Articolo
11 mar 2020

Parco Valdocco: aggiornamenti

di Alessandro Graziano

Approfittando delle giornate di sole siamo andati a fare un sopralluogo fotografico del futuro Parco Valdocco Il parco a forma dil triangolo  è delimitato da Corso Principe Oddone-CorsoMortara e dal fiume Dora e fa parte del più esteso Parco Dora. Si tratta dell'ultima fase di sistemazione a verde di quelle che erano ex aree industriali diventate negli anni aree di svago, tempo libero e natura. In particolare su corso Mortara è stato creato un nuovo marciapiedi e demolita gran parte della recinzione. L'ingresso principale avverrà proprio da qui, in asse con il percorso pedonale che passerà dal ponte-pensile sulla Dora. E' ben visibile dalle foto la collinetta artificiale dove verranno collocate attrezzature sportive. Risultano inoltre installate le inferriate sul lungo fiume. Dalla visita esterna del cantiere è chiaro che sia da corso Principe Oddone che da via Livorno ci saranno altri ingressi al parco.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 feb 2020

Metro di Torino | Stazione Collegno Centro: spostamento del cantiere

di Fabio Nicolosi

Terminata la fase di spostamento dei sottoservizi (acqua, luce, gas, telefonia) a partire dal 24 Febbraio si effettuerà lo spostamento del cantiere sulle carreggiate centrali di corso Francia per permettere la costruzione del corpo stazione e degli accessi alla fermata “Collegno Centro”. L’area di cantiere occuperà le carreggiate centrali di corso Francia da via XI Febbraio a via Regina Giovanna. La viabilità sarà sempre garantita per tutta la durata dei lavori, con una corsia per senso di marcia lungo i lati esterni del cantiere. Sebbene sia un tratto di soli 70 metri, è possibile che si genereranno disagi nel traffico affollato nelle ore di punta di corso Francia, almeno fino a dicembre 2022 quando si riaprirà il corso. Quella che verrà realizzata vicino al mercato di Santa Maria sarà la fermata stazione Collegno Centro, che seguirà a stazione Certosa e precederà le stazioni Leumann e Cascine Vica, la prima sul territorio di Rivoli, sempre su corso Francia all’altezza del centro Bonadies. Uno scavo in totale di 3,4 chilometri per realizzare le quattro fermate. E il costo dell’opera sarà di 272 milioni di euro, più 8 nuovi treni per altri 57 milioni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 dic 2019

SkyUp Airlines debutta con il suo primo volo da Kyiv a Torino

di Mobilita Torino

Il 12 dicembre 2019 SkyUp Airlines debutta con il suo primo volo da Kyiv a Torino. Sarà ora possibile volare due volte a settimana (giovedì e domenica) dalla capitale dell’Ucraina all’importante centro economico e industriale d’Italia. “Oggi abbiamo fatto un altro passo nell’implementazione del nostro programma strategico di sviluppo del network. Torino diventa la quarta destinazione della compagnia aerea SkyUp in Italia. Da ora in poi, gli ucraini hanno l’opportunità di esplorare un’altra regione d’Italia e scoprire nuove città in questo incredibile Paese. Allo stesso tempo, è importante per noi aprire l’Ucraina al mondo. Siamo lieti che ora saremo in grado di mostrare la nostra capitale ai residenti piemontesi. Kyiv è una delle città più antiche d’Europa, ricca di siti storici e culturali. Allo stesso tempo, la città è moderna e dinamica”, ha affermato Yevhenii Khainatskyi, Chief Executive Officer di SkyUp Airlines. “Siamo molto soddisfatti di accogliere SkyUp Airlines come nuova compagnia aerea nel nostro scalo. Con il volo diretto per Kyiv si amplia il ventaglio di destinazioni low-cost da Torino, offrendo la possibilità di un nuovo collegamento a tutti coloro che per motivi di turismo o di lavoro desiderano recarsi in Ucraina. Il volo serve, inoltre, l’ampia comunità ucraina presente in Piemonte, che conta oltre 10mila cittadini residenti, e faciliterà le imprese del nostro territorio che hanno legami commerciali con questo interessante mercato”, ha dichiarato Andrea Andorno, Amministratore Delegato di Torino Airport. “Il 12 dicembre 2019 è una giornata molto importante per la comunità degli ucraini che vivono in Piemonte e non solo per loro, ma anche per le aziende ed imprenditori piemontesi che potranno con più facilità viaggiare in Ucraina e prendere contatti commerciali ed imprenditoriali”, ha sottolineato il Console Onorario di Ucraina in Piemonte, Dario Arrigotti, il giorno dell’inaugurazione del collegamento diretto effettuato dalla compagnia SkyUp Airlines tra Torino e Kyiv.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 apr 2019

Torna il treno a vapore da Torino a Castigliole d’Asti

di Mobilita Torino

Da Torino al cuore delle Langhe e del Monferrato in treno a vapore. Domenica 14 aprile tornano i treni storici e turistici sulla linea turistica Asti – Castagnole delle Lanze - Nizza Monferrato riaperta all’esercizio ferroviario turistico a novembre 2018. L’iniziativa è della Regione Piemonte che ha commissionato alla Fondazione FS Italiane un nutrito programma di treni storici per tutto il 2019. La partenza è in programma alle 9.30 dalla stazione di Torino Porta Nuova, fermate intermedie a Torino Lingotto (9.39), Asti (10.45) e arrivo a Motta di Costigliole alle 11.07. A Costigliole d’Asti i passeggeri del treno storico potranno visitare Ortogiardinovivo la tradizionale grande rassegna della valle del Tanaro con degustazioni di prodotti tipici del territorio. Possibilità di escursioni a piedi dalla stazione percorrendo antiche strade medievali. Inoltre, sarà inoltre possibile visitare mostre, cantine, il castello e il borgo antico. Il comune di Costigliole d’Asti metterà a disposizione dei passeggeri del treno storico un servizio bus navetta per raggiungere agevolmente i luoghi di interesse e per il successivo ritorno alla stazione. Il treno di ritorno per Torino partirà da Motta di Costigliole alle 17.06 con arrivo ad Asti alle 17.27 e a Torino Porta Nuova alle 18.00. I biglietti si potranno acquistare prima di salire a bordo del treno storico, o direttamente a bordo, rivolgendosi al personale in divisa Trenitalia e saranno garantiti in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Informazioni dettagliate sul sito fondazionefs.it o consultando la pagina Facebook ufficiale della Fondazione FS Italiane.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 mar 2019

Wizz Air lancia un nuovo volo Torino-Cracovia e aumenta le frequenze per Bucarest

di Mobilita Torino

Un nuovo volo per la Polonia nel network dell’Aeroporto di Torino in livrea Wizz Air. La principale compagnia low cost dell’Europa Centro-orientale lancia dal prossimo 3 agosto il collegamento Torino-Cracovia, aumentando gli impegni sullo scalo piemontese e consentendo un collegamento durante tutto l’anno tra il Piemonte e la Polonia. Il volo Torino-Cracovia avrà frequenza bisettimanale, con operatività nei giorni di martedì e sabato. La programmazione prevede la partenza da Cracovia alle ore 18:30 e arrivo a Torino alle ore 20:25; la partenza da Torino è invece prevista alle ore 21:00, con arrivo nella destinazione polacca alle ore 22:55. Le vendite sono aperte a partire da oggi, 20 marzo, con tariffe da 19,99 euro, disponibili sul sito internet della compagnia wizzair.com o sulla app del vettore. L’annuncio del nuovo collegamento di Wizz Air da Torino per Cracovia si affianca a ulteriori impegni che la compagnia aerea mette in campo sullo scalo piemontese. A partire dal prossimo 23 maggio, infatti, la low cost aumenta le frequenze del collegamento Torino-Bucarest: il servizio diventa trisettimanale, con l’aggiunta di una frequenza il giovedì, oltre a quelle già in essere del martedì e del sabato. Cracovia rappresenta un polo di crescente appeal turistico per il mercato leisure: la seconda città polacca, oltre che ex-capitale del Paese, è oggi un importante polo culturale, artistico e universitario e il suo centro storico è inserito tra i luoghi Patrimonio UNESCO dal 1978. Per quanto riguarda il segmento business travel, la destinazione risulta interessante in particolar modo per quel che riguarda il settore automotive. L’orario di volo schedulato sulla direttrice Torino-Cracovia permette infatti ai passeggeri che si spostano per motivi di lavoro una comoda partenza in orario serale in entrambe le direttrici

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2019

Attenzione: 8 marzo sciopero di 24 ore del Trasporto Pubblico locale

di Alessandro Graziano

Il Comune di Torino sospende la Ztl centrale venerdì 8 marzo, in concomitanza con lo sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale indetto dall’Ugl Autoferrotranvieri. Lo rende noto l’amministrazione comunale. Resteranno in vigore, come di consueto, i divieti previsti nelle vie e corsie riservate al trasporto pubblico, nelle zone pedonali, nella Ztl Area Romana e Valentino. GTT GARANTITA'  IL SERVIZIO NELLE SEGUENTI FASCE ORARIE: Autolinee extraurbane e Servizio Ferroviario (sfm1 – Canavesana e sfmA – Torino–Aeroporto–Ceres): da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30 Servizio URBANO e SUBURBANO e METROPOLITANA: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00 Per quanto riguarda Trenitalia dalle ore 00.00 alle ore 21.00 di venerdì 8 marzo 2019 è stato indetto uno sciopero nazionale del personale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. Per quanto riguarda i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 . Si prevede inoltre l’effettuazione di ulteriori servizi, con particolare attenzione alle relazioni a maggiore traffico viaggiatori. Sarà inoltre garantito il servizio Leonardo express fra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino. I treni ad alta velocità invece  circoleranno regolarmente. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 feb 2019

Chivasso: nuova stazione AV ?

di Alessandro Graziano

Sopralluogo nel punto in cui dovrebbe sorgere la nuova stazione ferroviaria tra la linea Torino-Aosta e la linea ad Alta Velocità Alla presenza del vicesindaco della città metropolitana Marocco e con gli assessori ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco, della Regione Valle d’Aosta Luigi Berstchy e con esponenti della IV Commissione del Consiglio regionale della Valle d’Aosta il 25 Gennaio si è svolto un sopralluogo sul terreno a nord ovest di Chivasso, all’intersezione tra la linea Torino-Aosta e la linea ad Alta Velocità, dove dovrebbe essere costruita la nuova stazione. Un progetto importante perché collegherebbe il nodo di Chivasso alla rete nazionale dell’Alta Velocità con la stazione di interscambio Porta Canavese, Monferrato e Valle D’Aosta e dando modo alle linee da Aosta, da Asti e da Casale di essere parte integrante di un sistema trasportistico di alto livello potremo avviare un piano di rilancio delle ferrovie Aosta-Chivasso, Asti-Chivasso e Casale-Chivasso. Si potrebbe arrivare ad una mobilità locale ma anche nazionale capace di veicolare il traffico pendolare, il traffico della media e lunga distanza compreso quello turistico verso Valle d’Aosta, Canavese e Monferrato. Per Marco Marocco la stazione di Porta, però, è strettamente collegata al potenziamento della linea Torino-Ivrea-Aosta in parte a binario unico e da Ivrea ad Aosta a singolo binario non elettrificato: «Servono investimenti per potenziare la ferrovia Chivasso-Aosta e ridurre drasticamente il tempo di sosta a Chivasso, anche con le opportune modifiche del percorso. I miglioramenti della rete ferroviaria sono indispensabili per offrire a cittadini ed imprese del Canavese, della Valle d’Aosta e del Monferrato un servizio che risponda alle loro necessità: “ Sicuramente un progetto così importante come una stazione di interscambio Alta Velocità - trasporto pendolare regionale e metropolitano non può essere progettata a caso e deve prevedere un potenziamento dei trasporti a rete, costituendo così un vero nodo intermodale della mobilità!

Leggi tutto    Commenti 2