Articolo
12 set 2017

Festa dei vicini 2017: per una Torino vicina!

di Alessandro Graziano

Per l’undicesimo anno consecutivo la Città di Torino e l’Agenzia Territoriale per la Casa aderiscono alla rete dei partecipanti alla Giornata Europea dei Vicini: l’appuntamento torinese è fissato per sabato 16 e domenica 17 settembre. Nata nel 1999 nel 17° Arrondissement di Parigi, su iniziativa di Atanase Périfan e dell’associazione Paris d’Amis, la Giornata Europea dei Vicini è promossa dall’associazione European Neighbour’s Day ed è un appuntamento ormai consolidato, che si prefigge di contrastare l’isolamento e l’individualismo che troppo spesso caratterizzano i quartieri e i condomini delle grandi città. I numeri sono importanti: 20 milioni di partecipanti, distribuiti in 36 Paesi, 1400 partner. In Italia, la Festa è patrocinata da ANCI e Federcasa, l’associazione nazionale degli enti di edilizia sociale. L’obiettivo è quello di promuovere le buone relazioni di vicinato e rinforzare i legami di prossimità e di solidarietà sociale. Partecipare è gratuito e molto semplice: chiunque può aderire, basta compilare la scheda di adesione e inviarla seguendo le indicazioni. Compilando la scheda di iscrizione, l’evento sarà inserito nel calendario degli appuntamenti della Festa dei Vicini edizione 2017. I partecipanti avranno il compito di organizzare un momento di convivialità per coinvolgere i propri vicini di casa. Chi porta una torta, chi una bottiglia di vino per il brindisi; l’importante è stare insieme. Sono sempre tantissimi i torinesi che raccolgono l’invito e decidono di scendere in strada o in cortile per brindare ai rapporti di buon vicinato. Nelle case popolari, poi, la festa è particolarmente sentita: da Mirafiori a Barriera di Milano, gli inquilini danno vita ai banchetti più affollati della giornata. A Torino quest’anno la Festa dei Vicini sarà collocata all’interno del programma di eventi della Settimana europea della Mobilità Sostenibile. Facile associare l’appuntamento, pensato per promuovere la solidarietà di vicinato in un’epoca caratterizzata dall’isolamento sociale ai temi della mobilità condivisa che saranno parte della manifestazione – lo slogan della quale è, appunto, “Condividere ti porta lontano” – in programma anche quest’anno dal 16 al 22 settembre.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 giu 2017

Provvedimenti del Comune di Torino contro la movida.

di Alberto Garbin

Da domani sera, venerdì 9 giugno - e fino al 30 settembre –, col fine di assicurare decoro e tranquillità e mitigare gli effetti causati dall’incontro serale e notturno di un grande numero di giovani, dalle 20 alle 6 in due aree della città, quella di San Salvario e quella comprendente una parte del Centro e Vanchiglia, non sarà consentita la vendita per asporto di alcolici e superalcolici. Lo ha stabilito l’Amministrazione Comunale con l’ordinanza n. 46/2017 che prevede norme restrittive riguardo al commercio di bevande con gradazione alcoolica. Il provvedimento non incide sulla possibilità di servire tali bevande nei locali (bar e ristoranti) per il consumo sul posto.Nello specifico il documento si riferisce, per San Salvario alle seguenti vie: via Galliari su entrambi i fronti, via Madama Cristina, corso Marconi, via Nizza (le vie Madama Cristina, corso Marconi, via Nizza devono intendersi esclusivamente come limite perimetrale, quindi escluse dall’area); per il Centro l’area delimitata dalle seguenti vie su entrambi i fronti: via Giolitti, Via delle Rosine, via Po, piazza Vittorio Veneto, via Giulia di Barolo, via Verdi, via Roero di Cortanze, corso San Maurizio, via Montebello, largo Montebello, corso Regina Margherita (civici dispari), via Bava, corso San Maurizio, lungo Po Cadorna, lungo Po Diaz. Fonte: Comunicati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 giu 2016

San Giovanni la festa dei torinesi

di Alessandro Graziano

    Ogni anno, il 24 Giugno, a Torino si festeggia il santo patrono della città, ovvero San Giovanni Battista, protettore del capoluogo piemontese da tempi molto lontani (nel 602 già esisteva a Torino una chiesa costruita in suo nome). Durante i festeggiamenti a lui dedicati, sin dal Medioevo, l’intera città si fermava per due giorni interi, per partecipare alle celebrazioni di un rito mix tra credenze pagane e tradizione religiosa. Oggi pomeriggio 23 giugno si terrà il  il corteo storico in costumi d'epoca, dalle 18,30 alle 22 per le vie del centro storico. Stasera  alle 21:30 avverrà invece l'Accensione del Farò (ovvero falò in piemontese) in piazza Castello di fronte palazzo Madama. Al centro del Farò viene issata la sagoma di un Toro, che a seconda della direzione in cui cade porterà fortuna o sfortuna alla città durante l’anno a venire.   Domani, venerdi 24 alle 10, sul sagrato del Duomo, Gianduja e Giacometta attenderanno le autorità per il saluto tradizionale sono in programma in Piazza Castello. Dal mattino, in piazza Palazzo di Città ci saranno il mercatino dei prodotti locali e alcune degustazioni mentre dalle 17, in piazza Castello, cori gospel, esibizioni di ballo e intrattenimento musicale. Alle 16 da Piazza Vittorio Veneto partirà la sfilata delle auto storiche. Sempre sulla stessa piazza intanto si potrà assistere a concerti Blues e Jazz, esibizioni di tango e il carosello storico della Brigata Alpina Taurinense. A concludere i festeggiamenti la suggestiva fiaccolata sul Po tra le 22 e le 22.15 e infine, dalle 22.30,  il tanto atteso spettacolo pirotecnico torinese.   Ricordiamo che per tutta la giornata di venerdì, giornata festiva per la Città di Torino, i parcheggi nelle strisce blu saranno gratuiti e la ZTL Centrale non sarà attiva; rimarranno invece sempre accese le telecamere di vie e corsie riservate.    

Leggi tutto    Commenti 0