25 mar 2021

Partito il restauro della stazione storica di Porta Susa


Iniziati in questi ultimi giorni di marzo i lavori di restauro del corpo stazione del 1856


La storica stazione di Porta Susa sarà parte integrante del progetto dell’albergo della catena alberghiera Mariott acquistata dal gruppo Vastint, che porterà il brand Tribute (4 stelle) della catena statunitense.

In particolare nei mesi passati erano stati fatti lavori di bonifica dell’area di cantiere. Il progetto andato a rilento per varie causa tra cui la pandemia ora sembra avere un’accelerazione.  Il nome dell’hotel sarà Scalo 1856 , dall’anno di costruzione della stazione originaria di Porta Susa.

Al corpo stazione storico verrà affiancato un edificio contemporaneo con struttura prefabbricata da assemblare in loco. In foto due rendering dell’architettura del progetto. La prima è un’immagine che circolava tempo fa, l’altra è quella recente circolata nella stampa locale.

A livello architettonico ricorda il palazzo della reale Mutua in corso Siccardi con queste grandi finestre. Le linee sono molto squadrate forse per un’intenzione di minimizzare l’inserimento nella piazza e accanto la stazione storica. Sarebbe stata interessante un’architettura contemporanea di impatto in grado di lasciare un segno nello skyline senza creare l’effetto muro di cemento. Diciamo un progetto interessante che potremo valutare quando verrà terminato.

L’antica biglietteria e sala d’attesa avranno funzione di reception dell’hotel, mentre i restanti spazi ospiteranno il ristorante e una sala conferenze.

Davanti la nuova stazione di Porta Susa  sorgerà invece una piazza pubblica di 2000 metri quadrati. A curare la progettazione del futuro albergo è lo studio  Lombardini 22. L’edificio affiancato avrà sette piani fuori terra (21 metri di altezza) e avrà una disponibilità di circa duecento camere. Nell’ambito del progetto la proprietà ha acquistato anche il mezzanino, l’infrastruttura interrata usata come galleria di servizio durante i lavori per l’alta velocità: uno spazio destinato a diventare un parcheggio pubblico.

E nel complesso, si tratterà di un progetto decisamente ampio che andrà ad occupare 8.261 metri quadri, che si posizionerà in un polo strategico della mobilità regionale.

Per la costruzione dell’albergo si aspetterà la conclusione dell’Iter amministrativo urbanistico, e seguendo la tempistica i  cantieri  della parte nuova dovrebbero iniziare tra maggio e giugno. L’Hotel potrebbe quindi essere inaugurato entro il 2022.


1856cantieremariottmobilita torinoporta susarestauroriqualificazionestazionetorino


Lascia un Commento