05 mag 2017

Torino porte aperte: la scuola adotta un monumento!


Nelle domeniche di maggio gli alunni di 53 scuole faranno da ciceroni nei nostri beni culturali


Riscoprire magnifici tesori nascosti e solitamente inaccessibili al pubblico come la sala Gonin di Porta Nuova, ovvero la magnifica sala d’attesa progettata dall’ingegner Alessandro Mazzucchetti nel 1861 e affrescata a partire dal 1864 dal pittore Francesco Gonin. È questo l’obiettivo della ventesima edizione di Torino porte aperte che consentirà, nell’ambito del progetto «La scuola adotta un monumento, a 53 scuole coinvolte, primarie e secondarie cittadine e della provincia, di presentare al pubblico in una delle domeniche di maggio, i beni culturali scelti.

La sala Gonin è stata adottata dagli studenti del liceo classico Massimo d’Azeglio, e sarà aperta domenica 21 maggio dalle 10 alle 18

Altri monumenti e luoghi da visitare in questi weekend:  la Basilica di Superga, il quartiere Campidoglio, l’ex Collegio delle figlie dei militari, la fondazione Merz, Villa della Regina, il Polo del 900, il castello Malgrà e molti altri beni che non sempre sono aperti al pubblico e vale la pena visitare. Al termine del viaggio, alunni e alunne, come veri ciceroni, racconteranno ai visitatori le caratteristiche e gli aspetti iconografici, urbanistici, ambientali e sociali delle opere simbolicamente adottate.

 

Per info ecoc qui il pdf con il programma delle giornate http://www.comune.torino.it/iter/iniziative/la_scuola_adotta_un_monumento/pdf/programma_Torino_Porte_Aperte_2017.pdf


arteborgo cacampidogliocittàluoghimobilita torinomonumentiporta nuovascuolatorino


Lascia un Commento