Articolo
05 ott 2016

Mercato Metropolitano e Porta Susa: fine di un amore?

di Ludovico Ragonesi

Dopo 10 mesi di attività, chiude il Mercato Metropolitano di Torino. Andrea Rasca, ideatore dell’iniziativa, conferma la ricerca di una nuova sede in città e afferma che “sono state avviate trattative concrete per altri posti su Torino, attendiamo le condizioni giuste per concludere”. Il motivo principale di tale decisione è legato all'onerosità dell'affitto che la società proprietaria dell’immobile (il Gruppo Ferrovie dello Stato) incassava per la gestione dell'attività, una quota dispendiosa per il business plan del Mercato. Altre due questioni hanno fatto propendere per il trasferimento: la ristrutturazione dell’edificio ed il mancato cambio di destinazione d’uso dei locali commerciali. Come anticipato sopra, nonostante l'inaspettato epilogo, il Mercato Metropolitano non pensa di lasciare la città. In base a quanto dichiarato dall'attività: "Purtroppo termina oggi l'avventura di Mercato Metropolitano Torino a Porta Susa. Lo sappiamo... non ve lo aspettavate ma state allegri! Il progetto è sempre stato temporaneo e stiamo già lavorando per tornare presto a Torino, città che amiamo". A tal proposito, in città sono presenti altre interessanti location, potenzialmente valide per inserirvi un'attività di ristorazione, simile a quella appena chiusa a Porta Susa. Si pensa, in particolare, al PalaFuksas ma anche al vecchio edificio della Borsa, in piazzale Valdo Fusi. Per il momento nulla è ancora confermato, dunque non resta che attendere i prossimi risvolti di questa situazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 set 2016

Linea 1 della Metropolitana: ‘Masha’ inizierà gli scavi ad Ottobre

di Ludovico Ragonesi

Risale a pochi giorni fa la pubblicazione del comunicato stampa, emanato dalla Città di Torino ed Infra.to, per quel che concerne le prove di funzionamento della TBM, rivolte al prolungamento della linea 1 della Metropolitana.A titolo informativo, si segnala che il presente testo è consultabile, ormai da qualche giorno, anche sulla pagina web della “Città di Torino – Trasporti e Viabilità” e sul sito web di "infra.to".A questo proposito, si riporta di seguito quanto vi è stato trasmesso: proseguono i lavori di realizzazione della tratta “Lingotto-Bengasi”. Sono state avviate le verifiche di funzionamento delle componenti della TBM. Al termine delle prove, la talpa "Masha", nel mese di Ottobre, inizierà a scavare il tunnel da piazza Bengasi, in direzione del pozzo Terminale, posto sul territorio di Moncalieri. Continua intanto la realizzazione delle stazioni e dei pozzi di ventilazione. E' stato inoltre comunicato che, a partire da lunedì 26 Settembre, avranno inizio le attività di realizzazione dell’accesso Est della stazione "Italia 61/Regione Piemonte". Tale intervento è stato anticipato nella programmazione dei lavori al fine di consentire il successivo ripristino della viabilità su via Nizza. Per la redazione delle presenti operazioni, su via Nizza (nel tratto compreso tra via Caramagna e via Valenza) sarà istituito il divieto di circolazione, ad eccezione dei mezzi di cantiere. Conseguentemente su via Caramagna, nel tratto compreso tra via Genova e via Nizza, sarà mantenuto il senso unico alternato a vista. Nel comunicato stampa è stato dunque confermato che tali disposizioni dureranno fino al termine della lavorazione, prevista per il mese di Marzo 2017. L’accesso al passo carraio di via Nizza 331 sarà garantito con l’arretramento dell’attuale cantiere (fronte via nizza 333) e la creazione di una viabilità di servizio. Questa modifica servirà in preparazione all’ apertura di via Nizza, fissata per il mese di Marzo/Aprile 2017. Le aree di cantiere poste in via Nizza 371-373 saranno rimosse per la fine del mese di Ottobre, in anticipo rispetto alle tempistiche previste (Gennaio 2017). Nell’ ambito dei lavori della metropolitana, risultano quasi terminate anche le lavorazioni ad opera della SMAT, poste lungo via Nizza. I cantieri verranno rimossi per la fine del mese di Ottobre.

Leggi tutto    Commenti 0