di costruzione e che erano iniziati lo scorso 27 luglio. I lavori svolti in galleria hanno riguardato l’integrazione del sistema tra le due tratte: tra gli interventi principali la posa delle vie di corsa, delle cosiddette “correnti forti” necessarie per l’alimentazione dei treni, delle “correnti deboli” che servono per alimentare le luci in galleria e in stazione e la posa del “tappetino” che funge da interfaccia tra il treno e il sistema per consentire la guida automatica dei veicoli. Sono proseguiti regolarmente anche i lavori nelle stazioni dove sono state ultimate le finiture a parete ed è stata avviata la posa dei pavimenti ed il montaggio delle strutture di supporto delle porte di banchina.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 lug 2020

Avete provato il pagamento contactless su mezzi GTT?

di Alessandro Graziano

Pagamento contactless in metro e sui bus Gtt 18, 55, 56, 68. Una grande novità che permetterà ai mezzi pubblici di essere ancora più comodi e  competitivi rispetto l'auto privata, novità sperimentata da un po' dalla vicina Milano, e in uso da anni a Londra. Tale sistema potrà essere usato nelle obliteratrici dedicate in tutte le stazioni della metro e sui bus delle linee 18, 55,56, 68. In futuro, si spera prossimo, si estenderà a tutte le linee tranviarie e bus. "Si tratta di una novità importantissima perché noi vendiamo oltre 18milioni di biglietti singoli l'anno e se questo servizio funzionerà permetterà di ridurre consumi di carta, costi di vendita e distirbuzione - dice l'amministratore delegato  Foti - Sarà una sperimentazione fino a settembre per fare una prima valutazione."I pagamenti si potranno fare con carte dei circuiti Visa e Mastercard quindi anche con le carte di debito Maestro. In questo caso comparirà una preautorizzazione da 7 euro ma il pagamento effettivo sarà di 1.70 euro, cioè il costo del biglietto singolo.  L’intera operazione è stata resa possibile grazie al supporto tecnico di Intesa Sanpaolo, che con Nexi si occuperà di gestire il sistema di transazioni. "Se i cittadini apprezzeranno si valuteranno anche altre formule oltre al tagliando singolo, ad esempio quelle a miglior costo in base al consumo come avviene a Londra,  assicura Lapietra. Grazie a Visa e Mastercard a settembre nella settimana della mobilità le due imprese pagheranno due giorni di mezzi pubblici gratuiti a chi paga con la carta. Il biglietto elettronico durerà 100 minuti e sarà valido su tutti i mezzi GTT.  I controllori verificheranno il pagamento tramite app e il viaggiatore dovrà solo dare le ultime 4 cifre della carta utilizzata. Questo sistema si unisce alla APP To Move disponibile su piattaforme Android (purtroppo no su IOS) che permette già l'acquisto di carnet e biglietti in tutta comodità .

Leggi tutto    Commenti 0