Articolo
08 nov 2018

GTT e RFI firmano un accordo per la messa in sicurezza della SFM1

di Mobilita Torino

Messa in sicurezza della linea ferroviaria Canavesana, fra Settimo Torinese e Rivarolo Canavese e Rivarolo Canavese - Pont Canavese, e installazione del Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT), già adottato come standard su tutte le linee convenzionali gestite da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane).  E' quanto previsto dal Disciplinare attuativo siglato da Regione Piemonte, GTT e RFI che stabilisce le attività di RFI sulla base del Sistema di Gestione Sicurezza (SGS) di GTT. Rete Ferroviaria Italiana coordinerà le attività relative alla stesura dei progetti definitivi, alla predisposizione del bando di gara per l’affidamento della progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori, nonché le operazioni di collaudo e le verifiche tecniche propedeutiche all’entrata in funzione del Sistema di Controllo Marcia Treno. L’SCMT è la tecnologia che garantisce la sicurezza della marcia dei treni in ausilio al macchinista, fornendo il controllo della velocità massima consentita, in relazione ai vincoli posti dal segnalamento, dalle caratteristiche dell’infrastruttura e dalle prestazioni del treno, utilizzando una tecnologia trasmissiva a balise. La firma dell’accordo ha definito un cronoprogramma, condiviso tra le parti, con fine dei lavori prevista entro il 2021. Un segnale significativo nel processo autorizzativo di sicurezza in capo all’Agenzia Nazionale della Sicurezza Ferroviaria (ANSF) per la tratta Settimo - Rivarolo, al momento oggetto di limitazione di velocità. Per gli interventi in programma RFI riceverà da Regione Piemonte un contributo di circa 12 milioni di euro, come previsto dal Piano Operativo Infrastrutture predisposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. “Finalmente potranno partire i lavori per l’installazione del sistema SCMT e gli altri interventi previsti per la definitiva messa in sicurezza della linea – ha dichiarato l’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco. L’auspicio è che RFI attivi al più presto la progettazione e l’appalto dei lavori. Ricordo che alle risorse per la messa in sicurezza stanziate dal precedente governo, si aggiungono il finanziamento per l’acquisto con di 2 nuovi treni da impiegare sulla linea a lavori conclusi (con 6 milioni di fondi regionali), e sempre con fondi regionali (ulteriori 6 milioni) per l’elettrificazione della tratta Pont-Rivarolo, a testimonianza della volontà di questa amministrazione a potenziare questa linea”. “La firma di oggi testimonia l’impegno di Rete Ferroviaria Italiana a favore di interventi di upgrade tecnologico e prestazionale della rete ferroviaria, per il miglioramento degli standard di sicurezza, regolarità e puntualità del traffico ferroviario”, ha dichiarato Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di RFI. “Come gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, nel corso degli anni abbiamo investito in innovazione e ricerca tecnologica, dotandoci di un know-how all’ avanguardia che oggi ci consente di essere un importante riferimento nel campo della tecnologia ferroviaria. Grazie all’installazione del sistema SCMT anche le linee ferroviarie della Canavesana, interessate da tali interventi, miglioreranno le proprie prestazioni in termini di sicurezza e affidabilità a vantaggio delle persone che ogni giorno le utilizzano per lavoro, studio e tempo libero”. “La firma dell’accordo - dichiara Giovanni Foti, Amministratore Delegato di Gtt - è un segnale fondamentale per gli utenti della linea, che evidenzia l’impegno comune per un rilancio e una valorizzazione del trasporto ferroviario. Gtt in quanto gestore dell’infrastruttura collaborerà in modo attivo con Rfi per favorire lo svolgimento dei lavori entro il 2021, come stabilito dal cronoprogramma condiviso, e raggiungere l’obiettivo comune di dotare la linea dei nuovi sistemi di sicurezza”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ott 2018

Commemorazione dei defunti: potenziamento linee per i cimiteri

di Mobilita Torino

Da sabato 27 ottobre a domenica 4 novembre, in occasione della ricorrenza della Commemorazione dei Defunti, saranno potenziate le linee dirette al Cimitero Monumentale e al Cimitero Parco di Torino. L'intensificazione sarà attuata negli orari di apertura dei cimiteri. Per il Cimitero Monumentale (Torino Nord), sarà adottato il seguente potenziamento del servizio: Linea 19. Il servizio sarà intensificato dal 27 ottobre al 4 novembre. Linea 19 navetta.  La nuova linea sarà in servizio anche lunedì 29 ottobre: collega piazza Sofia con tutti gli ingressi del Cimitero Monumentale effettuando corse ogni 30 minuti. Linea speciale 68b. Sarà in servizio dal 27 ottobre al 4 novembre. negli orari di apertura del cimitero. Segue lo stesso percorso del bus 68 dal capolinea di via Frejus fino a via Catania, quindi percorre il perimetro del cimitero facendo fermate presso tutti gli ingressi e capolinea in via Ravina. In direzione via Frejus transita in via Nievo, via Varano, corso Novara, via Catania proseguendo poi sul normale percorso della linea 68. Linea speciale 75b. Sarà attiva nei giorni 27 e 28 ottobre e il 1°, 3 e 4 novembre durante gli orari di accesso al cimitero. Il percorso è lo stesso della linea 75 nel tratto che collega Le Vallette con il Cimitero Monumentale. Da corso Novara svolta in corso Regio Parco, percorre via Zanella, via Varano, via Nievo e via Poliziano, per effettuare poi capolinea in via Ravina. Per il Cimitero Parco (Torino Sud) saranno potenziate le linee 5b e 74. Linea 5b. Normalmente in funzione solo nei giorni feriali, viaggerà anche il 27 e 28 ottobre e il 1°, 3 e 4  novembre, negli orari di apertura del cimitero. Linea 74. Sarà potenziata nei giorni 28 ottobre e 1° e 4 novembre sul normale percorso da via Ventimiglia a via Gorini con transito per il Cimitero Parco. A partire dal 27 ottobre, a causa del forte afflusso di visitatori previsto nei cimiteri, non potrà essere in funzione la linea di bus 102 con percorso all'interno del Cimitero Parco. Il servizio riprenderà il 4 novembre. Il 1° e il 2 novembre sarà in funzione la linea 47 navetta che collegherà piazza Freguglia con il cimitero di Cavoretto. A Nichelino la linea urbana 1 sarà gestita  con l'orario festivo nelle giornate del 29 ottobre e 1° e 4 novembre, in cui il suo uso sarà gratuito.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2018

Prove generali della linea 2 della metro con un bus lungo 18 metri

di Mobilita Torino

Con il nuovo piano del trasporto pubblico, previsto il prossimo anno, verrà introdotta una nuova linea di autobus che taglierà Torino da Sud a Nord. Verranno utilizzati autobus da 18 metri ed effettueranno il percorso della futura linea 2 della metropolitana: «Sarà una linea di forza- spiega l’assessore ai Trasporti Maria Lapietra durante l’audizione in Comune - Significa che avrà un’altra frequenza di passaggi: 5 minuti nelle ore di punta, mai più di 10 nelle altre fasce orarie. Le fermate saranno all’incirca le stesse della linea 2, cosa che garantirà una velocità elevata anche grazie alle corsie preferenziali che verranno istituite».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ott 2018

Nasce TO MOVE, la nuova App per leggere la smart card e acquistare i biglietti con lo smartphone

di Mobilita Torino

Consentire di svolgere tramite smartphone due funzioni importanti per semplificare la vita a chi usa bus, tram e metropolitana a Torino. Con questi obiettivi è nata ed è stata realizzata TO Move, l’app di Gtt  che consentirà tramite lo smarphone  la lettura della tessera smart card Bip, l’acquisto e la validazione dei biglietti. Insomma di viaggiare sul bus utilizzando il telefonino. La funzione di lettura semplificherà la vita degli utenti e consentirà di superare le rigidità del sistema di lettura a bordo mezzi. Un passo avanti importante. Per quanto riguarda la vendita, i vantaggi del nuovo sistema sono numerosi: il biglietto può essere acquistato in qualsiasi momento e in qualunque luogo, anche alla fermata. Un nuovo canale di vendita che si aggiunge ai tradizionali, che consentirà di decidere immediatamente. COME SCARICARE E USARE TO MOVE To Move sarà disponibile dal 2 ottobre sul Play Store di Google e prossimamente sul sito GTT. Al momento è compatibile con i telefoni Android dotati di NFC, dalla versione 4.4 alla versione 8X, mentre è in corso di approfondimento la possibilità che anche gli smartphone con sistema IOS possano scaricare l’app. Una prima funzione dell’app è dunque la lettura di quanti titoli di viaggio sono presenti sulla smart card BIP. Per leggere la tessera è sufficiente andare alla sezione “lettura BIP” dell’app e appoggiare la smart card alla parte posteriore del cellulare. To Move legge tutti i titoli di viaggio GTT e Formula, sia gli abbonamenti in corso di validità sia i biglietti ancora da utilizzare. La lettura della carta avviene attraverso l’antenna NFC che deve essere tenuta attiva sul telefono. Questa funzione non richiede l’inserimento di dati personali. Una volta scaricata l’app, per acquistare i biglietti occorre inserire i dati personali e poi  procedere, utilizzando una carta di credito o prepagata. Su TO Move è possibile acquistare il biglietto City (che costa 1.70 euro, vale 100 minuti sulla rete urbana e suburbana più una corsa in metro), il Daily (che costa 3 euro e vale fino al termine del servizio del giorno della prima validazione sulla rete urbana e suburbana e sulla metro) e il Multidaily (che è un carnet elettronico composto da 7 biglietti Daily, attivabili uno alla volta). Per validare il biglietto acquistato con TO Move è sufficiente avvicinare la parte posteriore dello smartphone alla validatrice. Sull’app comparirà l’orario di scadenza della validità del biglietto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 ago 2018

Linea tranviaria 10: ecco i lavori in via Cigna

di Alessandro Graziano

Anche i questi caldi giorni di Agosto continuano i cantieri sul Rondò della Forca sulla linea 10 Erano stati annunciati tempo fa e da due mesi sono iniziati i lavori per rimettere in esercizio la tratta tranviaria della linea 10 da Valdocco a Borgo Vittoria. In particolare con la chiusura delle scuole , da luglio , sono iniziati i cantieri sul Rondò della Forca e da qualche settimana si sono estesi nel primo tratto di via Cigna fino all'incrocio con via Maria Ausiliatrice. Oltre ad essere stato rimosso lo strato di bitume che ricopriva la sede tranviaria, sono in via di sostituzione gli scambi nell'anello tranviario del Rondò e tutte le rotaie usurate dal tempo e dall'incuria. Si ipotizza un cantiere della durata di un anno, dopo di che la linea 10 potrebbe diventare un ri-nnovato asse di trasporto Nord - Sud!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ago 2018

Nominato il nuovo consiglio di amministrazione di GTT

di Alessandro Graziano

La sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha nominato il nuovo CdA di GTT, il Gruppo Torinese Trasporti. Il Consiglio di Amministrazione è ora composto dal presidente Paolo Golzio, dall’ad Giovanni Foti e dalla consigliera Silvia Cornaglia. Paolo Golzio, il neopresidente, arriva da Asti, dove ha ricoperto l’incarico di amministratore delegato in ASP SpA, la multiutility che si occupa di energia, trasporti e mobilità, igiene urbana, acquedotto, fognatura, depurazione e servizi cimiteriali.Giovanni Foti, che assume la carica di amministratore delegato, torna a Torino dopo un’esperienza che l’ha condotto in Sicilia a guidare, prima come direttore generale e quindi come presidente, ATM, l’azienda di trasporto pubblico messinese. Silvia Cornaglia è la terza componente del rinnovato Consiglio di Amministrazione di GTT. Lei, nominata dalla sindaca Appendino nel dicembre del 2017, faceva già parte del CdA.Paolo Golzio e Giovanni Foti subentrano a Walter Ceresa, che è stato alla guida dell’azienda torinese di trasporto pubblico per cinque anni.“A Walter Ceresa – dichiara la sindaca Appendino – va il ringraziamento della Città per il lavoro svolto in un momento particolarmente complesso per la società di corso Turati, un impegno che ha consentito di porre le basi per superare le difficoltà di ordine finanziario e organizzativo e di programmarne il rilancio.”   FONTE: Comunicati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 lug 2018

16 Luglio sciopero di 24 ore di GTT: quale futuro?

di Alessandro Graziano

Oggi Lunedì 16 luglio 2018 è previsto uno sciopero di 24 ore del settore trasporto pubblico locale, proclamato dalle Organizzazioni territoriali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, su temi correlati al Piano Industriale di GTT. Lo sciopero è dovuto alla mancanze di garanzie sul futuro della azienda e dei livelli occupazionali. La Giunta  diciamo che non ha gestito proprio bene l'azienda di trasporto locale sforbiciando qua e là tagli di corse, di linee e di personale, penalizzando utenti, cittadini e lavoratori. IL SERVIZIO SARÀ COMUNQUE GARANTITO NELLE SEGUENTI FASCE ORARIE: Servizio urbano e suburbano e metropolitana: dalle ore  6.00 alle ore  9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00 Autolinee extraurbane e Servizio Ferroviario (sfm1 – Canavesana e sfmA – To – aeroporto – Ceres): da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30 Sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro il termine delle fasce di servizio garantito. Lo sciopero potrà avere ripercussioni anche sull’operatività dei Centri di Servizi al Cliente e sui diversi servizi gestiti da GTT, con conseguenti possibili disagi per la clientela.   http://www.gtt.to.it/cms/risorse/avvisi/pdf/motivazioni_sciopero_20180716.pdf

Leggi tutto    Commenti 0