Articolo
29 set 2017

Controlli autovelox per il rispetto dei limiti di velocità, i presidi di Ottobre

di Mobilita Torino

La direzione del Corpo di Polizia Municipale informa di aver disposto presidî mobili di controllo con l’uso di Autovelox in vari siti della città, come previsto dal decr. pref. 45/2006 e successive integrazioni, per garantire la sicurezza della circolazione dei veicoli e dei pedoni attraverso il rispetto dei limiti di velocità. Vi segnaliamo quelle che saranno le postazioni dove sarà possibile trovare gli autovelox nella settimana da lunedì 2 ottobre a sabato 7 ottobre: Lunedì 2 Ottobre 2017 Via Pietro Cossa, Corso Casale, Corso Vercelli, Corso Don Luigi Sturzo, Corso Orbassano, Corso Grosseto Martedì 3 Ottobre 2017 Via Pietro Cossa, Corso Casale, Corso Vercelli, Corso Don Luigi Sturzo, Corso Orbassano, Corso Grosseto, Corso Moncalieri, Lungo Stura Lazio, Via Botticelli, Corso G. Cesare, Via Zino Zini, Corso Traiano, Via O. Vigliani, Via Ventimiglia, Via Pio VII, Via Passo Buole, Via Nizza, Via G. Bruno, C.so U. Sovietica, Corso Maroncelli, Corso Settembrini, Via Guido Reni Mercoledì 4 Ottobre 2017 Via Pietro Cossa, Corso Casale, Corso Vercelli, Corso Don Luigi Sturzo, Corso Orbassano, Corso Grosseto, Via Zino Zini, Corso Traiano, Via O. Vigliani, Via Ventimiglia, Corso Settembrini, Via Pio VII, Via Passo Buole, Via Nizza, Via G. Bruno, Corso U. Sovietica, Corso Maroncelli Giovedì 5 Ottobre 2017 Via Pietro Cossa, Corso Casale, Corso Vercelli, Corso Don Luigi Sturzo, Corso Orbassano, Corso Grosseto, Corso Novara, Strada Traforo del Pino, Via Agudio, Corso Principe Oddone, Via Zino Zini, Corso Traiano, Via O. Vigliani, Via Ventimiglia, Corso Siracusa, Corso Tazzoli, Corso G. Ferraris, Via Pio VII, Via Passo Buole, Via Nizza, Via G. Bruno, Corso U. Sovietica, Corso Maroncelli Venerdì 6 Ottobre 2017 Via Pietro Cossa, Corso Casale, Corso Vercelli, Corso Don Luigi Sturzo, Corso Orbassano, Corso Grosseto, Corso Novara, Strada Traforo del Pino, Via Agudio, Corso Principe Oddone, Via Zino Zini, Corso Traiano, Via O. Vigliani, Via Ventimiglia, Via Pio VII, Via Passo Buole, Via Nizza, Via G. Bruno, Corso U. Sovietica, Corso Maroncelli Sabato 7 Ottobre 2017 Via Pietro Cossa, Corso Casale, Corso Vercelli, Corso Don Luigi Sturzo, Corso Orbassano, Corso Grosseto Si ricordano inoltre le postazioni fisse di: C.so Regina Margherita n. 401/A C.so Unità d'Italia (in funzione dall'1/8/2013)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 set 2017

Le olimpiadi invernali di Torino rivivono al Parco Ruffini

di Alberto Garbin

A partire da giovedì le sette girandole del Look of the City restaurate in occasione del decennale dei XX Giochi invernali del 2006 e posizionate in piazza Castello, andranno a connotare gli ingressi del Palasport e dello stadio Primo Nebiolo, al Parco Ruffini.  Si tratta di parte degli stessi elementi promozionali che, insieme agli stendardi rosso cinabro, contribuirono nel febbraio di undici anni fa a diffondere l’immagine di una Torino aperta al mondo. Lo scorso anno le girandole posizionate a pochi metri da Palazzo Madama, insieme alle diverse manifestazioni promosse, hanno contribuito a far rivivere le emozioni di quelle giornate di competizioni olimpiche e paralimpiche.  Ora assolveranno al compito di dare il benvenuto a quanti frequenteranno i due impianti della città

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 set 2017

Intesa con Infra.TO e GTT per il pagamento della metro e dei nuovi tram

di Alberto Garbin

Nella seduta odierna, il Consiglio comunale ha approvato due atti distinti relativi alla regolazione del debito della Città di Torino nei confronti di Infra.To e di Gtt. Per ciò che attiene al debito relativo a Infra.To, ammontante a 57.088.045 MIO, per il rimborso delle quote di capitale e interessi relative ai mutui contratti da Infra.To per la realizzazione della linea 1 della metropolitana, la Convenzione approvata prevede il pagamento di una prima tranche di 18.852.000 MIO nel 2017 (somma già versata nello scorso mese di luglio), mentre la restante somma di 38.236.045 MIO sarà corrisposta nei successivi 10 anni con rate annuali di 3.823.604 MIO. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli ed un voto contrario.In riferimento al debito della Città con GTT, relativo all’acquisto di motrici tranviarie (serie 6000) per la linea 4, pari a 27.484.093,36 MIO, saranno corrisposti 3.5 MIO, già stanziati nel bilancio 2017, mentre la restante somma, pari a 23.984.093,36 MIO, sarà versata nei successivi 10 anni con scadenza della prima rata nell’aprile del 2018. Anche la somma di 2.055.115,74 MIO relativa agli interessi di mora maturati sarà corrisposta in parti uguali con rate decennali a partire dall’aprile 2018. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli e un voto contrario.Entrambe le votazioni sono state precedute dall’approvazione di emendamenti di Giunta illustrati dall’assessore al bilancio, Sergio Rolando.Sono state espresse dichiarazioni di voto relative alla convenzione con GTT dai Consiglieri: Alberto Morano (Lista Civica Morano), che prima di dichiarare il suo voto contrario ha così riassunto la situazione finanziaria di GTT: 544 MIO di debito, 440 MIO di fatturato, utile di esercizio di 160.000 euro e fabbisogno di cassa di 62 MIO per continuare a garantire il servizio nei prossimi mesi. Morano ha affermato che “una società privata in analoga situazione valuterebbe l’ipotesi di chiedere al Tribunale un concordato in bianco”.Claudio Lubatti (Partito democratico) che annunciando la non partecipazione del suo gruppo al voto ha detto “non vediamo un percorso strategico né una presa di coscienza da parte della Giunta.” Gtt, ha spiegato, partecipa motu proprio, assieme ad Arriva, ad una gara per il servizio ferroviario metropolitano che vale 83 MIO senza che l’Amministrazione cittadina eserciti le proprie prerogative di azionista unico dando formali indicazioni in tal senso.Antonio Fornari (Movimento 5 stelle) che ha chiesto all’Aula se le opposizioni negando il proprio voto alle delibere intendessero lasciare immutata la situazione debitoria della Città.Francesco Tresso (Lista civica per Torino) che ha sottolineato l’assenza di una linea strategica condivisa dall’Amministrazione e dal Consiglio comunale in ordine al risanamento di GTT, chiedendo “dopo un anno di amministrazione del Movimento 5 stelle, quando abbandonerete il mantra che recita ci avete lasciato questa situazione?".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 set 2017

Sciopero GTT sabato 23 settembre

di Alberto Garbin

Le sigle sindacali Fast-Confsal e Faisa-Cisal comunicano che il giorno 23 settembre verrà indetto uno sciopero di 24 ore. Lo sciopero prevederà il rispetto delle fasce di garanzia ma la scelta di scioperare di sabato, giorno in cui si terrà anche il derby tra Juventus e Torino, non è casuale. “In questi ultimi anni  - conclude Faranda Roberto dirigente sindacale della Fast-Confsal - abbiamo più volte scioperato, ma poi a conti fatti ci siamo accorti di aver danneggiato più gli abbonati (studenti, lavoratori, pensionati) che non la controparte, che anzi ha dato in più occasioni la sensazione di non sentirsi minimamente 'toccata' nonostante l'adesione alle azioni di lotta fosse molto alta”. Il servizio verrà comunque garantito nelle seguenti fasce orarie: Metropolitana e servizio urbano e suburbano: dalle ore 6 alle ore 9 e dalle ore 12 alle ore 15. Servizio extraurbano, SFM1 (ferrovia canavesana) ed SFMA (Torino-Ceres): da inizio servizio alle ore 8 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 set 2017

Aree gioco, gli interventi in atto e in programma

di Mobilita Torino

I tecnici del Verde del Comune continuano ad intervenire sulle situazioni più critiche con progetti mirati e nell’ambito di manutenzioni straordinarie del Verde. Sono tante le segnalazioni di cittadini che lamentano l’usura e, spesso, il danneggiamento delle strutture riservate al gioco dei bambini, cui la Città risponde con un massiccio impegno per la riqualificazione e il rinnovo di tali spazi. “La Città ha avviato un importante programma di cura delle aree gioco –spiega l’assessore all’Ambiente e al Verde Alberto Unia-. Abbiamo a cuore il benessere dei nostri cittadini più piccoli, per i quali la presenza di aree gioco efficienti ed accoglienti è una presenza essenziale nel territorio quale da essi percepito, un punto di riferimento per le occasioni di socialità e di costruzione della propria personalità. I nostri tecnici sono al lavoro in tutte le Circoscrizioni perché è dalle periferie che la qualità urbana deve ritrovare un percorso virtuoso nelle strade della nostra città”.  Progetto AxTOIl Progetto AxTO – azioni per le periferie torinesi - (intervento 1.18), finanziato nell’ambito delle azioni per le periferie con fondi governativi, prevede la realizzazione di dieci aree gioco secondo due principali tipologie: con arredi ludici inclusivi per bimbi da 1 a 8 anni (per un importo di 50mila euro ad area) e per ragazzini da 5 a 14 anni (per un importo di 70mila euro ad area). Gli interventi di AxTo consistono nella posa dei nuovi giochi non prima di smantellare quelli esistenti e di creare una pavimentazione antitrauma, nuovi vialetti e un arredo verde adeguato.La gara d’appalto sarà calendarizzata entro dicembre, con avvio dei cantieri nel 2018 e restituzione ai cittadini entro marzo 2019.I siti interessati dal progetto: corso Toscana – v. Verolengo, piazza Bonghi, piazzale don Pollarolo, via Scialoja, via Mascagni, via Perosi, via Fattorelli, piazza Sofia, strada delle Cacce, via Morandi – via Farinelli , parco Di Vittorio. L’importo totale degli interventi di AxTO è pari a 680mila euro.La manutenzione straordinariaGli interventi di manutenzione straordinaria sono diffusi su tutto il territorio cittadino e si occupano di riqualificare parzialmente o in toto, aree verdi o zone di parchi particolarmente usurate o vandalizzate.Nell’ambito delle manutenzioni straordinarie sono 12 quelle attualmente in corso di realizzazione.  Circoscriz. 1 - Giardino Cristoforo Colombo: messa in sicurezza dell’area giochi con sostituzione della recinzione e della pavimentazione antitrauma, la revisione e/o riparazione delle attrezzature ludiche esistenti, la fornitura di nuovi giochi di tipo inclusivo, il ripristino delle superfici in stabilizzato, riparazione e verniciatura delle panchine e cestini porta rifiuti esistenti; spesa prevista: € 83.813,03 Circoscriz. 2 - Giardino Corso C. Correnti: fornitura e posa di gioco a rotazione in luogo del gioco già rimosso, ripristino recinzione area giochi sul lato verso il corso, sostituzione canestri rotti con porte da calcio con canestri; spesa prevista: € 105.186,63 Circoscriz. 2 - Area giochi di Via Monastir: messa in sicurezza dell’area giochi con sostituzione della pavimentazione antitrauma, ripristino delle pavimentazioni sconnesse in marmette di cls e dei manti erbosi circostanti; spesa prevista: € 13.940,74 Circoscriz. 3 - Parco Ruffini: riqualificazione dell’area gioco con realizzazione di recinzione previo spostamento e riparazione del gioco combinato esistente, realizzazione di relativa piastra e pavimentazione antitrauma; spesa prevista: € 94.091,27 Circoscr. 3 - Via C. Beaumont: ampliamento dell’area giochi esistente con fornitura e posa di nuove attrezzature ludiche, sostituzione della staccionata esistente con una recinzione in grigliato metallico, messa a dimora di alberi, implementazione di elementi di arredo urbano; spesa prevista: € 70.246,26 Circoscriz. 5 - Via Parenzo: rifacimento completo dell’area giochi con sostituzione della staccionata esistente con una recinzione in grigliato metallico, fornitura e posa di nuove attrezzature ludiche, sostituzione della pavimentazione antitrauma ammalorata, riparazione e verniciatura delle panchine esistenti; spesa prevista: € 59.635,43 Circoscriz. 5 - Area giochi Via Stradella / Piazzetta M. F. Rubatto: riqualificazione dell’area giochi esistente con sostituzione delle attrezzature ludiche vetuste; sostituzione delle pavimentazioni antitrauma ammalorate; ripristino delle pavimentazioni circostanti i giochi in marmette di cls a seguito delle modifiche alle piastre giochi; verniciatura delle panchine esistenti; ripristino della recinzione in metallo; rimpiazzo della pianta recentemente abbattuta; spesa prevista: € 69.075,80 Circoscriz. 5 – Area giochi Mortara: completamento dell’area gioco definita nell’ambito della realizzazione del parco Dora; fornitura e posa di attrezzature ludiche su idoneo sottofondo; spesa prevista: € 31.113,26 Circoscriz. 6 - Giardini Via Bologna / Via Benaco: messa in sicurezza delle strutture ludiche ammalorate con rimozione dell’arrampicata in adiacenza alle murature dei bassi fabbricati privati confinanti; demolizione delle pavimentazioni antitrauma e della sottostante fondazione; realizzazione di aiuola con siepi in luogo della precedente area gioco rimossa; spesa prevista: € 9.745,02 Circoscriz. 7 – Area giochi piazza Toti: riqualificazione della piazza con l’ampliamento dell’area verde centrale e il piantamento di nuove specie arboree, rifacimento dell’area gioco esistente con sostituzione dei giochi, delle pavimentazioni e la posa di recinzione; integrazione, recupero e ricollocamento di cestini portarifiuti e panchine; spesa prevista: € 180.000,00 Circoscriz. 8 - Area giochi Via Monte Pasubio / Via Casana: messa in sicurezza e riqualificazione dell’area giochi esistente con rimozione delle pavimentazioni in marmette di cls sollevatesi a causa di radici affioranti; ampliamento delle fasce di rispetto degli alberi; fornitura e posa di nuove attrezzature ludiche; realizzazione di pavimentazioni attorno alle piastre giochi; revisione e/o riparazione di cancelli, panchine e cestini porta rifiuti; spesa prevista: € 92.355,91 Circoscriz. 8 – Area giochi Parco d’Arte Vivente: realizzazione zona gioco nell’ambito del PAV con posa di attrezzatura ludica su vasca di contenimento di ghiaia; spesa prevista: € 50.000,00 L’importo totale degli interventi di manutenzione straordinaria è pari a 859.212,35 euro. Ti potrebbe interessare: Al via il piano di manutenzione straordinaria del verde

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2017

Progetto SOLEZ. Torino cerca soluzioni intelligenti per la mobilità sostenibile

di Mobilita Torino

A Torino entra nel vivo il progetto Solez (Smart sOlutions supporting Low Emission Zones and other low-carbon mobility policies in EU cities) che vede una rete di città impegnate nelle politiche di mobilità sostenibile, in particolare attraverso la realizzazione di misure a supporto delle strategie pel la limitazione del traffico nei centri storici. Solez, che coinvolge 10 partner di 7 nazioni diverse con un budget di oltre 2 milioni di euro, riunisce città ed enti europei che lavorano su soluzioni di mobilità sostenibile e che intendono condividere, attraverso lo scambio di “buone pratiche”, informazioni ed esperienze per migliorare le capacità di pianificazione degli amministratori pubblici e sviluppare servizi e prodotti ICT di supporto alle zone a traffico limitato.L’obiettivo finale di Solez prevede l’elaborazione di otto strategie o piani d’azione per la mobilità sostenibile, lo sviluppo e l’implementazione di strumenti e servizi innovativi che si adatteranno alle diverse necessità delle città, nel rispetto delle esigenze degli amministratori locali, dei residenti, dei turisti, degli operatori privati e commerciali.“Rientra appieno in questo progetto il percorso che l’Amministrazione ha avviato e che proseguirà con i vari portatori di interesse (residenti, operatori economici, operatori del trasporto, associazioni di categoria) per giungere alla definizione di un documento nel quale saranno indicate le nuove policy della futura zona a traffico limitata cittadina – spiega l’assessora alla Viabilità Maria Lapietra -. Solez – prosegue l’assessora - permetterà di condividere questi risultati con le altre città partner per offrire e raccogliere spunti di miglioramento reciproci”. Tra le soluzioni proposte nell’ambito delle azioni pilota, ci saranno servizi avanzati per il parcheggio intelligente (con uso di tecnologie dell’informazione e della comunicazione, Ict), servizi a valore aggiunto per aumentare l’attrattiva delle zone Ztl riducendo gli effetti negativi per le restrizioni del traffico, strumenti Ict per la pianificazione del trasporto pubblico, grazie all’incremento di bus elettrici nelle città in cui la mobilità pubblica con mezzi elettrici è già presente.Al progetto prendono parte con Torino, la capofila Vicenza e le città di Danzica (Polonia), Dubrovnik (Croazia), Graz (Austria), Zilina (Slovacchia), la facoltà di Mechanical Engineering and Naval Architecture dell'università di Zagabria, il Centro di Ricerca sui Trasporti CDV della Repubblica Ceca, il Pannon Business Network Association Hungary e KORDIS, partner tecnico che si occupa del sistema di trasporto pubblico integrato della Moravia meridionale.

Leggi tutto    Commenti 0