Articolo
08 mag 2018

Disagi per oggi 8 Maggio: sciopero GTT e controllori di volo!

di Alessandro Graziano

Si incrociano oggi due scioperi dei trasporti: da una parte GTT e CA.Nova e dall'altra i controllori di volo. Nella giornata di oggi martedì 8 maggio 2018 è previsto uno sciopero aziendale di 8 ore, proclamato dall’organizzazione sindacale USB – Lavoro Privato. LO SCIOPERO SI SVOLGERÀ CON LE SEGUENTI MODALITÀ: Servizio urbano e suburbano della Città di Torino e Metropolitana: dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 22.00 Autolinee extraurbane e servizio ferroviario sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.30 alle ore 21.30 A seguito dell’agitazione proclamata da alcune sigle sindacali dei controllori di volo per martedì 8 maggio (dalle 10:00 alle 18:00), potrebbero verificarsi alcune modifiche dell’operativo dei voli. Lo comunica l'ENAV, spiegando che sono previste due distinte azioni di sciopero: dalle ore 10.00 alle ore 18.00 indetta dalle organizzazioni sindacali FILT-CGIL, UIL Trasporti e UNICA e dalle ore 13.00 alle ore 17.00 indetta dalle organizzazioni sindacali FIT-CISL e UGL-TA. Oltre agli scioperi nazionali, è previsto uno sciopero locale presso l’aeroporto di Roma-Fiumicino - dalle ore 10.00 alle 18.00 - indetto dalle organizzazioni sindacali UGL-TA e UNICA.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2017

Dall’11 settembre ritornano i treni tra Pont a Rivarolo e tra Ceres a Germagnano

di Mobilita Torino

Da lunedì 11 settembre sarà ripristinato il servizio ferroviario sull’intera tratta delle linee sfm1 (Pont-Rivarolo-Chieri) e sfmA (Torino-Germagnano-Ceres). I treni torneranno quindi a viaggiare tra Pont e Rivarolo e tra Ceres e Germagnano, dove dal 23 maggio scorso il servizio era effettuato con bus sostitutivi. Gli orari sono consultabili sul sito www.gtt.to.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2017

Linea ferroviaria Torino-Ceres, confermato il cronoprogramma dei lavori

di Mobilita Torino

Il progetto esecutivo del collegamento ferroviario della linea Torino Ceres è stato oggetto di un’articolata presentazione avvenuta ieri pomeriggio durante i lavori della Commissione Trasporti, riunita in seduta congiunta con la Commissione Ambiente. L’architetto Sergio Manto della SCR Piemonte (la società appaltante controllata dalla Regione Piemonte) ha illustrato ai Consiglieri comunali le caratteristiche dell’opera, alla presenza degli assessori Maria Lapietra e Alberto Unia, del sindaco di Venaria, Roberto Falcone, e del presidente della Circoscrizione 5, Marco Novello. L’opera, finanziata con 175 milioni di euro (CIPE e Regione Piemonte), prevede un intervento sotterraneo lungo corso Grosseto per 2,7 km nel tratto dal cavalcavia di corso Grosseto alla stazione Rebaudengo del parco Sempione. Tre anni è la durata preventivata del cantiere per l’esecuzione dei lavori, suddivisi in cinque frazioni, della durata complessiva di 34 mesi.E’ confermato l’imminente avvio dei lavori di demolizione del cavalcavia; i tecnici di SCR hanno precisato che la parte del viadotto su corso Potenza (ramo Potenza-Grosseto) sarà abbattuto in una fase avanzata dei lavori. Al proposito l’assessore alla Viabilità Lapietra ha chiesto alla società appaltante la presa in carico di quella parte del cavalcavia: “La giunta aveva chiesto l’intera demolizione del cavalcavia e non una demolizione per fasi”.Più in generale, Lapietra ha definito fondamentale per la viabilità della zona il completamento dei lavori in corso Venezia, asse in grado di fluidificare il traffico veicolare dell’area.Tra le novità emerse durante la presentazione del progetto è stata evidenziata, nella sistemazione in superficie di largo Grosseto, la modifica dell’incrocio semaforizzato con l’inserimento nell’area di alcune nuove fermate di GTT, le modifiche al tracciato dei tram e dei parcheggi.E’ previsto inoltre l’abbattimento di verde esistente nella misura di 111 unità, compensate dalla posa di 90 nuovi impianti, 38 ripristini e 9 sostituzioni. I valori di compensazione ammontano a circa 120mila euro.L’opera genererà circa 580.000 metri cubi di materiale dai lavori di scavo per i quali sono previsti innumerevoli siti di destinazione.Molte gli interventi dei Consiglieri e dei rappresentanti istituzionali. Al termine della Commissione, il presidente Damiano Carretto ha commentato: “Questo è il primo appuntamento sul progetto esecutivo del collegamento Torino-Ceres; un progetto che non convince e che presenta moltissime criticità da approfondire nei prossimi mesi”.

Leggi tutto    Commenti 0