Articolo
22 giu 2017

Nessuna privatizzazione in corso per GTT

di Alberto Garbin

GTT ha recentemente costituito un consorzio con la società Arriva Italia Rail per la futura gestione congiunta del nodo ferroviario di Torino. Secondo i sindacati, l’attuale amministrazione del Comune di Torino, si sarebbe sottratta a qualsiasi confronto sul tema, evidenziando quindi la possibilità di privatizzare l’azienda che si occupa del trasporto pubblico Torinese. Inevitabilmente le sigle sindacali CGIL, CISL e UIL sarebbero fortemente contrarie a un percorso del genere, anche per le inevitabili ricadute che la privatizzazione avrebbe sugli standard del servizio e sulle garanzie occupazionali per i lavoratori. I sindacati hanno chiesto un incontro urgente al Comune di Torino e a GTT per l’apertura di un confronto volto ad approfondire qesto argomento. Il M5S alla guida di Torino ha però ribadito che non è intenzione del Comune privatizzare l’azienda di trasporto pubblico. La domanda è spontanea, siamo sicuri che sia veramente un male la privatizzazione del servizio?

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2017

Tutto pronto per la riqualificazione di Via Nizza

di Alberto Garbin

Via libera dalla Giunta comunale alla riqualificazione di via Nizza tra corso Vittorio Emanuele II e piazza Carducci, grazie ai fondi previsti dal Programma operativo nazionale Città metropolitane (Pon Metro 2014/2020). Su proposta dell’assessora Maria Lapietra, nella seduta di oggi è stato approvato il progetto esecutivo.Il tratto interessato è lungo 2,2 chilometri; lo spazio sarà riorganizzato per garantire di muoversi in sicurezza a tutte gli utenti della strada, particolare attenzione verrà data all'abbattimento delle barriere architettoniche. L’intervento è previsto dal Biciplan, Piano della mobilità ciclabile della Città di Torino.I marciapiedi verranno riqualificati; a fianco, due piste ciclabili separate da un cordolo. Due fasce di rispetto separano le piste dai parcheggi a raso e, al centro, saranno ricavate due corsie per i veicoli privati a motore e per i mezzi del trasporto pubblico.A vantaggio delle persone con disabilità, ogni attraversamento sarà dotato di scivoli, del codice di lettura podotattile e di semafori con sorgenti sonore, per aiutare persone cieche o ipovedenti ad attraversare in sicurezza; ma in generale ogni accortezza è stata studiata per rendere più sicuro tutto l’asse stradale per pedoni e ciclisti, con una migliore visibilità della strada in corrispondenza degli attraversamenti.Nel tratto fino a corso Marconi ci sarà spazio anche per un filare di alberi tra gli 8 e i 15 metri d’altezza, e un nuovo impianto di illuminazione pubblica per garantire i giusti livelli di luminosità in presenza della nuova alberata.“L’asse di via Nizza sarà un viale moderno e funzionale: più gradevole da percorrere, a vantaggio dei locali commerciali, per la maggior distanza delle auto parcheggiate e più sicuro per tutti gli utenti della strada – spiega l’assessora Maria Lapietra -. Grazie ai fondi europei diamo un assetto funzionale a un viale che dopo i cantieri della metropolitana aveva assunto un aspetto provvisorio e disordinato”.Nel Biciplan, tutto l’asse di via Nizza è indicato come tratto della Direttrice 4, uno dei principali percorsi di ingresso in città, lunga 5 chilometri e mezzo e a servizio di aree universitarie, ospedali, centro espositivo del Lingotto, grattacielo della Regione e futura Città della Salute.   Fonte: Comunicati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 giu 2017

Provvedimenti del Comune di Torino contro la movida.

di Alberto Garbin

Da domani sera, venerdì 9 giugno - e fino al 30 settembre –, col fine di assicurare decoro e tranquillità e mitigare gli effetti causati dall’incontro serale e notturno di un grande numero di giovani, dalle 20 alle 6 in due aree della città, quella di San Salvario e quella comprendente una parte del Centro e Vanchiglia, non sarà consentita la vendita per asporto di alcolici e superalcolici. Lo ha stabilito l’Amministrazione Comunale con l’ordinanza n. 46/2017 che prevede norme restrittive riguardo al commercio di bevande con gradazione alcoolica. Il provvedimento non incide sulla possibilità di servire tali bevande nei locali (bar e ristoranti) per il consumo sul posto.Nello specifico il documento si riferisce, per San Salvario alle seguenti vie: via Galliari su entrambi i fronti, via Madama Cristina, corso Marconi, via Nizza (le vie Madama Cristina, corso Marconi, via Nizza devono intendersi esclusivamente come limite perimetrale, quindi escluse dall’area); per il Centro l’area delimitata dalle seguenti vie su entrambi i fronti: via Giolitti, Via delle Rosine, via Po, piazza Vittorio Veneto, via Giulia di Barolo, via Verdi, via Roero di Cortanze, corso San Maurizio, via Montebello, largo Montebello, corso Regina Margherita (civici dispari), via Bava, corso San Maurizio, lungo Po Cadorna, lungo Po Diaz. Fonte: Comunicati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 giu 2017

Ecco i cantieri previsti per l’estate a Torino

di Alberto Garbin

Partono in questi giorni e continueranno per tutta l’estate gli interventi di manutenzione delle strade e del verde cittadino. Ecco un compendio dei lavori, in parte già in corso, in parte prossimi all’avvio.Manutenzione stradaleMentre proseguono i lavori di costruzione della tratta Lingotto – piazza Bengasi della metropolitana, sul viale della Spina, strada Traforo del Pino e sta per partire (presumibilmente da metà luglio) il cantiere di corso Grosseto, nei prossimi mesi la viabilità cittadina nel territorio delle diverse Circoscrizioni sarà interessata da interventi di manutenzione che vanno dal risanamento delle carreggiate fino alla loro nuova asfaltatura.Di seguito i cantieri suddivisi per Circoscrizione.Circoscrizione Uno: corso Galileo Ferraris, tra i corsi Rosselli ed Einaudi: lavori su tratti della careggiata centrale in ambo le direzioni (da giugno); corso Rosselli, tra i corsi Galileo Galilei e Orbassano (da giugno); via Gioberti, tra via Filangeri e corso Vittorio Emanuele II (da giugno); corso Stati Uniti, tra le vie Sacchi e Castelfidardo (da luglio); corso Duca degli Abruzzi, tra i corsi Rosselli ed Einaudi: intervento su tratti della carreggiata centrale, in ambo le direzioni (da luglio).Circoscrizione Due: largo Tirreno (da giugno); strada del Drosso fino alla rotonda di via Faccioli (da giugno); corso Orbassano, svincolo tangenziale in ingresso città (da luglio).Circoscrizione Tre: corso Trapani, tra le vie Monginevro e Bardonecchia: lavori sulla carreggiata centrale, in direzione nord (da giugno) ; corso Racconigi, tra i corsi Francia e Peschiera: intervento sulla carreggiata in direzione sud (da giugno); via De Sanctis, tra via Chambery e corso Francia: intervento sulla carreggiata, in direzione nord (da luglio).Circoscrizione Quattro: corso Marche (da giugno); corso Francia (da giugno ad agosto).Circoscrizione Cinque: via Reiss Romoli (tra luglio e agosto), via Ala di Stura (tra luglio e agosto), via Venaria (tra agosto e settembre).Circoscrizione Sei: piazza Rebaudengo (da giugno), strada Cuorgnè; via Bologna (a luglio); strada San Mauro, da strada Bertolla fino a San Mauro (tra luglioe agosto).Circoscrizione Sette: controviali corso Vigevano tra via Cigna e piazza Baldissera (in corso, a giugno); via Cigna da corso Vigevano a via Cecchi (da giugno), viale Agudio tra via Pasini e via Cecchi (a luglio).Circoscrizione Otto: corso Dante, da via Nizza a corso Turati compreso il cavalcaferrovia (a luglio); via Onorato Vigliani 55, ristrutturazione banchina parcheggi e marciapiedi (da giugno); corso Unione Sovietica, tra via Steffenone e corso Sebastopoli (tra giugno e luglio); via Bizzozero (tra luglio e agosto 2017)Manutenzione del verdeTorino è una delle città più verdi d’Italia e la cura del suo vasto patrimonio naturale richiede ingenti sforzi e investimenti. Sono 21.300.000 i mq di aree verdi pubbliche, 110.000 le piante in alberate urbane, parchi e giardini e oltre 50.000 gli alberi nei boschi collinari; 2500 metri quadrati di aiuole fiorite.Alcuni cantieri si sono già avviati la scorsa settimana, ma è da oggi che la maggior parte degli interventi (soprattutto sfalcio dell’erba e cura di siepi e cespugli, ma anche le opere già previste dal piano di cura degli alberi presentato in primavera) comincia a realizzarsi. I servizi centrali del Comune, Verde pubblico e Nuove opere del verde, e il servizio Decentramento hanno bandito nelle settimane scorse le gare; ora, su tutta la città, sono in azione le imprese aggiudicatarie, coordinate dai tecnici specializzati dell’Amministrazione comunale. Circoscrizione 1Nei giardini storici del centro: Lamarmora, Piazza Solferino, Giardino Sambuy, piazza Carlo Alberto, piazza Castello, area verde G. Ferraris/Cernaia, piazza Carlina, i giardinieri del Servizio Verde Pubblico hanno provveduto regolarmente allo sfalcio dell’erba a partire dal mese di marzo, con frequenza ogni 7 – 10 giorni.Nelle altre aree verdi della Circoscrizione 1 di pertinenza del Servizio Verde Pubblico (Giardini Reali, Porte Palatine, Corso Bolzano, Piazza Statuto, Piazza XVIII Dicembre, Piazza Maria Teresa , Giardini Cavour, Aiuola Balbo, P.Le Valdo Fusi, Giardino Guglielminetti, Rondò Della Forca, Corso Cairoli Compreso Parcheggio Pertinenziale, Piazza Costantino Il Grande, Monumento a Vittorio Emanuele II, Giardino C.so Re Umberto/De Nicola), in carico manutentivo all’impresa aggiudicataria, a tutto il 31 maggio si è provveduto a svolgere due tagli erba su tutte le aree verdi e a partire da Lunedì 5 giugno sarà avviato il terzo taglio dell’erba, iniziando dall’asse del Passante ferroviario (C.so Castelfidardo – C.so Mediterraneo), con relativa potatura delle siepi lì presenti, e proseguendo da Lunedì 12 giugno su tutte le restanti aree verdi. Si presume di terminare questo terzo taglio erba entro il 23 giugno.Per quanto riguarda il verde di competenza circoscrizionale, queste le prime aree in cui si andrà al taglio dell’erba (e su cui sono pervenute il maggior numero di segnalazioni): isola pedonale della Crocetta, giardini Geuna, corso Pascoli/corso De Nicola, via Magellano, via Bertolotti, giardino Colombo, giardino Jonio, piazza Arbarello, Anagrafe Centrale, tutte le scuole.Circoscrizione 2 Nel Parco Rignon i giardinieri del Servizio Verde Pubblico hanno provveduto regolarmente allo sfalcio dell’erba a partire dal mese di marzo, con frequenza ogni 7 – 10 giorni.Il primo taglio dell’erba è stato realizzato tra i primi di aprile e il 20 di maggio in tutte le altre aree di competenza centrale in questo territorio, ossia: parco Cavalieri di Vittorio Veneto (piazza d’Armi), piazza Santa Rita, piazza Livio Bianco e piazza Giovanni XXIII° , via Dina ang. Via San Remo, corso Galileo Ferraris, corso Orbassano da Pitagora a l. go Orbassano, via Filadelfia , via G. Reni, corso Siracusa, corso Tazzoli banchina centrale, area Palatazzoli, corso Cosenza banchina centrale, giardino Ferruccio Novo (via Buenos Aires), Giardino Wiesenthal (largo Orbassano). E inoltre: Parco Italia 61 (Giardino Levi + Giardino Corpo Italiano Liberazione), Parco Di Vittorio, Parco Millefonti, Piazza Galimberti, Corso Traiano, Corso Maroncelli, Corso Unità d’Italia (aree non cedute all'Amiat), piazza Polonia (sponde e aiuole laterali), Corso Caio Plinio.Il secondo taglio dell’erba è già stato eseguito nel Parco Colonnetti (aree Experimenta e Meteorite), nel giardino interno ed esterno al Mausoleo Bela Rosin, in Strada Castello di mirafiori n. civ. 129 e nelle aree verdi di proprietà della città nella Circolare di Stupinigi; è in corso di realizzazione (fienagione), nelle restanti aree del Parco Colonnetti e nel Parco Sangone.Il secondo taglio dell’erba è previsto tra il 5 e il 17 giugno nelle seguenti aree: Giardino Ferruccio Novo (via Buenos Aires), Giardino Wiesenthal (largo Orbassano), corso Cosenza banchina centrale. E inoltre: piazzale Caio Mario (aree perimetrali Parcheggio GTT, corsi U. Sovietica/Agnelli/Tazzoli), Cimitero Parco Aree sud e nord (via Pancalieri/c. Orbassano/via Bertani/via Ingria/str. delle Lose).Aree di competenza circoscrizionale: in aprile si è proceduto al taglio dell’erba in corso Orbassano, via Scarsellini e via Poma (Parco Lineare Corso Tazzoli); in zona via Gaidano, giardino Zen, giardino Via Nitti, giardino via Gaidano 121, via Gaidano angolo via Rubino, Impianti sportivi, via Modigliani angolo via Gaidano; inoltre, giardino Don Rinaldi, aree di corso Salvemini, giardino N. Green, aree verdi Circoscrizione ex 10, corso Allamano,Circoscrizione 3 Il primo taglio dell’erba è stato realizzato tra il 2 e il 16 di maggio in tutte le aree di competenza centrale in questo territorio: Parco Ruffini, Giardino Piazza Adriano, Giardino Caduti di Cefalonia e Corfù, Spartitraffico Centrale via Desanctis/via Mazzarello, Corso Inghilterra.Il secondo taglio dell’erba è previsto tra il 5 e il 17 giugno in Piazza Adriano. La Circoscrizione interverrà dal 5 al 9 giugno nelle seguenti aree: scuola d'infanzia via Fattori 113, Scuola materna via Thures 11, Scuola d'infanzia via Braccini 75, piazza Giovanni Paolo II (viale pedonale Bennet), Largo Lancia, giardino Piredda.Circoscrizioni 4 e 5Nel parco della Tesoriera, area verde di valore storico, i giardinieri del Servizio Verde Pubblico hanno provveduto regolarmente allo sfalcio dell’erba a partire dal mese di marzo, con frequenza ogni 7 – 10 giorni.Nelle restanti aree di competenza centrale, ai primi di maggio è stato completato un primo taglio dell’erba nel parco della Pellerina, Parco Dora (tutte le sue 4 parti: exValdocco, ex Michelin, ex Vitali e ex INGEST), parco Vallette, parco Sempione ovest, parco di via Calabria, Spina Reale, via Pietro Cossa spartitraffico centrale, aree verdi incrocio corsi Regina/Potenza/Lecce, corso Francia comprese le piazze Rivoli e Bernini, pista ciclabile Birago da Vische, Spina Reale, via Stradella, piazza Cirene. Inoltre, si è provveduto alla manutenzione delle aree fiorite e a tappezzanti.E’ già stato completato anche il secondo taglio dell’erba nelle seguenti aree: parco Vallette, parco Castello di Lucento, parco di via Calabria, piazza Piero della Francesca, corso Lombardia, spartitraffico via Sansovino e via P. Veronese, Parco Dora ex Ingest e ex Vitali, mentre nella quindicina 5 - 17 giugno è previsto un secondo sfalcio nel parco Pellerina.La Circoscrizione 4 interviene in tutte le scuole d’infanzia, primarie e secondarie del suo territorio e, inoltre, nelle aree verdi di piscina Franzoj e piazza Risorgimento, giardino Dispersi sul Fronte Russo (corso vizzera/Medici), giardino corso Appio Claudio/corso Tassoni, piazza Moncenisio, piazza Peyron.La Circoscrizione 5 ha messo in cantiere 27 sfalci in altrettante scuole e 33 interventi di primo sfalcio in giardini e aiuole. Eccone alcuni esempi: giardino Operaie della fabbrica Superga, via Verolengo int. 42; giardino Don Gnocchi; giardino Lucento (Pianezza/Verolengo/Oglianico); piazza Bonghi; ambito Molise (giardino-Pec); Valdellatorre/Borgaro/Potenza (ex sovrappasso Mortara); giardino Vittime delle foibe; giardino Cavallotti. Riordino del verde anche nelle otto aree cani della Circoscrizione.Circoscrizioni 6, 7 e 8Il primo taglio dell’erba nella aree di competenza centrale è stato realizzato tra i primi di aprile e il 16 maggio in tutti i parchi di competenza centrale in questo territorio, ossia: parco del Valentino, parco Colletta, parco della Rimembranza, parco Sempione est, parco Crescenzio, parco dell’Arrivore, parco Confluenza piazza Sofia, parco Ignazio Michelotti, parco Suor Michelotti, parco Meisino, parco Caduti Lager Nazisti, Monte dei Cappuccini, parco Europa, parco Leopardi, parco di San Vito, parco Fioccardo, parco di Villa Genero. Inoltre, al parco Italia 61 (Giardino Levi + Giardino Corpo Italiano Liberazione), parco Di Vittorio, parco Millefonti, piazza Galimberti, corso Traiano, corso Maroncelli, corso Unità d’Italia (aree non cedute all'Amiat), piazza Polonia (sponde e aiuole laterali), corso Caio Plinio.Il secondo taglio, comprensivo di alcune potature di arbusti e siepi, è previsto nella quindicina 5-18 giugno nei seguenti parchi: parco del Valentino, parco Sempione est, Parco Crescenzio, Parco Colletta tratta spondale, Parco del Meisino, Parco Europa, parco della Rimembranza, Parco Suor Michelotti, Monte dei Cappuccini, parco Caduti Lager Nazisti, mentre si provvederà allo sfalcio anche del parco Peccei, sponde fiume Po dal ponte Isabella a ponte Balbis, via Catania da v. Pisa a corso Novara, rotonda largo Verona, lungo Dora Colletta ang. Varano, aree verdi fronte cimitero corso Novara, piazza Modena, Giardino piazza Gozzano, piazza Hermada, aree verdi piscina Lido. E inoltre, nel parco Millefonti e in piazza Polonia zona Ospedali; si svolgerà nel periodo 5-17 giugno nelle seguenti aree: parco Italia 61, parco Di Vittorio, piazza Galimberti, corso Maroncelli, corso Traiano, corso Caio Plinio.In alcune aree, come nel Parco Colletta, in Piazza Modena, in corso Lanza e in corso Giulio Cesare/Vercelli/Romania si procederà anche alla potatura di siepi e cespugli.Per quanto riguarda il verde di competenza circoscrizionale, nella Circoscrizione 6 si è provveduto alla cura degli spazi verdi di 43 strutture scolastiche del territorio, oltre a 86 sfalci e potature in altrettanti spazi verdi. Ad esempio: corso Taranto da piazza Derna a piazza Sofia (compresa area cani); rotonda via Pergolesi/via Monterosa; via Pergolesi da corso Giulio Cesare a via Ancina; largo Sempione (piazzale); piazza Donatori di sangue; via Porpora da corso Giulio Cesare a via Monterosa; via Monterosa da via Porpora a via Pergolesi; via Bologna da corso Novara a piazza Croce Rossa; piazza Croce Rossa.Circoscrizione 7. Numerosi anche qui gli sfalci programmati a partire dal 1 giugno. Tra i tanti, segnaliamo giardino via Cuneo/via Damiano/via Saint Bon; via Cuneo nel tratto via Damiano / corso Vercelli (banchina alberata); campi sportivi via Carmagnola e aree piastra polivalente; giardino Madre Teresa di Calcutta di corso Vercelli 10-14/ corso Giulio Cesare; giardino Magliano; corso Belgio/Brianza; giardino corso Cadore/via Deledda e aree limitrofe; corso Cadore/via Deledda (parcheggio alberato); lungo Dora Voghera /corso Cadore; lungo Dora Voghera/corso Brianza rotonda e aree spartitraffico; lungo Dora Siena; giardino Vittorio Pozzo (Ex Italgas) corso Regina Margherita 68; corso Farini compresa area giochi; giardino Gilardi in lungo Dora Savona/corso Regio Parco. Infine, entro il 18 giugno, l’area verde Piscina Colletta.Circoscrizione 8. Cura del verde in 26 plessi scolastici e in 58 giardini e aiuole del territorio: corso Unione Sovietica, via Zini, piazza Guala, via Filadelfia, piazza Confalonieri, piazza Bengasi, aree stazione Lingotto.   Fonte: Comunicati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 mag 2017

Torino|Immobili confiscati alla criminalità: il Comune ne acquista la proprietà

di Ludovico Ragonesi

La Città di Torino, attraverso due recenti delibere approvate dal Consiglio comunale ed illustrate dall’ Assessore Sergio Rolando, ha acquisito nel suo patrimonio due immobili, confiscati alla criminalità organizzata. Trattasi di un’autorimessa ubicata in via Clavière 9 e di un appartamento sito in via Camerana 15. L’amministrazione comunale in questo modo ha risposto a una richiesta di manifestazione di interesse da parte dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati ai sensi del decreto numero 159 del 2011. Il decreto in esame prevede che i beni immobili confiscati debbano essere trasferiti per finalità istituzionali o sociali, al patrimonio della Provincia o della Regione, e impegna gli enti territoriali a formare un elenco dei beni sequestrati ad essi trasferiti, “periodicamente aggiornato e reso pubblico con adeguate forme di pubblicità”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mag 2017

Confermata la realizzazione della ciclabile: corso Matteotti fino a corso Vittorio Emanuele II, piazza Carlo Felice, via Sacchi e via Nizza

di Ludovico Ragonesi

La Giunta Comunale ha recentemente approvato lo studio di fattibilità tecnica per la viabilità ciclabile 2017. La delibera consente alla Città di partecipare al Bando Regionale previsto dal Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, un programma di interventi per lo sviluppo e la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali. Con l’approvazione dell’atto, che ha già recepito le osservazioni della Circoscrizione Centro-Crocetta e del Tavolo della Mobilità Ciclabile, si definisce la realizzazione di un percorso ciclabile da corso Matteotti fino a corso Vittorio Emanuele II e piazza Carlo Felice, via Sacchi e via Nizza: tale connessione permetterà la fruibilità in tutta sicurezza e la messa a sistema degli assi ciclabili di via Nizza (futura realizzazione) e via Sacchi con quello di corso Matteotti e, conseguentemente, con tutta le rete ciclabile della Spina (corsi Inghilterra – Principe Oddone), al momento scollegati. Il tracciato non passerà quindi più da via Gramsci, come ipotizzato in precedenza, ma lungo via XX Settembre, nel tratto tra i corsi Matteotti e Vittorio Emanuele II. L’ intervento realizzerà, di fatto, un importante collegamento, consentendo la connessione ciclabile tra Porta Susa e Porta Nuova e, soprattutto, garantendo un primo attraversamento sicuro, segnalato e protetto del nodo di Piazza Carlo Felice, di fronte alla stazione Porta Nuova. I lavori, che prevedono la riorganizzazione della carreggiata stradale, degli spazi di sosta e degli attraversamenti, oltre che interventi sulle intersezioni viabili semaforizzate presenti sul tracciato e sulla segnaletica, consentiranno di risolvere alcune situazioni critiche che penalizzano chi utilizza la bicicletta e di soddisfare l’obiettivo strategico stabilito nel Biciplan di portare al 15%, entro il 2020, la percentuale degli spostamenti quotidiani di chi si muove in città, spingendo sui pedali. Con la delibera vengono anche destinate risorse alla messa in sicurezza di alcuni punti di viabilità ciclabile e pedonale (definiti “buchi neri”), che verranno selezionati tra quelli segnalati come pericolosi dalle associazioni di categoria e dalle Circoscrizioni. L’importo totale stanziato con la delibera ammonta a 200mila euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 apr 2017

Nuove tariffe per la ZTL Torinese

di Alberto Garbin

Dal prossimo 1 maggio entreranno in vigore i seguenti importi per il rilascio o il rinnovo dei permessi di transito nella Ztl. Gli aumenti, anche più del doppio in alcuni casi, serviranno a scoraggiare l'utilizzo dell'auto privata in centro città. Il costo per i contrassegni rilasciati dalla Città sarà di 200 euro per: “Blu A”, “Blu B”, “Verde” e “Fotocine”; 100 euro per: “Cantiere” e “Veicoli Pesanti”; 50 euro per “Autorizzazioni Temporanee”; 15 euro per “Borgo Dora”; invariato invece per quello riservato ai disabili, sempre 6 euro. Chi ha il permesso che scade entro il 29 aprile potrà rinnovarlo alle tariffe oggi in vigore, purché faccia domanda entro il 28 aprile Per quelli rilasciati da Gtt si dovranno invece pagare 70 euro per il contrassegno “Arancione”; 50 euro per il “Disco” e il “Lilla” che, dal 1 maggio 2017, avranno validità annuale; 30 euro per il “Blu” e “Scuola”. Per quest’ultimo la tariffa rimane invariata.

Leggi tutto    Commenti 0