Articolo
11 ott 2018

Partono da piazza Carlo Alberto i sondaggi per la redazione del progetto preliminare della Linea metro 2

di Mobilita Torino

Procedono le attività  per la redazione del progetto preliminare della linea 2 di metropolitana affidate dalla Città di Torino al raggruppamento d’imprese con capofila Systra. Si è conclusa l’ analisi preventiva sui fabbricati situati nelle aree su cui potrebbe svilupparsi il tracciato della linea, che ha permesso l’acquisizione dei dati generali degli edifici, delle loro caratteristiche morfologiche e storiche e delle caratteristiche strutturali. Sono inoltre conclusi i sondaggi geotecnici e ambientali lungo il percorso della linea sempre funzionali alla progettazione. I campioni prelevati sono stati utilizzati per determinare le caratteristiche meccaniche dei terreni interessati, ma anche il contenuto di sostanze inquinanti e l'altezza della falda nel sottosuolo. I dati raccolti saranno utilizzati per la definizione del tracciato definitivo, delle caratteristiche della galleria e delle strutture di stazione, ma anche per i monitoraggi ambientali durante le fasi di realizzazione dell'opera. Per garantire velocità e rispetto delle tempistiche in fase di realizzazione della linea 2 della metropolitana, è stata, inoltre, attivata la verifica preventiva dell'interesse archeologico. Dopo una prima fase di ricerche bibliografiche e d'archivio si sono individuate le aree a più alto potenziale archeologico in Piazza Carlo Alberto e dinanzi alla Stazione Ferroviaria di Porta Nuova. Verranno pertanto avviati, da questa settimana, i sondaggi archeologici al fine di verificare da subito la presenza di resti archeologici e di modulare conseguentemente la progettazione delle stazioni. Gli scavi inizieranno da piazza Carlo Alberto con due aree interessate dal cantiere, che saranno quella a sud,  sul lato di via Principe Amedeo e Palazzo Carignano e l’area opposta alla piazza, angolo via Cesare Battisti. Successivamente seguiranno alla Stazione Porta Nuova dove il cantiere sarà in adiacenza al fabbricato della Stazione lato via Nizza. La durata dei lavori sarà legata ai possibili rinvenimenti. Intanto domani, venerdì 12 ottobre 2018 alle ore 11,30, nella Sala Capigruppo di Palazzo Civico, si svolgerà il Diritto di Tribuna per presentare la petizione al Consiglio comunale di iniziativa popolare, sottoscritta da 3739 torinesi, riguardante: “Iniziare i lavori della linea 2 della metropolitana dalla stazione Rebaudengo”. Ti potrebbe interessare: Metropolitana di Torino, Linea 1 Metropolitana di Torino, linea 2

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 ott 2018

Procedono le attività per la redazione del progetto preliminare della linea metropolitana 2

di Mobilita Torino

Procedono le attività per la redazione del progetto preliminare della linea 2 di metropolitana affidate dalla Città di Torino al raggruppamento d’imprese con capofila Systra. Dalla prossima settimana partiranno i sondaggi per verificare la presenza di resti archeologici e modulare conseguentemente la progettazione delle stazioni. I rilevamenti inizieranno in piazza Carlo Alberto con due aree interessate dai lavori: a sud, sul lato di via Principe Amedeo e Palazzo Carignano e, dalla parte opposta, all’angolo con via Cesare Battisti. Successivamente l’esplorazione si sposterà davanti a Porta Nuova, l’altro sito dove, per le ricerche bibliografiche e d’archivio effettuate, è più probabile che si possa verificare il ritrovamento di reperti. Qui il cantiere sarà adiacente al fabbricato della stazione, sul lato di via Nizza. Ultimati i sondaggi l’impresa provvederà al ripristino delle aree. La verifica preventiva dell'interesse archeologico è stata attivata per garantire velocità e rispetto delle tempistiche in fase di realizzazione della linea 2 della metropolitana.Si è intanto conclusa l’analisi preventiva sui fabbricati iniziata nei mesi scorsi, che ha permesso l’acquisizione dei dati generali degli edifici, delle loro caratteristiche morfologiche e storiche e delle caratteristiche strutturali e sono terminati anche i sondaggi geotecnici e ambientali. I campioni prelevati sono stati utilizzati per determinare le caratteristiche meccaniche dei terreni interessati, ma anche il contenuto di sostanze inquinanti e l'altezza della falda nel sottosuolo. I dati raccolti saranno utilizzati per la definizione del tracciato definitivo, delle caratteristiche della galleria e delle strutture di stazione, ma anche per i monitoraggi ambientali durante le fasi di realizzazione dell'opera. Ti potrebbe interessare: Metropolitana di Torino, linea 2 Metropolitana di Torino, Linea 1

Leggi tutto    Commenti 0