Articolo
31 mar 2017

Programma della Domenica Ecologica del 2 Aprile.

di Alberto Garbin

Domenica 2 aprile senza auto per otto ore. Dalle 10 alle 18, infatti, la seconda Domenica ecologica del 2017 bloccherà il traffico privato su tutto il territorio cittadino. Possono circolare i veicoli elettrici o ibridi, le moto a quattro tempi, i veicoli destinati al trasporto persone con oltre nove posti, i mezzi di forze armate, organi di polizia, soccorsi, Vigili del fuoco, Protezione civile, quelli che raccolgono i rifiuti o puliscono le strade. Non saranno limitati i taxi, le auto del car sharing e chi deve spostarsi per motivi di lavoro non avendo a disposizione mezzi pubblici nel raggio di un chilometro (purché con dichiarazione del datore di lavoro). Condividere l’auto con altre tre persone permetterà di evitare il divieto, solo se il mezzo è omologato a quattro o più posti; basterà essere in due se è omologato per due-tre posti. Anche gli agenti di commercio sono liberi di circolare e così associazioni o società sportive appartenenti a federazioni affiliate al Coni e gli atleti che devono raggiungere una sede di gara, arbitri, direttori di gara e cronometristi. Il divieto di circolazione riguarda l’80 per cento del territorio cittadino. Sarà consentito percorrere alcune arterie che collegano Torino ai Comuni della cintura o alla tangenziale e viceversa oppure i tragitti che permettono di raggiungere i parcheggi di interscambio. Via libera anche in alcune zone del precollina, corso Unità d’Italia, alcuni tratti dei corsi Regina Margherita, Giulio Cesare, Moncalieri, Francia, Orbassano, Tazzoli, Romania, Unione Sovietica e Lungo Stura Lazio.   Moltissimi gli eventi organizzati in città per l’occasione   PASSEGGIATE SONORE Città di Torino – Assessorato Ambiente in collaborazione con ARPA Piemonte e Urban Center Partenza: Urban Center, Piazza Palazzo di Città Arrivo: Urban Center, Piazza Palazzo di Città Orari: h 9.00; h 11.00; h 14.00; h 16.00 La passeggiata sonora è un modo di vivere e attraversare il territorio dando precedenza alla percezione uditiva. Si tratta di compiere un percorso a piedi in cui si concentra l’attenzione su tutto ciò che è udibile. È un’occasione per guardare da un’altra prospettiva lo spazio che abitiamo, scoprendo uno scenario che a volte può emozionare, altre irritare o divertire, ma che in ogni caso può portare a riflettere sulla nostra esperienza uditiva e indurci ad immaginare il paesaggio sonoro in cui vorremmo vivere. È necessario iscriversi compilando il form sul sito ARPA oppure telefonicamente – 011.5537950 dal martedì al sabato dalle h 11,00 alle h 18,00.   PEDALATA COLLETTIVA – 12 KM Associazione Amicinbici-bik&motion Partenza: Piazza Giovanni Astengo Arrivo: Piazza Castello Orario: h 14.00 La pedalata collettiva organizzata da Amicinbici-bik&motion ha l’obiettivo di invogliare i cittadini a utilizzare la bicicletta come mezzo di trasporto anche per le lunghe tratte. È un evento aperto a tutti al quale ci si può aggregare anche lungo il percorso. BICINCAMP&DUI PAS IN CAMP Associazione Ecoborgo Campidoglio Partenza: Piazza Moncenisio Arrivo: Parco Ruffini Orario: h 10.00   L’iniziativa BICINCAMP&DUI PAS IN CAMP prevede un percorso comodo e raggiungibile sia a piedi che in bicicletta. Lo spirito dell’attività va incontro al bisogno di favorire l’aggregazione sociale e promuovere un mezzo ecologico come la bicicletta, per poi ritrovarsi insieme al parco per un pic nic conviviale. L’attività è aperta a tutti ed è necessario portare con sé qualcosa da bere o da mangiare da condividere in compagnia.   BENVENUTI IN BICI WELCOME Associazioni promotrici: Eco dalle Città, Coordinamento Cambiamo l’Aria, Amicinbici, Ecoborgo Campidoglio, Bike Pride. “Pedale Democrazia”. Mobilità sostenibile e accoglienza e integrazione anche attraverso il prendere confidenza con la bici, con la presenza di migranti e richiedenti asilo. Punti di partenza: ore 14.00 Piazza Giovanni Astengo con Associazione Amicinbici-bik&motion ore 15.00 Parco Ruffini angolo corso Rosselli con Associazione Ecoborgo Campidoglio e Bike Pride ore 15.00   CECCHI POINT con Eco dalle Città e Cambiamolaria Arrivo: piazza Castello per i giri attorno a palazzo Madama A chi ne ha la possibilità, si chiede di prestare o regalare una bici inutilizzata. Si può portare sabato pomeriggio o domenica dalle 14 al Cecchi Point. Al coordinamento Senzaasilo si chiede di far circolare la notizia nelle strutture di accoglienza invitando gli ospiti se possibile a partecipare. Evento facebook Pedale Democrazia   PEOPLE4SOIL Legambiente Luogo: Piazza Palazzo di Città Domenica 2 aprile 2017 Legambiente sarà presente in Piazza Palazzo di Città per promuovere People4Soil: un’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) sostenuta da più di 400 associazioni che chiedono all’UE norme specifiche per tutelare il suolo, bene essenziale alla vita come l’acqua e come l’aria. Lo scopo della campagna è contrastare l’eccessiva cementificazione, la contaminazione, l’erosione, la perdita di materia organica e di biodiversità che minacciano quotidianamente i suoli europei.   TUTTA DRITTA Team Marathon Partenza: Piazza San Carlo, Torino Arrivo: Palazzina di Caccia di Stupinigi, Nichelino Orario: h 10.00 – 12.00 La Tutta Dritta, gara da 10 km internazionale certificata AIMS, è adatta a tutti e a tutte le età. Occorre iscriversi sul sito per partecipare. I partecipanti a Torino Triathlon, che avrà luogo in piazza San Carlo a partire dalle h 8.15, si uniranno all’evento indossando i pettorali dedicati.   1° PEDALATA ECOLOGICA FIAB Torino Bici&Dintorni in collaborazione con Intorno, Cascina Roccafranca, Fondazone della Comunità di Mirafiori Onlus, Triciclo, Casa nel Parco, e Miravolante con il patrocinio della Circoscrizione 2 Partenza: Piazzale Cascina Giajone – Via Guido Reni 102 Arrivo: Parco Colonnetti – Casa nel Parco Orario: h 14.00 – 17.00 In occasione della domenica ecologica del 2 aprile, la Circoscrizione 2 ha patrocinato una Pedalata Ecologica organizzata da FIAB e aperta a tutti i cittadini. La partenza effettiva avrà luogo alle h 15.30 per consentire una marchiatura facoltativa delle biciclette gestita dall’associazione Intorno, fino alle h 15.00. Dalle ore 17.00 sarà allestita un’officina popolare a cura della Casa nel Parco. È necessario iscriversi scaricando il modulo dal sito della Circoscrizione 2.   CHECK UP BICI E MARCHIATURA + MERENDA FIAB Torino Bici&Dintorni in collaborazione con Intorno, Decathlon e Eataly Luogo: Piazzale di Eataly Lingotto – Via Nizza 230/14 Orario: h 15.00 Per la domenica ecologica FIAB Torino Bici & Dintorni propone un controllo + assistenza bici gratuito in collaborazione con Decathlon al piazzale di Eataly, con la merenda per chi arriva pedalando. Per chi lo desidera, l’associazione Intorno effettuerà la marchiatura della bici a partire dalle 15.30. Sarà inoltre allestito un punto informativo per raccogliere richieste o suggerimenti per migliorare la viabilità pedonale e ciclabile a Torino.   Mercati IL LIBRO RITROVATO Luogo: p.za Carlo Felice Orario: h 8.00 – 18.00 ANTIQUARIATO MINORE Luogo: p.za Vittorio Veneto Orario: h 8.00 – 18.00 CAMPAGNA AMICA Luogo: p.za Palazzo di Città Orario: h 9.00 -19.00 BROCANTE Luogo: c.so Taranto SAN SALVARIO EMPORIUM Luogo: p.za Madama Cristina Feste di via PIAZZA AL CIOCCOLATO E ARTIGIANATO Luogo: p.za Statuto FESTA SHOPPING CULTURA E TRADIZIONI Luogo: via Luini STREET WINE AND FOOD Luogo: c.so Raffaello FONTE: Quotidiano Piemontese

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mar 2017

Torino Outlet Village è finalmente aperto al pubblico.

di Alberto Garbin

Torino Outlet Village è stato inaugurato giovedì 23 marzo con un evento riservato ad autorità e giornalisti, ma da ieri, venerdì 24 marzo è stato reso aperto anche al pubblico con orario prolungato dalle 20 alle 22, fino a domenica 26 marzo. Sono oltre 90 i negozi delle migliori firme presenti nel progetto nato a Settimo Torinese grazie a Arcus Real Estate, società italiana della “galassia” Percassi. Sotto l’obelisco di 85 metri, simbolo di Torino Outlet Village, hanno aperto negozi delle più prestigiose marche come Nike, Lindt, Armani, Gucci, Roberto Cavalli, La Perla, Trussardi, Adidas, Coach, Dsquared2, Ferrari, Jil Sander, Michael Kors, Ermenegildo Zegna e molti altri ancora capaci di attrarre (si spera) un numero altissimo di clienti e turisti, italiani e non solo. Come previsto i negozi saranno aperti 363 giorni all’anno con orario continuato dalle 10 alle 20 dal lunedì al venerdì e dalle 10 alle 21 il sabato, la domenica e i festivi. Fonte: Torino Today

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 feb 2017

Un pezzo del Museo Egizio trasloca in Sicilia.

di Alberto Garbin

Avevamo già trattato tempo fa il trasferimento di una parte della collezione del Museo Egizio di Torino in una nuova succursale a Catania. Adesso è ufficiale. Un pezzo del Museo Egizio trasloca, direzione Sicilia. Catania, appunto. Il 31 gennaio infatti è stato firmato l’accordo che prevede l’apertura di una sezione del Museo Egizio di Torino nella città sicula. Ad annunciarlo è lo stesso Comune di Catania, tramite una nota ufficiale. Come già anticipato la collezione verrà allestita nel Convento dei Crociferi con alcuni reperti oggi custoditi nei depositi di via Accademia delle Scienze. L’allestimento prevede anche alcune collezioni del periodo ellenistico presenti in Sicilia. Il Museo Egizio avrà una piccola succursale in un’altra città italiana, fatto senz’altro positivo anche perchè la maggior parte di questi reperti giaceva in magazzini non esposti al pubblico. Si tratta di un caso più unico che raro in Italia, dove non nessun museo ha stipulato una simile collaborazione. Soddisfatta la presidente del Museo Egizio di Torino, Evelina Christillin: «Questo accordo ci consente di proseguire il nostro percorso di diplomazia culturale. A Catania, e in tutta la Sicilia, potranno esser coinvolti nuovi pubblici, in modo tale da diffondere legami tra i popoli e le culture del Mediterraneo. L’accordo, stipulato a Torino, è arrivato dopo un incontro tra a presidente del Museo Egizio, la soprintendente Luisa Papotti, il direttore Christian Greco, il sindaco e l’assessore alla Cultura di Catania. Importante per la realizzazione del progetto il supporto del Ministero.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 gen 2017

Stadio Filadelfia riprende forma: riaprirà a maggio 2017

di Alessandro Graziano

TORINO - E’ tutto pronto: tra quattro mesi circa i tifosi del Toro potranno finalmente riabbracciare il loro Stadio Filadelfia.  Anzi, il nuovo Stadio Filadelfia. Dopo mesi d’attesa e di ritardo, la data d’inaugurazione è stata fissata per il 25 maggio 2017. Una data destinata a diventare storica per il popolo granata, che in quel giorno onorerà anche la memoria di don Aldo Rabino con una targa, posta proprio nel piazzale della Memoria. I lavori procedono a passo spedito Come evidente dalle immagini infatti, manca sempre meno al completamento di quello che sarà il centro sportivo del Torino. E’ lì, a questo punto a partire dalla prossima stagione, che si alleneranno Prima Squadra e Primavera. Una volta terminata la copertura si inizierà con il montaggio dei seggiolini, mentre sempre la Fondazione Filadelfia si farà carico del rifacimento del marciapiede di via Spano. Insomma, il conto alla rovescia è iniziato: lo Stadio Filadelfia prende forma.   Fonte fotografie: www.filadelfia.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 gen 2017

Torino fa rima con cultura: ecco le novità del 2017

di Alessandro Graziano

Tutte le mostre previste in questo nuovo inizio anno tra arte e cultura  Dalle opere di Joan Mirò a Palazzo Chiablese alle missioni di Ernesto Schiaparelli all’Egizio, dalle emozioni dei colori nella pittura — da Klee a Kandinskij, da Munch a Matisse e Fontana — alla Gam e al Castello di Rivoli, agli intarsi di Piffetti e ai riflessi delle migrazioni nell’arte a Palazzo Madama. Ancora la collezione di Patrizia Sandretto che compie 25 anni e si presenta a novembre in via Modane, dai primi lavori alle nuove acquisizioni, una retrospettiva a 360° gradi del lavoro di Bruno Munari al Museo Fico, un omaggio al fotografo Paolo Ventura a Camera e al Teatro Regio, dove firma scene e costumi dei “Pagliacci” di Leoncavallo. E poi la moda, da Gianfranco Ferré, ancora a Palazzo Madama, alla tendenza “animalier” sui tessuti a Venaria, dove a marzo prendono il via le celebrazioni del decennale con l’esposizione dedicata alle “Regge d’Italia”, con prestiti anche dalla Reggia di Caserta e dal Quirinale.È ricco e vario il programma delle mostre torinesi nei prossimi dodici mesi. A partire proprio da Mirò, uno dei nomi di richiamo nel panorama internazionale, che potrebbe un po’ consolare per il mancato arrivo di Manet, dirottato dal Musée d’Orsay su Milano. Vedremo da ottobre a Palazzo Chiablese 150 opere del periodo tardo, quello in cui l’artista catalano, ottenuti numerosi riconoscimenti in patria e creata nel 1972 la Fondaciò Joan Mirò a Barcellona, si dedica alla pittura quadridimensionale, alla scenografia e alle grandi sculture, senza trascurare la mail art. Restando nell’ambito del Musei Reali, si preannunciano ancora le “Relazioni pericolose” insite nel confronto tra antico e moderno (ancora a Palazzo Chiablese, da aprile a settembre, dove il Cavalier d’Arpino e Luca Giordano competeranno con Giacomo Balla e Carlo Carrà, Andy Warhol e Gilbert & George), mentre a maggio aprirà i battenti alla Galleria Sabauda “Una diversa armonia”, nuovo allestimento, voluto dal direttore Enrica Pagella, della sezione dei Maestri Piemontesi, con settanta dipinti firmati tra gli altri da Martino Spanzotti, Defendente Ferrari, Macrino d’Alba e Gaudenzio Ferrari. Si sta inoltre ancora definendo, nella stessa pinacoteca, una possibile mostra sull’incisore e architetto del ‘700 Giambattista Piranesi. Torniamo al moderno con la grande mostra sull’utilizzo dei “colori” nell’arte, basata su ricerche dalla memoria, alla spiritualità, alla psicologia, alla sinestesia, a partire dalle teorie “teosofiche” di Annie Besant, che sarà allestita dal 14 marzo al 23 luglio alla Gam e al Castello di Rivoli: curata dal direttore Carolyn Christov-Bakargiev, con Elena Volpato, Marcella Beccaria, Elif Kamisli, propone oltre 200 opere realizzate da 150 artisti dalla fine del XVII secolo a oggi. Tra questi, oltre ai citati campioni dell’astrattismo e dello spazialismo, anche Giacomo Balla e i più recenti Gerhard Richter, Damien Hirst, Olafur Eliasson. Alla Gam si lavorerà già dall’estate per preparare il nuovo allestimento, cronologico e non più tematico, delle collezioni permanenti: curato da Christov- Bakargiev, dovrebbe essere pronto entro la fine dell’anno. Parte a marzo anche la mostra a cura di Paolo Del Vesco e Giuseppe Moiso che ricostruisce all’Egizio la prima missione archeologica italiana, guidata dal 1903 al 1920 da Ernesto Schiaparelli, scopritore della tomba di Nefertari, la consorte di Ramesse II, e della tomba di Kha, perfettamente intatta e con un ricco corredo funerario. Palazzo Madama presenta a maggio una mostra sull’ebanista di corte Pietro Piffetti, autore di preziosi mobili intarsiati, in autunno sarà la volta di “Odissee”, rassegna a cura del direttore Guido Curto su viaggi, pellegrinaggi e migrazioni nell’arte, con opere dalle raccolte del museo e da musei internazionali. Camera e il Teatro Regio, in collaborazione con Spazio Ersel, presentano dal 12 gennaio un “Omaggio” a Paolo Ventura, autore dei materiali di scena dei “Pagliacci” di Leoncavallo, dalla settimana prossima in piazza Castello con la regia di Gabriele Lavia. Ancora teatri, con scatti ripresi in varie città italiane, al centro delle fotografie del giapponese Hiroshi Sugimoto, da febbraio alla Fondazione Sandretto. Il 1° dello stesso mese prende il via al Museo Accorsi la mostra “Dal Futurismo al ritorno all’ordine”, con dipinti dal 1910 al 1920; il 16 apre al Museo Fico, a cura di Claudio Cerritelli, “Bruno Munari. Artista totale”, retrospettiva che documenta attraverso disegni, progetti, collage, dipinti, sculture, libri, oggetti di industrial design, l’attività creativa di un personaggio che credeva in un grande progetto di sintesi delle arti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2016

Mercatini di Natale: dove trovarli!

di Alberto Garbin

Anche quest'anno si rinnova l'appuntamento con i tanto attesi mercatini di Natale che ci accompagneranno per il mese di Dicembre. Di seguito i mercati che si svolgeranno in Torino e nella provincia. A Torino: Crhistmas Shop, in Piazza Solferino 9. Dall'8 novembre al 23 dicembre. Il gusto del Natale, al Borgo Medioevale all'interno del Parco del Valentino, dall'8 all'11 dicembre. Il Mercato di Natale Adisco, in Via Lagrange 5, dal 7 novembre fino al 25 dicembre. Il mercatino all'interno del Cortile del Maglio, dal 2 al 23 dicembre. Il mercato di Piazza Carlo Felice, dal 1 dicembre al 1 gennaio. Il mercatino di Piazza Castello, dal 1 dicembre al 15 gennaio. Mercatino e cibo di strada in Piazza Statuto, dal 5 al 23 dicembre. In Provincia di Torino: Il mercatino di Natale e spettacoli vari a Venaria Reale, dal 3 dicembre all'8 gennaio. Natale è Reale a Stupinigi, dal 2 all'11 dicembre. Xmas Village a LeGru di Grugliasco, dal 12 novembre all'8 gennaio. Il mercatino di Natale a Rivarolo, dal 2 al 23 dicembre. Il mercatino di Natale di Ivrea, dall'8 al 18 dicembre. Il mercatino di Natale di Sestriere, dal 29 dicembre al 3 gennaio.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2016

Il Museo Egizio a Catania?

di Alberto Garbin

La notizia era già in circolazione da diverso tempo ma solo adesso è diventata ufficiale. Ovvero che una parte dei reperti archeologici del Museo Egizio di Torino andranno a dare vita ad un nuovo museo Egizio, questa volta però a Catania. Il sindaco del capoluogo Etneo, in presenza del Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, ha confermato l’apertura del museo entro Aprile 2017. Il museo ospiterà, non solo riproduzioni di reperti esposti a Torino, ma anche nuovi reperti originali che non trovano posto nel museo egizio del capoluogo Piemontese. Saranno ospitati in un’ala del recentemente restaurato ex Convento dei Crociferi di Catania, situato nell’ononima via, all’interno del centro storico, già Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Per maggiori informazioni vi preghiamo di contattare i colleghi della redazione di Catania.

Leggi tutto    Commenti 0