Articolo
31 ago 2020

Metropolitana | Ripristinato il servizio tra Porta Nuova e Lingotto con temporanea variazione orari

di Fabio Nicolosi

A partire da martedì 1° settembre torna regolare il servizio della Metropolitana da Porta Nuova a Lingotto sospeso da fine luglio. Si è infatti conclusa positivamente la fase di verifica della linea con il cosiddetto “pre-esercizio” per consentire la circolazione dei treni sull’intera tratta “Fermi-Lingotto”. In via temporanea dal 1° al 14 settembre, per consentire alcune verifiche tecniche varierà l’orario del servizio: dal lunedì al venerdì 5.30 - 22.00 (con ultime partenze alle 21.10 da Fermi e alle 21.35 da Lingotto), sabato 5.30 - 00.30 e domenica 7.00 - 00.30 (con ultime partenze alle 23.40 da Fermi e alle 00.05 da Lingotto). Nei giorni feriali sarà attivo un servizio bus sostitutivo sull’intero percorso Fermi-Lingotto a partire dalle 22.00 e fino alle 0.30. La ripresa dell’esercizio su tutta la tratta avviene a seguito della fine dei lavori di collegamento tra la tratta già in esercizio e la tratta “Lingotto-Bengasi”, in fase di costruzione e che erano iniziati lo scorso 27 luglio. I lavori svolti in galleria hanno riguardato l’integrazione del sistema tra le due tratte: tra gli interventi principali la posa delle vie di corsa, delle cosiddette “correnti forti” necessarie per l’alimentazione dei treni, delle “correnti deboli” che servono per alimentare le luci in galleria e in stazione e la posa del “tappetino” che funge da interfaccia tra il treno e il sistema per consentire la guida automatica dei veicoli. Sono proseguiti regolarmente anche i lavori nelle stazioni dove sono state ultimate le finiture a parete ed è stata avviata la posa dei pavimenti ed il montaggio delle strutture di supporto delle porte di banchina.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2020

Dal 27 luglio al 31 agosto servizio metro limitato da Fermi a Porta Nuova

di Mobilita Torino

A partire da lunedì 27 luglio e fino a lunedì 31 agosto, il servizio della Metropolitana da Porta Nuova a Lingotto verrà sospeso per permettere il collegamento della tratta “Fermi-Lingotto” con la tratta “Lingotto-Bengasi” in fase di costruzione. I lavori che verranno svolti in galleria consistono nell’integrazione del sistema tra le due tratte: tra gli interventi principali la posa delle vie di corsa, delle correnti forti necessarie per l’alimentazione dei treni, delle correnti deboli e la posa del “tappetino” che funge da interfaccia tra il treno e il sistema per consentire la guida automatica dei veicoli. Proseguono in contemporanea i lavori nelle stazioni dove sono in corso di ultimazione le finiture con la posa dei pavimenti. Da metà agosto fino a metà novembre inizierà il montaggio delle porte di banchina. Si prevede che i lavori di costruzione del prolungamento a Bengasi termineranno nel mese di gennaio 2021 con l’avvio del servizio ad aprile 2021. La sospensione della tratta viene effettuata durante il mese di agosto in modo da limitare il disagio agli utenti e permettere una migliore gestione del servizio di superficie. Nella tratta Lingotto – Porta Nuova, in sostituzione della Metropolitana, sarà possibile viaggiare con le linee bus 1 e 35 che saranno appositamente prolungate per consentire ai passeggeri l’interscambio con la metro: da piazza Carducci proseguono per via Nizza, corso Vittorio Emanuele II, piazza Carlo Felice e ritorno. Effettuano le fermate presenti su via Nizza in corrispondenza delle stazioni metro Dante, Nizza e Marconi e la fermata di corso Vittorio Emanuele II davanti alla stazione di Porta Nuova FS. Entrambe le linee, servite con autobus lunghi, saranno potenziate e garantiranno sull’asse di via Nizza un passaggio ogni 7 minuti. Rimane regolare il servizio della Metropolitana da Fermi a Porta Nuova con il seguente orario: lunedì 5.30 – 22.00 (ultima partenza da Fermi 21.30 e da Porta Nuova 21.45); martedì-sabato 5.30 – 00.30 (ultima partenza da Fermi 00.00 e da Porta Nuova 00.15); domenica e festivi 7.00 – 00.30 (ultima partenza da Fermi 00.00 e da Porta Nuova 00.15).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 giu 2020

Cantieri aree commerciali a Porta Nuova

di Alessandro Graziano

Continuano i lavori di riorganizzazione e ristrutturazione degli spazi commerciali all'interno della Stazione di Torino Porta Nuova. Nello spazio biglietterie dove vi sono i locali destinati a Desigual si può vedere il layout finale di vetrine e le future rifiniture. Nel primo piano dove si trova Old Wild West si stanno realizzando nuovi spazi, divisori in acciaio e strutture vetrate. I lavori continuano anche nello spazio semi ciroclare occupato lato binari da Mc Donald's e lato uscita da Zuiki e altri. Il cantiere, come molti in città e in Italia, è stato fermo alcuni mesi causa emergenza sanitaria, ma potrebbe vedere il termine entro dicembre 2020. Tutto tace invece per gli spazi commerciali vuoti nella nuova stazione di Porta Susa, di fatto un deserto commerciale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 nov 2019

Approvata convenzione per un Bici Park a Porta Nuova

di Mobilita Torino

Chi abbina la bicicletta al trasporto pubblico (treno, metro, autobus) o al car sharing per spostarsi da e verso Torino, o semplicemente non vuole lasciarla incustodita preferendo muoversi a piedi nel centro cittadino, entro la fine del prossimo anno potrà depositarla all’interno del ‘bici park’ che verrà costruito nella stazione di Porta Nuova. La Giunta Comunale ha approvato questa mattina la convezione con Grandi Stazioni Rail per la realizzazione, nell’ambito del progetto ‘Torino Mobility Lab’, di un parcheggio protetto per biciclette con almeno 100 posti. L’accesso alla struttura - aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7 – sarà automatizzato e si potrà entrare utilizzando una tessera magnetica o con tecnologia wireless. Nel ‘bici park’ troveranno posto almeno 5 postazioni per la ricarica delle bici elettriche e sarà anche possibile offrire agli utenti un servizio di ciclofficina, con funzioni di assistenza e piccole riparazioni. Parcheggiare la propria bicicletta non potrà costare più di 80 centesimi al giorno, mentre il presso dell’abbonamento mensile non dovrà superare i 12 euro. Sono previste agevolazioni per gli abbonati al trasporto pubblico. Il costo previsto per la realizzazione del ‘bici park’ è di 170mila euro, 40mila dei quali verranno trasferiti dalla Città di Torino a Grandi Stazioni Rail a titolo di cofinanziamento. “Per muoversi le persone mischiano sempre più i diversi mezzi di trasporto – spiega l’assessora Maria Lapietra - . La realizzazione del parcheggio custodito nella stazione di Porta Nuova, atteso da tempo, renderà più facile e sicuro l'interscambio tra la bicicletta e il trasporto pubblico e offrirà un ulteriore incentivo ai cittadini a preferire una mobilità intermodale.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 apr 2018

Partiranno a maggio i lavori di riqualificazione di Via Nizza

di Alberto Garbin

Presentato oggi a Palazzo Civico, in una riunione – presieduta da Damiano Carretto – delle Commissioni II e III del Comune di Torino e della Commissione IV della Circoscrizione 8, il progetto di riqualificazione dell’asse di via Nizza e della ciclopista da corso Vittorio Emanuele II a piazza Carducci. L’assessora ai Trasporti Maria Lapietra e gli uffici comunali hanno annunciato che i lavori – finanziati con il Piano Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020 – partiranno all’inizio di maggio 2018 e termineranno a novembre 2019. L’intervento – aggiudicato per € 2.031.910 (a cui si aggiungono migliorie del valore di circa € 300.000) – riguarda un’area di 50.000 mq e prevede la riqualificazione di circa il 90% dei marciapiedi (grazie anche alle migliorie proposte dall’azienda vincitrice della gara: la Bitux): 8.000 mq di marciapiedi riqualificati e 5.500mq di nuovi marciapiedi. Sono previsti 2.250 metri di pista ciclabile a senso unico di percorrenza e 1.200 metri di pista ciclabile a doppio senso di marcia. Saranno anche piantati 80 nuovi alberi. Il cantiere non sarà diviso in lotti, ma sono previste circa 30 fasi di avanzamento lavori, che coinvolgeranno al massimo due isolati per volta. Durante l’intera durata del cantiere non verrà mai bloccata la viabilità di via Nizza. Il progetto prevede la ri-distribuzione degli spazi pubblici, diminuendo quelli riservati alle auto, a vantaggio di ciclisti e pedoni. Ad esempio, nel tratto di via Nizza da corso Vittorio Emanuele II a via Berthollet, lo spazio pubblico – prima riservato per il 78% agli autoveicoli e l’21% ai pedoni (più i portici) – sarà così suddiviso: 48% autoveicoli, 31% pedoni (più portici) e 21% biciclette. Da largo Marconi a piazza Nizza, lo spazio sarà così ripartito: 45% autoveicoli; 40% pedoni, 15% biciclette (prima era: 79% autoveicoli, 21% pedoni). Da piazza Nizza a piazza Carducci, si passerà a 53% autoveicoli, 32,5 % pedoni, 14,5% biciclette (prima era: 72,5% autoveicoli, 27,5 % pedoni). È inoltre prevista la riduzione di circa 120 posti auto. Verranno anche adottati materiali e disegni per consentire anche a persone con disabilità l’immediata individuazione dei diversi percorsi (ciclabile, pedonale, ecc.). È prevista l’installazione di pannelli educativi sulla sicurezza stradale e di totem di segnalazione e cartelli per promuovere il commercio di zona. La Città ha inoltre annunciato che sta lavorando al prolungamento della pista ciclabile fino al Lingotto Fiere. FONTE: Comnucati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ott 2017

Nodo di Torino: nuovi sistemi di gestione del traffico ferroviario

di Mobilita Torino

Nuovi sistemi di gestione e controllo del traffico ferroviario tra Torino Porta Nuova e Torino Lingotto. Gli impianti ferroviari di Torino Stura e della tratta Porta Nuova - Lingotto sono ora centralizzati e gestiti direttamente dalla “torre di controllo” della circolazione ferroviaria piemontese di Torino Lingotto. Questo garantirà sia l’incremento degli standard di puntualità e regolarità della circolazione ferroviaria sia il miglioramento delle attività di manutenzione dell’infrastruttura e della qualità dei sistemi di informazione e comunicazione ai viaggiatori. L’attivazione dei nuovi impianti rappresenta un’ulteriore tappa del percorso di sviluppo dei sistemi di gestione e controllo del traffico ferroviario della direttrice Torino – Milano – Venezia. Investimento complessivo per il potenziamento tecnologico 770 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 mag 2017

Torino porte aperte: la scuola adotta un monumento!

di Alessandro Graziano

Nelle domeniche di maggio gli alunni di 53 scuole faranno da ciceroni nei nostri beni culturali Riscoprire magnifici tesori nascosti e solitamente inaccessibili al pubblico come la sala Gonin di Porta Nuova, ovvero la magnifica sala d'attesa progettata dall'ingegner Alessandro Mazzucchetti nel 1861 e affrescata a partire dal 1864 dal pittore Francesco Gonin. È questo l'obiettivo della ventesima edizione di Torino porte aperte che consentirà, nell'ambito del progetto «La scuola adotta un monumento, a 53 scuole coinvolte, primarie e secondarie cittadine e della provincia, di presentare al pubblico in una delle domeniche di maggio, i beni culturali scelti. La sala Gonin è stata adottata dagli studenti del liceo classico Massimo d'Azeglio, e sarà aperta domenica 21 maggio dalle 10 alle 18.  Altri monumenti e luoghi da visitare in questi weekend:  la Basilica di Superga, il quartiere Campidoglio, l'ex Collegio delle figlie dei militari, la fondazione Merz, Villa della Regina, il Polo del 900, il castello Malgrà e molti altri beni che non sempre sono aperti al pubblico e vale la pena visitare. Al termine del viaggio, alunni e alunne, come veri ciceroni, racconteranno ai visitatori le caratteristiche e gli aspetti iconografici, urbanistici, ambientali e sociali delle opere simbolicamente adottate.   Per info ecoc qui il pdf con il programma delle giornate http://www.comune.torino.it/iter/iniziative/la_scuola_adotta_un_monumento/pdf/programma_Torino_Porte_Aperte_2017.pdf

Leggi tutto    Commenti 0