Proposta
02 mag 2020

Pedonalizzazione parziale di via Lodi

di Giorgio Richetta

La proposta  è quella di pedonalizzare, anche in via sperimentale, il tratto di via Lodi compreso tra via Chivasso e via Aosta, ad oggi utilizzato come spiazzo e parcheggio. La circolazione non risentirebbe di tale intervento in quanto da via Chivasso sarà possibile svoltare a sinistra in via Aosta e successivamente in via Lodi. La carenza di verde e di spazi di aggregazione nella zona favorisce tale intervento, mirato alla riappropriazione da parte di pedoni e residenti, con la possibilità di installare arredi urbani, archetti per le bici, piantumare del verde per ridurre l'isola di calore e favorire la socializzazione. L'esempio vincente a cui si ispira questa proposta è piazza Angilberto II a Milano, con conformazione analoga, partita come sperimentazione e subito accolta con favore dai residenti.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
27 ott 2016

Il Valentino: Parco o parcheggio?

di Alberto Garbin

Nonostante il Parco del Valentino sia classificato come area pedonale all’interno del Piano regolatore, è da sempre afflitto da una situazione di sovraffollamento per quanto riguarda le auto. Sia dal punto di vista dei parcheggi, che in certe ore del giorno e della sera raggiungono anche le vie più interne del parco, sia per quanto riguarda la viabilità, con auto e camioncini di servizio che sfrecciano a tutte le ore del giorno. Per questo motivo il gruppo PD dell’ottava circoscrizione ha presentato in comune un interpellanza per chiedere la vera e propria pedonalizzazione del parco: “Invitiamo la Sindaca Appendino e il presidente del consiglio comunale a dare piena attuazione tramite ordinanza del regolamento del parco del Valentino – si legge nel testo - , vietando completamente la sosta e l’accesso degli autoveicoli su tutta la superficie del parco e migliorandone così la vivibilità complessiva.” L’interpellanza era già stata presentata dalla precedente giunta PD dell’ottava circoscrizione ma non era stata accolta. L’attuazione potrebbe avvenire in due fasi secondo Augusto Montarulli, presidente del quartiere San Salvario, la prima intervenendo solamente il sabato e la domenica e durante i giorni festivi, la seconda fase, che verrebbe attuata dopo alcuni mesi di sperimentazione, riguarderebbe tutti i giorni della settimana. In effetti si sono fatte tante polemiche per un paio di manifestazioni all’interno del parco senza rendersi conto che il vero problema riguarda tutti i giorni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 ott 2016

Borgo Campidoglio pedonale?

di Alberto Garbin

Dopo alcuni anni ricompare l’idea di pedonalizzare completamente uno delle zone zone più tipiche e caratteristiche della Città di Torino: il Borgo Campidoglio. Questa infatti sarebbe la richiesta della mozione presentata nella sede della 4° circoscrizione dal consigliere PD Gianvito Pontrandolfo e da Paolo Bruzzese di Lista Civica. Già approvato a grande maggioranza, il documento presentato, si propone di creare dei tavoli di discussione con alcuni esponenti del comune per trovare le migliori soluzioni possibili per la pedonalizzazione del borgo. Già verso la fine degli anni ’90 si riuscì a ripavimentare le piccole strade del borgo, in quel caso, venne realizzata una pavimentazione in acciottolato che ancora oggi rende molto caratteristico passeggiarci. Ma la vera problematica rimane la mancanza di parcheggi, che da tempo costringe residenti e non, a parcheggiare spesso in divieto di sosta. Secondo il consigliere Pontrandolfo, se si incentivasse il commercio al dettaglio e l’artigianato, già adesso peculiarità del Borgo, la situazione potrebbe cambiare. Il Borgo, sempre secondo Pontrandolfo, potrebbe diventare un nuovo polo culturale e turistico della Città di Torino. Già adesso le stradine del Borgo ospitano numerose attività di artigianato e sedi di associazioni culturali e musei. Una chiusura al traffico, supportata da un’alternativa per quanto riguarda i parcheggi, non potrebbe che apportare dei benefici all’intera area.

Leggi tutto    Commenti 0