Articolo
28 lug 2017

Revocati i P.R.U.S.A. per ridefinire le grandi ex aree industriali

di Mobilita Torino

Presentata dal vicesindaco Guido Montanari la delibera relativa allo stralcio dei Programmi di Rigenerazione Urbana, Sociale e Architettonica (PRUSA), predisposti tra il 2013 e il 2016. Nello specifico il provvedimento è relativo all’ex area Thyssenkrupp e castello di Lucento (350mila metri quadrati tra corso Regina Margherita, via Pietro Cossa, via Pianezza e le sponde del fiume Dora), le aree a Nord e a Sud di corso Romania (965mila metri quadrati), la zona compresa tra strada del Portone, il confine con Grugliasco, corso Tazzoli, corso Tazzoli 215 interno e corso Orbassano (superficie complessiva di circa 150mila metri quadrati), e l’area compresa tra corso Bramante, corso Turati e la linea ferroviaria (uno spazio urbano che misura circa 110mila metri quadrati). “Con questo atto – spiega il vicesindaco Guido Montanari – vengono ridefinite scelte strategiche di pianificazione per la riqualificazione di aree urbane di rilevante estensione che, fino ad alcuni anni fa, hanno ospitato complessi industriali e attività artigianali. I nuovi progetti, in linea con gli indirizzi della Sala Rossa, dovranno puntare al ritorno di insediamenti destinati ad attività produttive, al recupero del patrimonio edilizio esistente, alla salvaguardia e all’ampliamento delle aree verdi, alla riduzione delle aree destinate a complessi commerciali e nuove residenze".“Altro obiettivo – ha aggiunto il vicesindaco Montanari - è quello di semplificare, per quanto possibile, le procedure necessarie a governare la trasformazione, utilizzando anche gli strumenti previsti dalla legge 106/2011 (provvedimenti in deroga al Piano Regolatore), che consentono di ottenere contributi di valorizzazione per gli interventi di riqualificazione”. Nel complesso, nelle aree citate, si avrà una riduzione delle superfici per il commercio di circa 240mila metri quadrati e di quelle residenziali per circa 165mila metri quadrati, mentre invece le aree a destinazione produttiva aumenteranno di circa 841mila metri quadrati. “Naturalmente – ha dichiarato il vicesindaco Montanari a seguito di alcune osservazioni dei consiglieri – non si pensa di insediare le industrie rumorose e inquinanti di un tempo, ma di avere aree destinate all’industria 4.0, alla logistica, al coworking, ecc.. Altresì – ha aggiunto ancora il vicesindaco – saranno previste nelle zone di confine della città fasce verdi di rispetto, da destinarsi a parchi e attività agricole”.  Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 lug 2017

Cantieri stradali, la mappa degli interventi ad agosto

di Mobilita Torino

Sono numerosi i cantieri che fin da questi giorni di luglio e per tutto il mese di agosto (e in alcuni casi fino a settembre) interessano le strade torinesi.  Il periodo estivo, con la chiusura delle scuole e il minor traffico, favorisce la calendarizzazione di lavori che, programmati in un altro periodo dell’anno, risulterebbero sicuramente più impattanti.  Per consentire a chi deve muoversi in città di essere informato sugli interventi e sulla loro durata e limitare così al massimo i disagi, ecco l’ elenco dei cantieri principali:  corso Duca degli Abruzzi, in entrambe le direzioni, da corso Einaudi a largo Orbassano, sarà chiuso al traffico fino al 4 agosto per l’effettuazione di lavori di manutenzione stradale. I veicoli vengono convogliati sulle corsie riservate al trasporto pubblico e sui controviali. Di conseguenza sono chiusi gli attraversamenti delle vie Colombo, Caboto e Fratelli Carle. Dal 31 luglio, e sempre fino al 4 agosto, la chiusura parziale al traffico, ancora per il rifacimento del manto stradale, riguarderà corso Cairoli, da via Giolitti a corso Vittorio Emanuele II. Non sarà pertanto possibile percorrere la carreggiata ovest e tutti i veicoli, inclusi i mezzi della linea Star, verranno deviati sul controviale. Il traffico sulla carreggiata est verrà parzializzato e le linee che transitano sul corso saranno soppresse. Chiusi gli attraversamenti delle vie Dei Mille e Mazzini. il sottopasso Lingotto è chiuso al traffico dallo scorso 14 luglio, e lo sarà fino al 15 settembre, per permettere la realizzazione del tunnel di collegamento che dal sottopasso del Lingotto collegherà il nuovo quartiere dell'Avio-Oval, del centro fieristico e congressi di Lingotto, e l'area parcheggi del grattacielo. La durata totale dei lavori stimata in circa 24 mesi, nel corso dei quali saranno programmate altre chiusure parziali e il traffico verrà spostato sulle carreggiate libere dal cantiere con una corsia per senso i marcia in corso Galileo Ferraris, per consentire la realizzazione degli incroci rialzati e delle asfaltature nel tratto tra via Cernaia e corso Matteotti, la carreggiata est in direzione del centro città è chiusa dallo scorso 24 luglio, e lo sarà fino all’11 agosto; tra il 31 luglio al 11 agosto 2017, via XX Settembre, nel tratto tra via Pietro Micca e corso Regina Margherita, sarà chiusa al traffico (e le linee dei mezzi pubblici saranno deviate) per lavori di rifacimento della pavimentazione della sede tranviaria da parte di GTT per i lavori di pavimentazione della sede tranviaria da parte di GTT dal 21 agosto all’8 settembre 2017 sarà chiusa via Accademia Albertina, nel tratto tra piazza Carlo Emanuele II e corso Vittorio Emanuele II, con conseguente deviazione delle linee dei mezzi pubblici in via Pietro Micca all’ incrocio con via Bertola lavori di sistemazione pavimentazione lapidea dal 20 luglio al 11 agosto, a cura di Gtt il 28 agosto è in programma l’avvio del cantiere per la riqualificazione di via Monferrato. I lavori che saranno eseguiti per tratti successivi di volta in volta completati, in modo da ridurre progressivamente l’area di cantiere, termineranno nel giugno del 2018 proseguono i lavori per il rinforzo strutturale dei viadotti in strada Traforo del Pino che, il 3 e il 9 agosto, sarà chiusa al traffico dalle ore 9.00 alle 17.00. Dopo il 10 agosto, nel tratto compreso tra Sassi e la prima rotonda di Pino Torinese dopo la galleria, la circolazione continuerà ad essere vietata ai mezzi pesanti superiori ai 35 q, mentre le auto potranno procedere a senso unico alternato, regolato da semaforo proseguiranno fino al 15 settembre (sono partiti lo scorso 17 giugno) in piazza Cattaneo i lavori per la posa di tubazioni da parte di SNAM con chiusura delle carreggiate centrali di corso Orbassano e traffico deviato inizieranno il 29 agosto e dureranno fino all’8 settembre i lavori di sistemazione dei masselli nella sede dei binari in piazza Carlo Emanuele II Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 lug 2017

Torino, modifiche per alcune linee di bus e tram, sospensione Ztl e pagamento parcheggi strisce blu ad agosto

di Mobilita Torino

La Giunta comunale di Torino ha varato il provvedimento che prevede, come di consueto, la sospensione ad agosto della sosta a pagamento sulle “strisce blu” e delle limitazioni previste dalla ZTL ordinaria. Previste modifiche ad alcune linee GTT. La sosta non dovrà essere pagata dal 14 al 26 agosto (compresi) mentre nulla cambierà nei parcheggi a barriera ed in struttura, nei quali si pagherà anche in quel periodo. Gli abbonamenti ai parcheggi GTT acquistati per settembre potranno essere utilizzati dal 28 agosto, e quelli validi nel mese di luglio lo saranno fino al 12 agosto. Le limitazioni al traffico previste per nella ZTL tra le 7,30 e le 10,30 non saranno in vigore tra il 14 ed il 25 agosto compresi. Metro, bus e tram Per tutto il mese di agosto la metropolitana osserverà il normale orario di servizio. Per quanto riguarda il servizio di superficie, saranno mantenute tutte le principali linee, in particolare quelle che raggiungono il centro. Come di consueto, saranno modificati gli orari dei passaggi alle fermate. Alcune modifiche riguarderanno linee secondarie e i servizi speciali per gli stabilimenti. Queste le principali modifiche. Dal 5 al 27 agosto saranno sospese le linee 6, Star 1 e Star 2. Inoltre, tra il 5 e il 19 agosto non saranno gestite le linee feriali 12, 20, 21, 40, 52, 58, 66, 77, 83, SE2. Le linee 10, 11, 27, 33 e 67 effettueranno il percorso festivo che consentirà, in molti casi, di coprire in parte o integralmente il percorso delle linee feriali non gestite. Nello stesso periodo sarà in servizio la linea 40 navetta da piazzale Caio Mario a via Martiri della Libertà (Moncalieri). I dettagli del servizio estivo su www.gtt.to.it. Servizi turistici In funzione con i normali orari la tranvia Sassi-Superga, i bus Venaria Express (anche lunedì 14 agosto con l’orario feriale) e Rivoli Express e l’ascensore della Mole Antonelliana. L'ascensore sarà eccezionalmente in servizio anche nelle giornate di martedì 8, 15 e 22 agosto (il martedì normalmente è giorno di chiusura settimanale) con il consueto orario feriale, dalle 9 alle 20. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 lug 2017

Parcheggiatori abusivi, in aumento i controlli da parte del Corpo di Polizia Municipale

di Mobilita Torino

L’assessore con delega alle Politiche per la sicurezza, Roberto Finardi, nel corso della riunione della I Commissione (Bilancio, Polizia Municipale). ha affermato che nel 2017, sono in aumento gli interventi del Corpo di Polizia Municipale di contrasto all’attività dei parcheggiatori abusivi e della “malasosta. Finardi ha illustrato i dati del 2016, confrontandoli con quelli dei primi mesi di quest’anno. Lo scorso anno, nelle tre macro zone individuate come critiche per la presenza di parcheggiatori abusivi, (ospedali, centro città, area di corso Regina Margherita) sono stati effettuati 2100 controlli. Quarantaquattro soggetti sono stati identificati mentre sono stati operati 21 sequestri. Al 30 giugno di quest’anno, i controlli sono stati 1100, 99 i soggetti identificati, eseguito un arresto, operati 61 sequestri.L’assessore ha evidenziato come anche i Carabinieri siano a loro volta impegnati in questo tipo di attività. In relazione alla “malasosta”, nel 2016 sono state sanzionate 368 mila soste irregolari. Sono state 11.370 le sanzioni per sosta in doppia fila. Al 18 luglio 2017, le multe sono state 194 mila. Sono state 5500 le sanzioni per sosta in doppia fila. L’assessore, infine, ha evidenziato come ogni giorno vengano sanzionate dalle 20 alle 40 infrazioni relative all’occupazione di posti per disabili.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 lug 2017

Via Monferrato, ad agosto partiranno i lavori di pavimentazione

di Mobilita Torino

A illustrare i dettagli della riqualificazione di via Monferrato che ha come obiettivo restituire i 260 metri della storica strada al passeggio e alla funzione commerciale è stata, oggi pomeriggio nel corso di un sopralluogo con i consiglieri della Circoscrizione 8, l’assessore alla Viabilità e Trasporti, Maria Lapietra. Accompagnata dai tecnici comunali, l’assessore Lapietra ha presentato i lavori che saranno eseguiti per tratti successivi di volta in volta completati, in modo da ridurre progressivamente l’area di cantiere, e termineranno entro il mese di giugno del prossimo anno. Lapietra ha anche ricordato come sia “previsto che per tutta la durata dell’intervento si operi in una concertazione permanente con commercianti e cittadini per contenere i disagi”. Lastricata in pietra di Luserna, con un compluvio centrale in ciottoli delimitato da guide, marciapiedi coerenti a raso con la pavimentazione centrale, pavimentati con binderi ed elementi di arredo urbano, a compimento dell’intervento via Monferrato sarà valorizzata complessivamente nella sua tradizione storica, in una dimensione tuttavia smart. Si pensa all’installazione di panchine dotate di wi-fi e di prese per la ricarica di cellulari e a elementi di illuminazione che rendano piacevole anche il transito serale e punti di luce sul selciato. Sono previsti inoltre archetti portabiciclette, cestini portarifiuti, totem all’inizio e alla fine della strada per indicare gli esercizi commerciali.Tra le migliorie complessive che riguardano lo spazio pubblico vi è l’impegno a riqualificare contestualmente al cantiere di via Monferrato i tratti di via Santorre di Santarosa, tra via Cosmo e corso Casale e di via Romani con la sostituzione delle lastre rotte e il rifacimento del tappeto stradale.Circa le compensazioni ambientali è prevista la pulizia del belvedere sul Po, all’altezza della diga Michelotti, con l’installazione di panchine, la posa di pavimentazione in pietra e la messa a dimora di arbusti e piante, in sostituzione delle essenze seccate. Sarà inoltre sistemata la recinzione dello spazio giochi di corso Giovanni Lanza ed effettuata la pulizia della fontana in bronzo delle quattro stagioni, con la sistemazione del selciato, al di là della chiesa della Gran Madre.La spesa complessiva per i lavori di riqualificazione di via Monferrato è di 700mila e sarà coperta con finanziamento del Programma Operativo Nazionale “Pon Città Metropolitane”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 lug 2017

Con Torino Design of the City partono azioni di rigenerazione di via Sacchi

di Mobilita Torino

Dal 10 al 16 ottobre, in occasione dell’assemblea generale della World Design Organization, la più importante associazione internazionale di designers con sede in Canada e che raccoglie oltre 100 professionisti di 60 paesi del mondo, la Città di Torino promuove la manifestazione Torino Design of the City. Grazie al lavoro congiunto del Tavolo consultivo del Design, formato da oltre 30 soggetti pubblici e privati (associazioni di categoria,enti di formazione, archivi e musei), e di una Cabina di regia formata dal vicesindaco Montanari e dagli Assessori Leon, sacco, Pisano e La Pietra la settimana dedicata al Design offrirà un ampio programma di azioni sui temi più attuali legati al Design per rilanciarne la filiera sul territorio nei settori della creatività, della produzione e della valorizzazione del patrimonio.Torino Design of the City è organizzata con il contributo di Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, Compagnia di San Paolo e della Camera di Commercio di Torino con l’obiettivo di aumentare l’attenzione dei cittadini, degli operatori del settore e degli operatori locali,nazionali e internazionali del mondo del design e per raccontare come, attraverso il segno si possa lavorare su un organismo complesso come la città, creando reti tra soggetti con natura e vocazione differenti e arrivare a innovare anche attraverso il disegno dei servizi, ad esempio oltre che con l’attenzione al design thinking nelle politiche pubbliche, a soluzioni di mobilità sostenibile, ai nuovi makers e alla rigenerazione urbana.Nella manifestazione è previsto un progetto speciale sul Design pubblico per la città che mette insieme riqualificazione urbana e rigenerazione di spazi pubblici: Via Sacchi – la via del Design. Grazie alle segnalazioni e all’impegno del Comitato Rilanciamo via Sacchi e Comitato Rilanciamo i Portici di via Nizza, dei commercianti e dei cittadini della Circoscrizione 1 è stata portata all’attenzione dell’Amministrazione il progressivo svuotamento di funzioni di spazi pubblici e privati dell’area dei Portici di via Sacchi in cui si contano numerosi spazi commerciali sfitti da tempo. Le organizzazioni no profit Comitato Rilanciamo via Sacchi e l’Associazione Giardino Forbito, attraverso il progetto “Portici in Movimento”, hanno proposto una prima serie di attività per il rilancio e la rigenerazione della zona di via Sacchi, come primo passo di una più ampia azione di riqualificazione che comprendesse anche le aree limitrofe.I Portici di via Sacchi saranno così lo scenario di eventi e manifestazioni in cui negozi attivi e sfitti tra Corso Vittorio Emanuele a Corso Sommeiller saranno location di mostre, incontri e temporary shop. Utilizzare i negozi di via Sacchi per ospitare parte del programma di Torino Design of the City significa dare formalmente inizio ad un processo di rigenerazione e cambiamento dell’area che avverrà anche grazie alla collaborazione con Taimwise, piattaforma digitale che permette di organizzare eventi temporanei rivolti al mondo dell’imprenditoria e della cultura (come, ad esempio, l’apertura di temporary shop o l’allestimento di esposizioni d’arte) in spazi commerciali vuoti da usare periodicamente. Taimwise ha presentato un progetto per il riutilizzo degli spazi vuoti che ha ricevuto il patrocinio e la collaborazione della Città. Verranno inoltre valutate insieme ai cittadini e alle associazioni impegnate nel percorso di cambiamento soluzioni innovative per garantire una maggiore sicurezza urbana delle aree coinvolte: ad esempio, una sperimentazione con azioni innovative sull’analisi dei dati per la prevenzione di comportamenti socialmente critici a cura dell’Assessorato Innovazione e Smart City e in collaborazione la Polizia Municipale (NIST, Nucleo Investigativo Scientifico e Tecnologico).Il Politecnico di Torino – Dipartimento Architettura e Design - progetterà inoltre un percorso di condivisione con associazioni e cittadini per lanciare un concorso internazionale destinato a studenti e giovani designer sul tema della riqualificazione e design esterno dell’area.Visto l’impegno a sostenere tutta l’operazione in termini di comunicazione, collaborazione agli enti e alle associazioni operanti e in coerenza con il progetto complessivo Torino Design Of The City, la Città di Torino utilizzerà uno degli spazi vuoti di via Sacchi come punto informativo e spazio espositivo per il periodo dal 1 al 31 ottobre 2017.La Fondazione Contrada Torino Onlus, che per statuto e missione si occupa anche di rigenerazione urbana e riqualificazione delle aree porticate della città di Torino attraverso il progetto “Portici di Torino – Turismo, Cultura e Commercio”, si occuperà del coordinamento delle iniziative dedicate alla rigenerazione urbana e alla riqualificazione pubblica di Via Sacchi – via del Design. La Fondazione Contrada lavorerà alla riattivazione degli spazi della via attraverso la costruzione di un programma culturale e di attività che si inaugura con Torino Design of The City puntando a creare le condizioni perché le iniziative proseguano. Il programma si baserà sulla messa a sistema degli attori già coinvolti, l’individuazione e il coinvolgimento di nuovi stakeholders diversi e/o complementari, rafforzando reti già esistenti e creandone nuove. Questa attività fa parte del programma delle attività istituzionali che la Fondazione Contrada Torino Onlus realizza ogni anno attraverso il sostegno dei suoi soci fondatori Città di Torino, Compagnia di San Paolo e Università degli Studi. Per perseguire gli scopi istituzionali di cui il progetto di via Sacchi fa parte, Fondazione Contrada sarà sostenuto dalla Città per la copertura dei costi di affitto di uno spazio informativo istituzionale e per lo studio e la realizzazione della comunicazione del progetto con un fondo spese quantificato in Euro 10.000,00 (diecimila) ad integrazione dei fondi che la Città trasferisce alla Fondazione. I fondi previsti per Fondazione Contrada Onlus saranno impegnati e trasferiti con un atto amministrativo specifico e successivo; a sua volta la Fondazione Contrada Torino Onlus preparerà per l’Amministrazione delle relazioni periodiche sull’andamento del progetto e sul monitoraggio delle azioni previste e una relazione finale conclusiva sui risultati delle azioni programmate.Vista l’importanza del progetto l’Amministrazione intende agevolare e sostenere tutte le attività e gli eventi che saranno proposti nell’area di via Sacchi in occasione di Torino Design Of The City. Le possibili agevolazioni in materia di occupazione suolo pubblico, affissioni e altri eventuali vantaggi economici, saranno deliberate con successivi atti a cura degli assessori competenti a norma dei regolamenti e leggi vigenti. Le eventuali attività di vendita e somministrazione in sede fissa saranno effettuate in conformità della vigente normativa, nazionale e regionale, mentre eventuali attività di vendita e somministrazione su area pubblica saranno oggetto di appositi atti deliberativi.Nel dicembre 2014 a Torino è stato attribuito il titolo di Creative City UNESCO per il Design, unica città italiana. Questo riconoscimento è avvenuto in base a una candidatura avanzata su temi di importanza strategica per il territorio metropolitano, alcuni dei quali connessi più strettamente alla storia industriale della città e altri relativi ad ambiti diversi come ambiente e sostenibilità, pianificazione e riqualificazione urbanistica, innovazione e creatività, sviluppo economico.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 lug 2017

Al via i lavori di riqualificazione del giardino di via Revello

di Mobilita Torino

Dopo i lavori di riqualificazione potrà diventare un giardino con giochi per i bambini e altri spazi dove gli abitanti del quartiere possano passeggiare, incontrarsi, scambiare quattro chiacchiere e trascorrere qualche ora in compagnia. Intanto, in attesa che un progetto partecipato e condiviso con i cittadini ne definisca in maniera definitiva la destinazione, la Giunta Comunale nella sua riunione odierna ha approvato una serie di lavori per una prima sistemazione e messa in sicurezza dell’ area di via Revello all’angolo via Frejus, nella Circoscrizione 3. Gli interventi prevedono la rimozione di parte del muro e della recinzione in ferro, dei cancelli metallici e di 3 serbatoi interrati, la creazione di un manto erboso e la manutenzione del patrimonio arboreo esistente. Nel progetto anche la realizzazione di un nuovo impianto d’illuminazione e la collocazione di panchine e cestini per i rifiuti.

Leggi tutto    Commenti 0