Articolo
18 ott 2017

Torino e le misure antismog

di Alberto Garbin

Torino ha adottato oggi le misure antismog previste dall’Accordo di programma sottoscritto il 9 giugno scorso dalle quattro maggiori regioni della Pianura Padana e dalla stessa Città di Torino, insieme a Bologna e Milano. In attesa del Piano per la qualità dell’aria della Regione Piemonte, la Giunta comunale, su proposta dell’assessore Alberto Unia, ha deciso di fare il primo passo, approvando un piano che entrerà in vigore venerdì prossimo. I tecnici e gli amministratori del Comune hanno incontrato, nel corso dell’estate, la Regione Piemonte, le associazioni di categoria dei commercianti e la Città Metropolitana per condividere e concertare una strategia comune. L’applicazione del Piano regionale, una volta approvato, sarà obbligatoria per tutti i Comuni piemontesi con popolazione superiore ai 20mila abitanti e per i comuni che fanno parte dell’area urbana torinese.La Città di Torino conferma le misure introdotte durante l'ultima stagione invernale, con il blocco diurno dei veicoli diesel fino all'Euro 4 al manifestarsi del primo livello d’emergenza, a cui si aggiungeranno i motori Euro 5 al raggiungimento del secondo livello; in entrambi i casi verrà mantenuta la finestra pomeridiana per i veicoli commerciali. Si è aggiunto un terzo livello, che prevede il blocco totale dei veicoli a motore, con qualsiasi alimentazione ma mantenendo le deroghe per i mezzi ecologici, al verificarsi di 20 superamenti quotidiani. Una misura estrema che si spera di non dover applicare.L’unità di misura di riferimento per le eventuali azioni che si renderanno necessarie è il superamento della soglia di 50 microgrammi al metro cubo, come concordato nel protocollo di bacino padano; da quest’anno, infatti, le azioni di contenimento del traffico saranno inasprite in base ai giorni continui di superamento di tale soglia, allo scopo di evitare impennate dei valori massimi di inquinamento e contenere il protrarsi dei superamenti giorno dopo giorno.Questi i tre livelli di attenzione, fatte salve le disposizioni comunali correnti relative alle Zone a Traffico Limitato (ZTL) e quelle relative ai diesel fino ad euro 2. Al raggiungimento consecutivo per 4 giorni del valore limite giornaliero pari a 50 μg/m3 (livello “arancio”) saranno attivi i seguenti provvedimenti:- limitazione della circolazione urbana per le autovetture private ad alimentazione diesel e di classe emissiva inferiore o uguale ad Euro 4, valida tutti giorni della settimana (festivi compresi) dalle ore 8 alle ore 19;- limitazione della circolazione urbana per i veicoli commerciali (categorie N1, N2 ed N3) ad alimentazione diesel e di classe emissiva inferiore o uguale ad Euro 4, valida tutti giorni della settimana (festivi compresi) dalle ore 8.30 alle 14 e dalle ore 16 alle 19 nei giorni feriali e dalle ore 8.30 alle 15 e dalle ore 17 alle 19 nelle giornate di sabato e festive;- divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa, se in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, con prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle;- divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò, barbecue e fuochi d’artificio) di combustioni all’aperto;- introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie negli edifici pubblici, nelle abitazioni, negli spazi ed esercizi commerciali;- divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso;- divieto di spandimento dei liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe;Al raggiungimento consecutivo per 10 giorni del valore limite giornaliero pari a 50 μg/m3 (livello “rosso”) saranno attivi i seguenti provvedimenti, in aggiunta a quelli indicati al livello arancio:- estensione della limitazione della circolazione urbana per le autovetture private e per i veicoli commerciali ad alimentazione diesel e di classe emissiva Euro 5. Le giornate e gli orari di validità dei provvedimenti sono i medesimi del livello arancio;- divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle. Al raggiungimento consecutivo per 20 giorni del valore limite giornaliero pari a 50 μg/m3 (livello “viola”) si dispone, in aggiunta ai provvedimenti dei precedenti livelli, l’estensione della limitazione della circolazione per tutte le autovetture private e per tutti i veicoli commerciali indipendentemente dal tipo di alimentazione e classe emissiva ma mantenendo le deroghe per i mezzi ecologici. Le giornate e gli orari di validità del provvedimento sono i medesimi del livello arancio.Oltre ad adottare tali misure temporanee, Torino intende accogliere le misure strutturali previste dall'Accordo di bacino padano, che si applicano dal 1 ottobre al 31 marzo d’ogni anno: dall'1 ottobre del 2018 sarà limitata la circolazione dei veicoli diesel fino a Euro 3 nella fascia diurna dei giorni feriali (dal lunedì al venerdì). La data dell’1 ottobre del 2020 segnerà l’estensione del divieto di circolazione nella fascia diurna dei giorni feriali ai veicoli diesel Euro 4. Dal 1 ottobre 2025 tale divieto sarà esteso agli Euro 5.A queste misure che riguardano il traffico veicolare, si aggiungono altre misure rivolte agli impianti di riscaldamento, che riguardano impianti a biomassa, a pellet e la combustione all’aperto, applicate a partire dal 1 ottobre 2018 (e sempre fino al 31 marzo dell’anno successivo). L’informazione ai cittadini sarà continua e tempestiva. L’eventuale inasprimento o sospensione dei provvedimenti sarà annunciato il giorno prima, in base ai superamenti rilevati dalle stazioni automatiche sul territorio di Torino. Tutti i canali di informazione della città saranno impiegati per raggiungere rapidamente il maggior numero di persone; molto importante sarà l’apporto dei mezzi di informazione per il raggiungimento dell’obiettivo principale di questa complessa macchina: il mantenimento della qualità dell’aria e la salvaguardia della salute dei cittadini. FONTE: Comunicati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 ott 2017

Riapre al traffico Via Nizza a fine ottobre

di Alberto Garbin

La Commissione Urbanistica del Consiglio comunale, riunita con l’omologa Commissione della Circoscrizione 8, ha ascoltato oggi pomeriggio la relazione dei vertici di Infra.To riguardo lo stato di avanzamento dei lavori del cantiere della linea 1 della metropolitana, nel tratto Lingotto-Bengasi.Nei giorni scorsi i lavori di scavo hanno raggiunto la stazione “Italia 61 – Regione Piemonte” e, oggi, in Commissione è stata annunciata l’apertura al traffico veicolare di via Nizza per la fine del mese di ottobre. I veicoli potranno transitare lungo la via in un'unica direzione di marcia, nella direttrice verso Moncalieri; sarà aperta una corsia larga 5,6 metri che permetterà il transito sia dei mezzi privati che dei mezzi pubblici.Nel mese di Novembre si svolgeranno le lavorazioni necessarie per il ripristino a senso unico di via Genova (attualmente a doppio senso). Infine, entro dicembre, sarà attivato anche il transito in via Caramagna (chiuso nella prima fase).Venerdì 6 ottobre, dalle ore 15.00 alle 17.00, il cantiere della stazione “Italia 61-Regione Piemonte” sarà aperto ai cittadini che potranno vedere i lavori svolti all’interno della stazione e la grande macchina escavatrice (TBM), la cosiddetta talpa Masha, che terminerà il lavoro di scavo tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018.Durante i lavori della Commissione è stato trattato anche l’ampliamento delle strisce blu nella Circoscrizione 8. L’assessore alla Viabilità, Maria Lapietra, ha confermato l’imminente introduzione dei nuovi parcheggi a pagamento nell’area Pilonetto, a est del Po, compresa tra viale Dogali, corso Sicilia, corso Moncalieri, via Villa Glori, corso Sicilia, corso Monterotondo e piazza Muzio Scevola. Nella zona degli ospedali (area corso Caduti sul Lavoro) i nuovi parcheggi saranno installati nel 2018, indicativamente tra i mesi di febbraio e marzo, proseguendo nei prossimi mesi l’interlocuzione con la Circoscrizione.   Fonte: Comunicati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 set 2017

Le olimpiadi invernali di Torino rivivono al Parco Ruffini

di Alberto Garbin

A partire da giovedì le sette girandole del Look of the City restaurate in occasione del decennale dei XX Giochi invernali del 2006 e posizionate in piazza Castello, andranno a connotare gli ingressi del Palasport e dello stadio Primo Nebiolo, al Parco Ruffini.  Si tratta di parte degli stessi elementi promozionali che, insieme agli stendardi rosso cinabro, contribuirono nel febbraio di undici anni fa a diffondere l’immagine di una Torino aperta al mondo. Lo scorso anno le girandole posizionate a pochi metri da Palazzo Madama, insieme alle diverse manifestazioni promosse, hanno contribuito a far rivivere le emozioni di quelle giornate di competizioni olimpiche e paralimpiche.  Ora assolveranno al compito di dare il benvenuto a quanti frequenteranno i due impianti della città

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 set 2017

Intesa con Infra.TO e GTT per il pagamento della metro e dei nuovi tram

di Alberto Garbin

Nella seduta odierna, il Consiglio comunale ha approvato due atti distinti relativi alla regolazione del debito della Città di Torino nei confronti di Infra.To e di Gtt. Per ciò che attiene al debito relativo a Infra.To, ammontante a 57.088.045 MIO, per il rimborso delle quote di capitale e interessi relative ai mutui contratti da Infra.To per la realizzazione della linea 1 della metropolitana, la Convenzione approvata prevede il pagamento di una prima tranche di 18.852.000 MIO nel 2017 (somma già versata nello scorso mese di luglio), mentre la restante somma di 38.236.045 MIO sarà corrisposta nei successivi 10 anni con rate annuali di 3.823.604 MIO. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli ed un voto contrario.In riferimento al debito della Città con GTT, relativo all’acquisto di motrici tranviarie (serie 6000) per la linea 4, pari a 27.484.093,36 MIO, saranno corrisposti 3.5 MIO, già stanziati nel bilancio 2017, mentre la restante somma, pari a 23.984.093,36 MIO, sarà versata nei successivi 10 anni con scadenza della prima rata nell’aprile del 2018. Anche la somma di 2.055.115,74 MIO relativa agli interessi di mora maturati sarà corrisposta in parti uguali con rate decennali a partire dall’aprile 2018. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli e un voto contrario.Entrambe le votazioni sono state precedute dall’approvazione di emendamenti di Giunta illustrati dall’assessore al bilancio, Sergio Rolando.Sono state espresse dichiarazioni di voto relative alla convenzione con GTT dai Consiglieri: Alberto Morano (Lista Civica Morano), che prima di dichiarare il suo voto contrario ha così riassunto la situazione finanziaria di GTT: 544 MIO di debito, 440 MIO di fatturato, utile di esercizio di 160.000 euro e fabbisogno di cassa di 62 MIO per continuare a garantire il servizio nei prossimi mesi. Morano ha affermato che “una società privata in analoga situazione valuterebbe l’ipotesi di chiedere al Tribunale un concordato in bianco”.Claudio Lubatti (Partito democratico) che annunciando la non partecipazione del suo gruppo al voto ha detto “non vediamo un percorso strategico né una presa di coscienza da parte della Giunta.” Gtt, ha spiegato, partecipa motu proprio, assieme ad Arriva, ad una gara per il servizio ferroviario metropolitano che vale 83 MIO senza che l’Amministrazione cittadina eserciti le proprie prerogative di azionista unico dando formali indicazioni in tal senso.Antonio Fornari (Movimento 5 stelle) che ha chiesto all’Aula se le opposizioni negando il proprio voto alle delibere intendessero lasciare immutata la situazione debitoria della Città.Francesco Tresso (Lista civica per Torino) che ha sottolineato l’assenza di una linea strategica condivisa dall’Amministrazione e dal Consiglio comunale in ordine al risanamento di GTT, chiedendo “dopo un anno di amministrazione del Movimento 5 stelle, quando abbandonerete il mantra che recita ci avete lasciato questa situazione?".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 lug 2017

Nuovo carburante ecologico per i bus di Torino

di Ludovico Ragonesi

Eni, la Città di Torino, GTT - Gruppo Torinese Trasporti ed Amiat, società del Gruppo Iren, hanno recentemente firmato un accordo per avviare un progetto di sperimentazione su larga scala, relativamente all’utilizzo da parte degli autobus torinesi di Eni Diesel+, del nuovo carburante, contenente il 15% di componente rinnovabile. Il carburante verrà fornito all’azienda torinese di trasporto pubblico allo stesso costo del gasolio finora utilizzato per i mezzi in servizio sulla rete urbana. Eni si è infatti aggiudicata la gara per la fornitura dei combustibili agli autobus di Torino.Fino al 31 ottobre gli autobus della flotta cittadina di GTT utilizzeranno il nuovo combustibile che, sulla base delle ricerche effettuate, permette di ridurre in modo sensibile le emissioni inquinanti, di mantenere pulito il motore e di consentire un'efficienza di combustione sempre ottimale, determinando, di conseguenza, una riduzione degli interventi di manutenzione dei motori, nonché di ottenere una riduzione dei consumi fino al 4%.GTT testerà sul campo il nuovo carburante segnalando a Eni ogni eventuale variazione di funzionamento o comportamento che dovesse riscontrare sui propri mezzi nel corso del periodo di sperimentazione. Un autobus della sua flotta sarà poi impiegato nei laboratori Eni a San Donato Milanese per svolgere, in collaborazione e con la supervisione dell’Istituto Motori del CNR di Napoli, altri test sperimentali, finalizzati a validare l’impatto positivo dell’utilizzo di Eni Diesel+ in termini di riduzione di emissioni inquinanti e di efficienza di combustioni. La Città di Torino - che lo scorso marzo ha aderito alla Dichiarazione di Siviglia, documento con il quale oltre 60 amministrazioni locali europee si sono impegnate a incoraggiare politiche di “economia circolare” all’interno delle città - promuoverà infine la raccolta degli oli spenti di frittura delle utenze domestiche. Amiat contribuirà, in accordo con la Città di Torino, alla promozione fra i cittadini della raccolta degli oli vegetali usati, anche attraverso il posizionamento di eventuali nuovi punti di raccolta sul territorio. Dopo un trattamento di purificazione da effettuare presso aziende specializzate, l’olio esausto recuperato potrà essere trasformato in biocarburante presso la Raffineria Eni di Venezia e quindi utilizzato per alimentare i mezzi pubblici del territorio del Comune e contribuire così alla riduzione delle emissioni inquinanti, consentendo altresì di mettere in atto un esempio concreto di valorizzazione di scarti di consumi.  Per maggiori informazioni, si rimanda ai seguenti link: - http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_546.shtml - http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_198.shtml Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 giu 2017

Nuove politiche per il rinnovo del parco auto: agevolazioni per i veicoli ecologici

di Ludovico Ragonesi

Al fine di incentivare il ricambio dei mezzi più inquinanti con quelli più ecologici, ibridi ed elettrici, verranno rilasciati, a titolo scontato o gratuito, i permessi di circolazione in ZTL.La nuova ZTL avrà infatti regole a favore dei veicoli con meno emissioni inquinanti.I possessori di veicoli dotati di alimentazione elettrica pura potranno richiedere e ottenere il permesso ZTL Blu-A a titolo gratuito anche se non rientrano nelle categorie attualmente autorizzate.I possessori di mezzi ad alimentazione ibrida elettrica e di veicoli bifuel (metano o gpl), che rientrano nelle categorie che hanno diritto al permesso Blu-A potranno ottenerlo ad un costo scontato del 50%. In questo caso è necessaria un'immatricolazione successiva al 2015, emissioni CO2 minori a 110 g/km e la residenza nella città di Torino.Infine i possessori di veicoli commerciali leggeri ad alimentazione bifuel (metano o gpl), avranno la possibilità di richiedere il rilascio di un permesso ZTL tipo BLU-A anche se non rientranti nelle categorie o quantità indicati nell'ordinanza ZTL vigente (n.81355). E' richiesta la residenza o sede legale nella Città di Torino e che il veicolo sia almeno Euro 3.Con questo provvedimento si incentiva il rinnovo del parco auto a favore di veicoli con meno emissioni. Anche chi svolge attività professionale in centro, potrà farlo in deroga alle vigenti regole decidendo di utilizzare un veicolo meno inquinante.Nella seduta di questa mattina è stata inoltre deliberata l'implementazione di nuove azioni per i progetti Europei di cui la Città è partner attiva, ovvero NOVELOG - SETA e SOLEZ. La decisione di prorogare il rilascio di speciali permessi ZTL per veicoli merci ecologici e dotati di un particolare sistema di geolocalizzazione si inserisce in un quadro di gestione smart ed ecologica della logistica merci all'interno della ZTL. Ad oggi con il progetto NOVELOG le ditte che hanno partecipato sono 10, sostituendo 50 veicoli altamente inquinanti con veicoli di nuova produzione, di cui 2 a trazione elettrica, 4 a metano e i rimanenti con Euro5.Tramite il sistema di monitoraggio costante, grazie a una piattaforma informatizzata per la geolocalizzazione, sarà quindi possibile continuare a gestire in modo efficiente la logistica merci e in un contesto di regolazione: “Con riguardo per l'ambiente in quanto saranno rinnovati i tagliandi per gli accessi ai soli mezzi merci con motorizzazione Euro 5 – conclude Maria Lapietra -. Saranno inoltre rilasciati nuovi tagliandi a mezzi merci con massa uguale o minore ai 35 quintali, esclusivamente con trazione a metano, elettrica o ibrida”. Per maggiori dettagli, si rimanda al sito ufficiale della Città di Torino: http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_527.shtml

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 mar 2017

Programma della Domenica Ecologica del 2 Aprile.

di Alberto Garbin

Domenica 2 aprile senza auto per otto ore. Dalle 10 alle 18, infatti, la seconda Domenica ecologica del 2017 bloccherà il traffico privato su tutto il territorio cittadino. Possono circolare i veicoli elettrici o ibridi, le moto a quattro tempi, i veicoli destinati al trasporto persone con oltre nove posti, i mezzi di forze armate, organi di polizia, soccorsi, Vigili del fuoco, Protezione civile, quelli che raccolgono i rifiuti o puliscono le strade. Non saranno limitati i taxi, le auto del car sharing e chi deve spostarsi per motivi di lavoro non avendo a disposizione mezzi pubblici nel raggio di un chilometro (purché con dichiarazione del datore di lavoro). Condividere l’auto con altre tre persone permetterà di evitare il divieto, solo se il mezzo è omologato a quattro o più posti; basterà essere in due se è omologato per due-tre posti. Anche gli agenti di commercio sono liberi di circolare e così associazioni o società sportive appartenenti a federazioni affiliate al Coni e gli atleti che devono raggiungere una sede di gara, arbitri, direttori di gara e cronometristi. Il divieto di circolazione riguarda l’80 per cento del territorio cittadino. Sarà consentito percorrere alcune arterie che collegano Torino ai Comuni della cintura o alla tangenziale e viceversa oppure i tragitti che permettono di raggiungere i parcheggi di interscambio. Via libera anche in alcune zone del precollina, corso Unità d’Italia, alcuni tratti dei corsi Regina Margherita, Giulio Cesare, Moncalieri, Francia, Orbassano, Tazzoli, Romania, Unione Sovietica e Lungo Stura Lazio.   Moltissimi gli eventi organizzati in città per l’occasione   PASSEGGIATE SONORE Città di Torino – Assessorato Ambiente in collaborazione con ARPA Piemonte e Urban Center Partenza: Urban Center, Piazza Palazzo di Città Arrivo: Urban Center, Piazza Palazzo di Città Orari: h 9.00; h 11.00; h 14.00; h 16.00 La passeggiata sonora è un modo di vivere e attraversare il territorio dando precedenza alla percezione uditiva. Si tratta di compiere un percorso a piedi in cui si concentra l’attenzione su tutto ciò che è udibile. È un’occasione per guardare da un’altra prospettiva lo spazio che abitiamo, scoprendo uno scenario che a volte può emozionare, altre irritare o divertire, ma che in ogni caso può portare a riflettere sulla nostra esperienza uditiva e indurci ad immaginare il paesaggio sonoro in cui vorremmo vivere. È necessario iscriversi compilando il form sul sito ARPA oppure telefonicamente – 011.5537950 dal martedì al sabato dalle h 11,00 alle h 18,00.   PEDALATA COLLETTIVA – 12 KM Associazione Amicinbici-bik&motion Partenza: Piazza Giovanni Astengo Arrivo: Piazza Castello Orario: h 14.00 La pedalata collettiva organizzata da Amicinbici-bik&motion ha l’obiettivo di invogliare i cittadini a utilizzare la bicicletta come mezzo di trasporto anche per le lunghe tratte. È un evento aperto a tutti al quale ci si può aggregare anche lungo il percorso. BICINCAMP&DUI PAS IN CAMP Associazione Ecoborgo Campidoglio Partenza: Piazza Moncenisio Arrivo: Parco Ruffini Orario: h 10.00   L’iniziativa BICINCAMP&DUI PAS IN CAMP prevede un percorso comodo e raggiungibile sia a piedi che in bicicletta. Lo spirito dell’attività va incontro al bisogno di favorire l’aggregazione sociale e promuovere un mezzo ecologico come la bicicletta, per poi ritrovarsi insieme al parco per un pic nic conviviale. L’attività è aperta a tutti ed è necessario portare con sé qualcosa da bere o da mangiare da condividere in compagnia.   BENVENUTI IN BICI WELCOME Associazioni promotrici: Eco dalle Città, Coordinamento Cambiamo l’Aria, Amicinbici, Ecoborgo Campidoglio, Bike Pride. “Pedale Democrazia”. Mobilità sostenibile e accoglienza e integrazione anche attraverso il prendere confidenza con la bici, con la presenza di migranti e richiedenti asilo. Punti di partenza: ore 14.00 Piazza Giovanni Astengo con Associazione Amicinbici-bik&motion ore 15.00 Parco Ruffini angolo corso Rosselli con Associazione Ecoborgo Campidoglio e Bike Pride ore 15.00   CECCHI POINT con Eco dalle Città e Cambiamolaria Arrivo: piazza Castello per i giri attorno a palazzo Madama A chi ne ha la possibilità, si chiede di prestare o regalare una bici inutilizzata. Si può portare sabato pomeriggio o domenica dalle 14 al Cecchi Point. Al coordinamento Senzaasilo si chiede di far circolare la notizia nelle strutture di accoglienza invitando gli ospiti se possibile a partecipare. Evento facebook Pedale Democrazia   PEOPLE4SOIL Legambiente Luogo: Piazza Palazzo di Città Domenica 2 aprile 2017 Legambiente sarà presente in Piazza Palazzo di Città per promuovere People4Soil: un’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) sostenuta da più di 400 associazioni che chiedono all’UE norme specifiche per tutelare il suolo, bene essenziale alla vita come l’acqua e come l’aria. Lo scopo della campagna è contrastare l’eccessiva cementificazione, la contaminazione, l’erosione, la perdita di materia organica e di biodiversità che minacciano quotidianamente i suoli europei.   TUTTA DRITTA Team Marathon Partenza: Piazza San Carlo, Torino Arrivo: Palazzina di Caccia di Stupinigi, Nichelino Orario: h 10.00 – 12.00 La Tutta Dritta, gara da 10 km internazionale certificata AIMS, è adatta a tutti e a tutte le età. Occorre iscriversi sul sito per partecipare. I partecipanti a Torino Triathlon, che avrà luogo in piazza San Carlo a partire dalle h 8.15, si uniranno all’evento indossando i pettorali dedicati.   1° PEDALATA ECOLOGICA FIAB Torino Bici&Dintorni in collaborazione con Intorno, Cascina Roccafranca, Fondazone della Comunità di Mirafiori Onlus, Triciclo, Casa nel Parco, e Miravolante con il patrocinio della Circoscrizione 2 Partenza: Piazzale Cascina Giajone – Via Guido Reni 102 Arrivo: Parco Colonnetti – Casa nel Parco Orario: h 14.00 – 17.00 In occasione della domenica ecologica del 2 aprile, la Circoscrizione 2 ha patrocinato una Pedalata Ecologica organizzata da FIAB e aperta a tutti i cittadini. La partenza effettiva avrà luogo alle h 15.30 per consentire una marchiatura facoltativa delle biciclette gestita dall’associazione Intorno, fino alle h 15.00. Dalle ore 17.00 sarà allestita un’officina popolare a cura della Casa nel Parco. È necessario iscriversi scaricando il modulo dal sito della Circoscrizione 2.   CHECK UP BICI E MARCHIATURA + MERENDA FIAB Torino Bici&Dintorni in collaborazione con Intorno, Decathlon e Eataly Luogo: Piazzale di Eataly Lingotto – Via Nizza 230/14 Orario: h 15.00 Per la domenica ecologica FIAB Torino Bici & Dintorni propone un controllo + assistenza bici gratuito in collaborazione con Decathlon al piazzale di Eataly, con la merenda per chi arriva pedalando. Per chi lo desidera, l’associazione Intorno effettuerà la marchiatura della bici a partire dalle 15.30. Sarà inoltre allestito un punto informativo per raccogliere richieste o suggerimenti per migliorare la viabilità pedonale e ciclabile a Torino.   Mercati IL LIBRO RITROVATO Luogo: p.za Carlo Felice Orario: h 8.00 – 18.00 ANTIQUARIATO MINORE Luogo: p.za Vittorio Veneto Orario: h 8.00 – 18.00 CAMPAGNA AMICA Luogo: p.za Palazzo di Città Orario: h 9.00 -19.00 BROCANTE Luogo: c.so Taranto SAN SALVARIO EMPORIUM Luogo: p.za Madama Cristina Feste di via PIAZZA AL CIOCCOLATO E ARTIGIANATO Luogo: p.za Statuto FESTA SHOPPING CULTURA E TRADIZIONI Luogo: via Luini STREET WINE AND FOOD Luogo: c.so Raffaello FONTE: Quotidiano Piemontese

Leggi tutto    Commenti 0