Articolo
19 ott 2018

Torino avrà la sua rete di ricarica per veicoli elettrici accessibile anche a quelli con disabilità motoria.

di Mobilita Torino

Da lunedì scorso 15 ottobre - termine a decorrere dal quale è possibile presentare la manifestazione di interesse – ad oggi già tre operatori hanno risposto all’avviso pubblicato dalla Città lo scorso 28 settembre proponendo l’installazione di quasi 300 colonnine. Dalla prossima settimana gli uffici della divisione Infrastrutture e Mobilità esamineranno le richieste pervenute per valutarne l’accoglibilità, successivamente verranno altresì comunicate le modalità con cui i residenti a Torino interessati potranno esprimere preferenze per il posizionamento sul territorio cittadino delle strutture di ricarica.Ogni quattro colonnine richieste, un'altra dovrà infatti essere realizzata in uno dei punti indicati dal Comune di Torino come strategici per lo sviluppo della mobilità elettrica nel capoluogo.Per definire le aree dove posizionare le strutture di ricarica saranno tenuti in conto i suggerimenti dei residenti che già possiedono un’auto elettrica e di chi, con la possibilità di avere un impianto vicino a casa, deciderà di acquistare un mezzo elettrico. “Per promuovere la mobilità sostenibile occorre migliorare i servizi collettivi e le infrastrutture attraverso una pluralità di azioni - commenta l’assessora Maria Lapietra - : tra queste c’è la creazione in città di una rete di ricarica capillare e distribuita che sono certa potrà contribuire ad aumentare il numero di vetture elettriche in circolazione”. Il bando rimarrà aperto un anno.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 mag 2017

Smart mobility: Torino verso l’ampliamento del car sharing

di Ludovico Ragonesi

Torino punta ad ampliare i servizi di car sharing. Le flotte di car sharing in Italia contano 5.030 veicoli di cui 2386 a Milano, 1570 a Roma, 610 a Torino e 464 a Firenze. Il capoluogo piemontese totalizza oggi 1123 ore di noleggio giornaliero e tra settembre 2016 e febbraio 2017, ha visto incrementare l'utilizzo del servizio addirittura del 54% : "Un bel vantaggio per i diciottenni di oggi - ha precisato l'assessore all'Innovazione del Comune Paola Pisano - che possono per esempio usufruire di una macchina senza acquistarla, ma pagando solo ed esclusivamente per i minuti per cui viene utilizzata". Torino, come dimostrano i dati, risponde bene all'utilizzo del servizio: " Certo, noi puntiamo a migliorare ancora - continua Pisano -, attraverso un'approfondita raccolta dati per studiare i comportamenti dei cittadini". Tra il 2020 e il 2025 è stato stimato che il 10% delle nuove auto sarà esclusivamente a produzione elettrica. Secondo il rapporto Euromobility, il comune di Torino è considerata la terza città più "eco-mobile" d'Italia e il tema dei trasporti è uno dei temi prediletti dall'amministrazione. "Tutte le tecnologie - ha spiegato l'assessore - che spingono il cittadino a impegnarsi in comportamenti positivi, rispettando l'ambiente, diminuendo gli sprechi e sviluppando nuove competenze, trovano in Torino un terreno fertile e produttivo. I veicoli elettrici  - continua Pisano - rispecchiano una tecnologia innovativa e positiva ma anche abilitatrice di nuove competenze sul tema della smart mobility, elemento centrale per la creazione della città del futuro". A proposito di auto elettriche, ciò che indubbiamente andrà migliorato sarà il sistema di ricarica: le strutture in generale vanno aumentate e standardizzate per permettere a tutti una maggiore accessibilità. Il Comune di Torino e la Regione Piemonte, dal 2016 hanno investito 2 milioni 460mila euro per l'installazione, sul territorio urbano di 150 nuovi punti di ricarica. L'approdo a Torino dell' ESCP Europe Electric Vehicle Road Trip, il viaggio organizzato da ESCP Europe e Global EVRT, ha coinvolto cinque dei sei campus della Business School - Londra, Madrid, Torino, Berlino e Parigi - percorrendo, a bordo delle vetture elettriche Tesla di ultima generazione, 6500 chilometri, attraverso dieci paesi e dodici grandi città europee. L'obiettivo è stato quello di ricercare e studiare le politiche e le abitudini dei consumatori verso l'adozione di veicoli elettrici nei vari paesi, fornendo un quadro utile ai produttori del settore automotive, ai gruppi ambientalisti, ai governi e agli stessi utenti.

Leggi tutto    Commenti 0