Articolo
16 ott 2017

Il futuro del quartiere Aurora passa per le Officine Grandi Motori

di Alessandro Graziano

  Il vicesindaco Guido Montanari, assieme al capo dello sviluppo di Esselunga, Cesare Boiocchi, ha illustrato il progetto di pre-fattibilità che interesserà la riqualificazione dell'area delle Officine Grandi Motori Presentato un piano non ancora definitivo, che sarà oggetto di una variante urbanistica, in quanto bisogna che il proponente, cioè Esselunga, elabori un progetto definitivo all'amministrazione, il quale dovrà provvedere  una variante urbanistica da parte del Comune, che richiederà vari mesi per l'elaborazione.  Nel quadrilatero di Aurora delimitato da corso Vercelli, via Cuneo, via Damiano e corso Vigevano, chiamato «Lingottino», bellissimo esempio di architettura industriale oggi abbandonato al degrado, vedremo sorgere una residenza per studenti. Circa 400 posti letto. A Torino, ricorda Montanari, «ci sono 100mila universitari su cui stiamo puntando moltissimo». Alle spalle dell'edificio storico del  Lingottino, sempre all'interno del lotto nord, sorgeranno poi alcune attività commerciali, e non un centro commerciale come nel progetto originario, e soprattutto un hub destinato all'e-commerce di Esselunga, ovvero un centro di smistamento , dove verrano stoccate le merci acquistate online per poi essere consegnate a casa. Molto diverso dunque dal progetto iniziale del colosso lombardo, che avrebbe voluto insediare un grande centro commerciale. Precisa Boiocchi: «L'area ex OGM è per noi un progetto molto importante, ma andranno ridefiniti i termini dell'accordo». Esselunga è sì l'azienda promotrice, ma gestirà solamente 22mila metri quadrati dei 70mila totali interessati dalla riqualificazione. Le novità più interessanti riguardano comunque il lotto sud, che dovrebbe essere attraversato da un’area pedonale e ciclabile e suddiviso in due parti: da un lato una parte residenziale con 150/200 alloggi, dall’altro esempi di social housing per persone a basso reddito e uno spazio di coworking. Il tutto unito da una o più piazze smart, cioè tecnologicamente intelligenti, sulla falsariga dell'esperimento di piazza Risorgimento: con un info point, dotate di wifi gratuito, panchine in grado di generare musica, app che monitorano i consumi di energia e i parametri ambientali, molto verde. E' stata data massima attenzione al coinvolgimento dei residenti, cioè al concetto di comunità: si parla di una app di quartiere, come già in fase sperimentale a Milano, dove si approcciano book crossing, scambio di oggetti di uso comune come il trapano, e addirittura un’area dove raccontare favole ai bambini. Importanti saranno le operazioni di bonifica dopo decenni di lavorazioni industriali hanno rilasciato metalli pesanti e cancerogeni: nel 2015 un esposto dei consiglieri Maurizio Marrone e Patrizia Alessi di Fratelli d’Italia sul tema aveva attirato l’attenzione del pm Guariniello. I tecnici dell'Arpa avevano trovato, nella zona nord, cisterne e vasche interrate di cui una con un prodotto a base di idrocarburi, e nella zona sud persino tracce di cromo esavalente.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 ott 2017

Da oggi info personalizzate real time anche per i pendolari del Piemonte

di Mobilita Torino

Da oggi grazie alle nuove funzioni infopush dell’App gratuita Trenitalia anche i pendolari del Piemonte saranno informati dal loro device mobile sulle cause di un eventuale ritardo, sulle previsioni di ripristino della normalità e sulle soluzioni alternative disponibili. È così possibile per tutti i passeggeri dei circa 800 treni regionali gestiti ogni giorno da Trenitalia in Piemonte, essere informati automaticamente, all’ora richiesta, sull’andamento del proprio treno e ricevere le informazioni sulle condizioni delle linee prescelte, permettendo di sapere, con un anticipo fissato dal cliente, se la circolazione è interrotta o perturbata. Inoltre, con la nuova funzione dell’App, ogni singolo evento che determini ritardi superiori ai 15 minuti o stop alla circolazione dei treni che si è chiesto di monitorare (fino a quattro) verrà subito segnalato e motivato. Le novità digitali di Trenitalia sono state presentate questa mattina a Torino da Maria Annunziata Giaconia, Direttore Divisione Passeggeri Regionale, insieme al Direttore Regionale Piemonte di Trenitalia, Francesca Raciti. Ha partecipato l’Assessore Infrastrutture e Trasporti della Regione Piemonte, Francesco Balocco. Lo sviluppo di attività di smart caring si inserisce all’interno del Piano Industriale 2017 - 2026 del Gruppo FS Italiane, costruito su cinque grandi pilastri fra i quali la Digital Travel Experience, basata sull’offerta di comodi strumenti che accompagnino i clienti in tutto il viaggio. Non c’è solo la tecnologia alla base del nuovo approccio di smart caring di Trenitalia. Fondamentale è la control room regionale integrata dove la presenza di operatori di tutti i principali settori - gestione equipaggi, manutenzione dei convogli e rapporti con i clienti - consente la condivisione immediata delle informazioni per anticipare eventuali criticità e ridurre i tempi di intervento in caso di eventi imprevedibili, fornendo inoltre comunicazione al cliente in tempo reale. CONTROL ROOM REGIONALE INTEGRATA DI TORINO LINGOTTO La control room regionale integrata di Torino segue ogni giorno circa 800 treni ed è presenziata 24 ore su 24. Al suo interno attualmente ci sono 16 postazioni operative: una per il coordinatore di sala, due per il monitoraggio dei  convogli in viaggio e  tre per l’informazione a bordo e le attività di smart caring e assistenza ai clienti, quattro per la composizione degli equipaggi e la predisposizione dei documenti di bordo, cinque per la gestione del parco mezzi e come interfaccia con le officine di manutenzione e una per la verifica e l’analisi dei dati di circolazione. La control room è collocata all’interno della sala di comando e controllo del traffico ferroviario di Rete Ferroviaria Italiana, per una funzionale ed efficace interazione anche con il gestore dell’infrastruttura.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2017

Il servizio di car sharing free floating a CAR2GO ed ENJOY

di Alberto Garbin

Car2go ed Enjoy gestiranno il servizio di auto in condivisione senza stazioni fisse di prelievo e deposito del mezzo anche per i prossimi 3 anni. Entrambe le società assicureranno l’operatività della propria flotta (complessivamente oltre 750 veicoli) in un’area superiore a quella richiesta dal bando. Il nuovo servizio (la precedente connessione, scaduta ad aprile, è stata prorogata a fine ottobre) partirà il 1 novembre. Fonte: Comunicati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2017

Regione Piemonte, nuove risorse per le piste ciclabili

di Mobilita Torino

Il 25 settembre la Giunta regionale del Piemonte ha approvato, per il Piano annuale per la sicurezza stradale, nuovi fondi per le piste ciclabili e per i progetti rivolti agli studenti. Per quanto riguarda le piste ciclabili, i criteri individuati per l’assegnazione dei fondi, che saranno oggetto di un bando specifico, definiscono interventi con interesse sovra-comunale, percorsi funzionali alla mobilità sistematica, al pendolarismo o a servizio di nodi di interesse collettivo, nonchè percorsi che mettano in collegamento le stazioni e le fermate del trasporto pubblico locale con la rete ciclabile. La Regione interverrà con 10 milioni di euro per assegnare un cofinanziamento fissato nella misura massima del 60% del costo dei progetti presentati da Comuni con popolazione inferiore a 10.000 abitanti, Unioni di Comuni e da Comuni in forma associata e del 50% per i progetti presentati da Comuni oltre i 10.000 abitanti, Città metropolitana e Province. Gli interventi dovranno richiedere un importo complessivo superiore a 200.000 euro e fino ad un tetto di contributo regionale massimo di 1,5 milioni. I percorsi dovranno garantire la messa in sicurezza del traffico ciclistico, privilegiando di norma soluzioni che comportino il disimpegno della sede stradale da parte dei ciclisti. Come ricorda l’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, “queste risorse si aggiungono agli 800.000 euro assegnati quest’anno per le piste ciclabili e ai 2 milioni già a bilancio, a testimonianza degli sforzi compiuti per una rete ciclabile realmente fruibile ed integrata”. "Questa delibera - ha aggiunge l’assessora al Turismo, Antonella Parigi -consentirà di finanziare nuovi tratti di percorsi ciclabili e/o ciclopedonali, sulla base degli studi di fattiblità finanziati nel 2015, permettendo di aumentare le possibilità di fruizione del territorio in bicicletta, in particolare da parte di turisti e visitatori”. Nella stessa delibera sono stati stanziati 162.000 euro per l’avvio di un programma di promozione della mobilità sicura casa-scuola, alternative all’automobile, e per la realizzazione di iniziative di bicibus e pedibus. Il finanziamento sarà pari al 100% delle spese ritenute ammissbili con un minimo di 2000 euro ed un massimo di 7000. “Sono soluzioni - puntualizza l’assessora all’Istruzione, Gianna Pentenero - semplici e razionali per l’educazione dei ragazzi verso scelte di mobilità più sostenibili, favorendo una riduzione del traffico in prossimità dei plessi scolastici e dei fattori di rischio correlati, tra cui l’incidentalità”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 set 2017

A Palazzo Civico un nuovo punto di ricarica per auto elettriche

di Mobilita Torino

Anche Palazzo Civico ha il suo punto di ricarica per le auto elettriche.  Il taglio del nastro, questa mattina, con la sindaca Chiara Appendino, l’assessora alla Viabilità e Trasporti Maria Lapietra e il fondatore e presidente di Route220, Franco Barbieri, accompagnato dal responsabile commerciale Fabrizio Vallero.  Il nuovo punto di ricarica realizzato nel cortile interno del municipio si aggiunge alle 10 colonnine, inaugurate domenica dalla società milanese, per un totale di 22 stalli che fanno di Torino la prima città italiana in termini di qualità di servizio offerto per la mobilità elettrica.  "E’ la testimonianza della volontà da parte di questa Amministrazione di creare infrastrutture che consentano ai possessori di auto elettriche di rifornirsi nel modo più facile e veloce possibile – commenta la sindaca Chiara Appendino, pronta subito a rilanciare – . Inoltre stiamo lavorando per dotare Torino di un impianto utile alla ricarica di biciclette e a chi si muove con la carrozzina elettrica, facendo così anche un passo avanti verso la libertà di movimento di tutti”. L’obiettivo, dunque, è di dare spazio a nuove installazioni di punti di ricarica, non più dedicati solo alle auto elettriche, ma anche a biciclette e carrozzine per disabili: un primo prototipo sarà installato in via sperimentale nelle prossime settimane.Intanto la Città pare aver ben accolto la novità delle colonnine di ricarica: “Nel weekend sono stati in 150 a rifornirsi nei 10 punti cittadini – spiega il presidente di Route220, Franco Barbieri -, per il 60 per cento utenti provenienti da fuori città e il 30 per cento addirittura dall’estero”. Le 10 colonnine sono situate in piazza Arbarello, corso Bolzano, piazza Castello, piazza CLN, via Porta Palatina, piazza Solferino, piazza Statuto, corso Turati, via Plana e corso Vittorio Emanuele II.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 set 2017

GTT, TOBIKE e CAR2GO insieme per promuovere il trasporto intermodale nell’area metropolitana di Torino

di Mobilita Torino

Dal 20 settembre, novità assoluta nel panorama italiano, il Progetto “Speciale Aziende”, promosso da GTT e rivolto ad aziende pubbliche e private che acquistano a condizioni agevolate abbonamenti al trasporto pubblico per i propri dipendenti, sarà arricchito dalla nuova collaborazione con ToBike e car2go. Le aziende potranno così offrire ai propri dipendenti nuove offerte relative ai servizi di mobilità sostenibile. Andare al lavoro sarà più facile perché si potranno alternare i mezzi pubblici con l’auto e la bicicletta. Tre modalità di spostamento con una sola convenzione. Fino ad oggi hanno aderito al progetto “Speciale Aziende” 50 aziende pubbliche e private (tra cui Ikea Collegno, Rai, Allianz, Camera di Commercio e Università degli Studi di Torino) per un totale di 9.000 abbonamenti. ToBike è un servizio di biciclette in abbonamento che offre l’opportunità di spostarsi in modo veloce, autonomo e sostenibile. Le aziende che aderiranno alla convenzione Speciale Aziende GTT avranno diritto ad acquistare, per i loro dipendenti, un abbonamento annuale ToBike al prezzo scontato di 23 € anzichè 30. Inoltre, saranno omaggio l’assicurazione RCT del valore di 5 € e una ricarica di 2 €. L’abbonamento sarà ricaricato sulla tessera BIP e consentirà di prelevare la bicicletta in una delle stazioni ToBike e riconsegnarla in un’altra postazione, a meta raggiunta. car2go è un servizio di carsharing free-floating, ovvero che consente di prendere e lasciare l’auto in un qualsiasi parcheggio pubblico della città entro l’area operativa del servizio. L’intero processo di noleggio avviene tramite l’app per smartphone. Tutti i vantaggi di un’auto, senza oneri e spese di gestione. Sono, infatti, inclusi nel costo del servizio il parcheggio sulle strisce blu, accesso in area ZTL, rifornimento e assicurazione. I dipendenti delle aziende che aderiranno alla convenzione Speciale Aziende GTT potranno iscriversi gratuitamente al servizio car2go (risparmiando 9 €) e riceveranno un credito omaggio del valore di 5 € di guida. Sarà possibile registrarsi direttamente dal sito www.car2go.com inserendo il codice promozionale dedicato alla convenzione. Con l’account realizzato sarà poi possibile utilizzare il servizio in tutte le 14 città europee in cui opera. Tutte le informazioni sulla nuova convenzione sul sito internet www.gtt.to.it (nella sezione Biglietti e Abbonamenti - Abbonamenti - Speciale Aziende ed Enti).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2017

Ecco WETAXI, il nuovo servizio per prenotare e condividere un taxi.

di Alberto Garbin

Da oggi con Wetaxi, la prima app che permette di prenotare e condividere il taxi in tempo reale, per i cittadini di Torino sarà più semplice ed economico spostarsi da e per l’Aeroporto Internazionale di Caselle: prenotando il taxi tramite l’applicazione nelle fasce orarie comprese tra le 6 e le 10 e tra le 16 e le 20 sarà sempre garantito uno sconto sulle corse pari al 50%. Raggiungere l’aeroporto in taxi sarà più facile, economico e veloce grazie a Wetaxi, la prima app che permette di prenotare e condividere il taxi in tempo reale. Da oggi tutti gli utenti Wetaxi potranno prenotare un viaggio da e per l’aeroporto Sandro Pertini di Torino-Caselle con uno sconto garantito pari al 50% nelle fasce orarie comprese tra le 6 e le 10 e tra le 16 e le 20. Per condividere un taxi da e verso l’aeroporto, basterà aprire l’app Wetaxi, selezionare “condividi il taxi”, inserire l’indirizzo di partenza o destinazione e scegliere la fascia oraria di interesse. Sarà l’applicazione stessa a trovare gli altri passeggeri con cui dividere la corsa e comunicherà all’utente, almeno mezz’ora prima, l’esatto orario di partenza. Il prezzo verrà comunicato in anticipo e con uno sconto fisso del 50%, sia che si riesca a viaggiare in compagnia sia che si viaggi da soli. Il servizio di Wetaxi, startup del Politecnico di Torino, ha preso il via nel capoluogo piemontese grazie alla collaborazione con Taxi Torino, che unisce le storiche cooperative torinesi Radio Taxi 5730 e Pronto Taxi 5737. “Con Wetaxi vogliamo trasformare il servizio di trasporto urbano, garantendo trasparenza e semplicità”, spiega Massimiliano Curto, CEO della startup torinese. Wetaxi consente infatti di prenotare gratuitamente il taxi con pochi click sullo smartphone specificando giorno e ora, di avere il calcolo della tariffa in anticipo inserendo punto di partenza e di destinazione, di controllare gli spostamenti del taxi in tempo reale e di pagare tramite app oppure direttamente a bordo. In più, l’applicazione permette di condividere la corsa e risparmiare ulteriormente, non soltanto in termini economici ma anche ambientali, abbattendo le emissioni nocive di CO2 in atmosfera. Chi è Wetaxi Wetaxi è l'applicazione nata per trasformare il servizio di trasporto urbano garantito dai taxi. L'app consente di prenotare gratuitamente un taxi tramite smartphone e di condividere la corsa con altri clienti, assicurando il calcolo della tariffa in anticipo e permettendo di controllare gli spostamenti del taxi in tempo reale. Il pagamento può avvenire tramite app oppure a bordo. La startup è nata all'interno di I3P Incubatore del Politecnico di Torino; il team è costituito da giovani ricercatori e professori dell'ateneo torinese. Maggiori informazioni su www.wetaxi.org Ufficio stampa Wetaxi: Press Play – Comunicazione e pubbliche relazioni - www.agenziapressplay.it Alessandro Tibaldeschi | +39 333 6692430 | ale@agenziapressplay.it Matteo Nardi | +39 333 5687925 | matteo@agenziapressplay.it

Leggi tutto    Commenti 0