Articolo
05 apr 2018

Aeroporto Caselle: meno tratte e calo passeggeri

di Alberto Garbin

Novità poco confortanti per l’aeroporto di Caselle  A pochi giorni dall’inizio dell’orario estivo 2018, Blue Air ha tolto dalle vendite il volo Torino-Copenhagen, previsto inizialmente con 3 frequenze settimanali a partire da fine Maggio. Il volo era in vendita dallo scorso mese di Novembre. Scendono quindi a 19 le rotte Blue Air confermate per la prossima estate, con un picco che vedrà in alta stagione 90 partenze settimanali da Caselle: un operativo importante per il network di Caselle, ma comunque in forte calo rispetto al 2017 quando le partenze settimanali arrivarono a 108. Si conferma inoltre la previsione negativa per il 2018 del nostro aeroporto, già iniziato con il segno meno a gennaio e febbraio, trovandosi peraltro è in netta controtendenza rispetto all’intero mercato Italia, infatti nello stesso periodo in Italia si è cresciuti del +6.2%. Ricordiamo che, a differenza degli altri aeroporti italiani, Caselle da oltre un anno non riceve novità dai principali player low cost europei. FEBBRAIO 2018 Pax totali: 327.546 (-2,4%) Nazionali: 131.168 (-10,2%) Internazionali: 195.358 (+3,3%) Cargo: 384,2 T (-6,5%)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 gen 2018

Caselle festeggia i 4 milioni di passeggeri

di Alberto Garbin

Con l’inizio dell’anno nuovo è tempo di tirare le somme e a Caselle nel 2017 sono transitati dallo scalo oltre 4 milioni di passeggeri (4.176.556 per la precisione), dopo circa 4 consecutivi anni di crescita. L'aeroporto di Torino è il 14° in Italia per traffico passeggeri dietro a Palermo, Pisa, Bari e Cagliari. In realtà l’obiettivo dei 4 milioni di passeggeri era già stato fissato per il 2011, divenuto difficile da raggiungere con la precedente amministrazione. Con la nuova amministrazione F2i sono arrivati a Caselle una manciata di nuovi voli e nuove compagnie tra cui le più importanti Ryanair (prima compagnia per passeggeri trasportati) e Blue Air che ha aperto una base con 5 macchine e 20 nuove destinazioni proprio a Caselle. Speriamo che la crescita possa continuare, e che vengano aperte nuove rotte per i passeggeri torinesi, intercettati dai ben più trafficati aeroporti milanesi.   Alcune statistiche relative al 2017:   5,8% crescita rispetto all’anno precedente (6,1 nazionale e 3,8 internazionale) Roma prima destinazione per numero di passeggeri (546.000) seguita da Catania (341.000) e Londra (319.000) La Spagna rimane un mercato molto gettonato con una crescita del 10% e circa 400.000 passeggeri trasportati sui vari aeroporti Aumento del 10% anche per i voli sul Regno Unito Quasi 27% in più dei passeggeri verso la Sardegna Copenhaghen, Lisbona, Malaga, Siviglia e Iasi i nuovi voli operati con Blue Air, Suceava con Tarom, Marrakech con TUI fly, Pantelleria con Volotea. Nuovi voli anche per la stagione invernale: Londra Heathrow con British airways, Birmingham con Jet2.com e San Pietroburgo con S7 airlines. Nuove rotte dal 2018: Stoccolma e Parigi con Blue Air e Atene con Aegean Airlines.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 nov 2017

Da Torino Caselle a Londra Heathrow con British Airways!

di Alessandro Graziano

Attivo da sabato 26 Novembre il nuovo volo in partenza dell’aeroporto di Torino  per Londra Heathrow dismesso da alcuni anni Il volo collegherà ogni sabato e domenica Torino Caselle con il terminal 5 dell’aeroporto di Heathrow per tutta la stagione invernale, permettendo ai turisti inglesi di raggiungere facilmente le stazioni sciistiche delle Alpi Occidentali e ampliando le opportunità dei piemontesi per volare, oltre che nella capitale britannica, anche in Nord America. Si arricchisce così l’offerta di British Airways sullo scalo di Torino: la compagnia serve infatti anche la rotta con l’aeroporto di Londra Gatwick. Così recita la sponsorizzazione: Il centro storico impeccabile di Torino e la cultura del caffè di lunga data lo rendono una scelta eccellente per una pausa . Vola direttamente a Torino (TRN), una ex città olimpica invernale che è anche un punto di partenza per lo sci o escursioni nelle Alpi. Con località come Courmayeur, a solo 90 minuti in auto dall'aeroporto, potrete godervi splendidi percorsi di trekking sotto il sole estivo o scendere lungo le piste nelle giornate invernali innevate. Insomma welcome!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ott 2017

Il treno batte l’aereo: Blueair sospende il Torino-Roma

di Alessandro Graziano

I treno ad alta velocità permette di arrivare a Roma in meno di quattro ore e le compagnie cancellano i voli domestici per la capitale. Blue Air dà l’addio ai collegamenti tra Torino e Roma. La compagnia aerea romena ha infatti decidere di rimuovere dalla vendita tutti i voli tra il capoluogo piemontese e la Capitale. La decisione, come riporta in una nota l’associazione Fly Torino, arriva “dopo un mese di incertezza, con voli lasciati in vendita a tariffe stellari. Si torna al monopolio Alitalia, che continua a garantire 7 voli giornalieri tra Caselle e Roma Fiumicino” Recentemente anche Easyjet aveva  cancellato tutti i voli da Fiumicino a Linate e Venezia, mentre ha già annunciato la chiusura della tratta su Malpensa a partire da ottobre. Ryanair ha chiuso in passato i voli da Roma a Bergamo, Brescia, Treviso, Genova e Cuneo, e volerà solo sulla Roma-Trieste con 4 voli settimanali grazie ad un accordo con la regione Friuli-Venezia Giulia”. La Roma-Torino è stata l’anno scorso la rotta principale per Caselle, con oltre 600 mila passeggeri. La chiusura della tratta su Roma  avrà indubbiamente  anche un impatto sulla base Blueair di Caselle: con effetto immediato le macchine in night stop a Caselle scendono da 5 a 4, con possibili ulteriori tagli a fine ottobre quando termineranno altre rotte internazionali. Un autunno di incertezze, in attesa di conoscere i piani della compagnia romena per il 2018”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 lug 2017

Aeroporto di Caselle: bookcrossing tra gli aerei

di Alessandro Graziano

Nella Sala Imbarchi dell'aeroporto di Caselle è stato allestito uno scaffale di design appositamente pensato per il Book Crossing. I passeggeri potranno lasciare qui uno dei loro volumi e prenderne in cambio un altro, tra gli oltre 100 titoli messi a disposizione dalla Libreria Luxemburg. Il libro viaggerà insieme al proprietario provvisorio in giro per il mondo per poi fare il suo ritorno a Torino: i volumi se ne andranno in giro così, sulle gambe dei passeggeri, potenzialmente per tutto il mondo. Il BookCrossing si colloca nell'idea di far vivere ai passeggeri un'esperienza di viaggio ancor più completa, contribuendo a far viaggiare la cultura in tanti luoghi quante sono le tratte proposte dall'aeroporto. Il progetto partito in occasione del  XXX edizione del Salone del Libro mira a far circolare la cultura e la lettura attraverso l'esperienza del viaggio. Libri viaggianti insomma!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2017

Crescita record per l’aeroporto di Torino.

di Alberto Garbin

L’Aeroporto di internazionale di Torino “Sandro Pertini” registra il record storico di sempre per il numero di passeggeri trasportati in un anno – superando il precedente record annuale del 2011 – trasportando 3.950.908 passeggeri nel corso del 2016, con una crescita del 7,8% rispetto all’anno precedente. In particolare, il traffico internazionale è cresciuto del 11,1%, mentre nazionale del 7,3%. In aumento anche i movimenti di aerei cargo, che nel 2016 sono stati 36.782, con una crescita del 6,3%. Roma rimane la prima destinazione servita con oltre 635mila passeggeri trasportati, seguita da Londra (collegata con i voli per gli aeroporti di Gatwick, Luton e Stansted) con 303.441 passeggeri ed in crescita del 22,8% e da Catania, con 300.360 passeggeri ed una crescita del 24,4% rispetto al 2015. Il network dell’Aeroporto di Torino offre molte destinazioni dirette in tutta Europa ed ottimi collegamenti con gli aeroporti del Sud Italia e delle Isole e che verrà arricchito ulteriormente nel 2017 dalle nuove destinazioni recentemente annunciate, tra cui Copenaghen, Lisbona, Malaga, Siviglia e Oradea.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 dic 2016

Completare il corso del passante per evitare disagi al traffico.

di Alberto Garbin

  Secondo l’assessore alla mobilità del Comune di Torino, Lapietra, il progetto del tunnel ferroviario sotto Corso Grosseto è (sue testuali parole) una “ca**ta pazzesca”. Perchè  i lavori del tunnel che potrebbero durare anni, avrebbero una ricaduta sul traffico della zona nord di Torino così grave che sembra che tutti ora vogliano disconoscerne la paternità del progetto. Il progetto, ricordiamo, dovrebbe permettere di raggiungere le zone centrali della città di Torino a comuni quali Ciriè e Lanzo e soprattutto l’aeroporto. Attualmente infatti, per ragioni tecniche dovute alle pendenze non superabili da un convoglio ferroviario, l’attuale linea è costretta ad interronpersi nella stazione di Torino Dora, scaricando i passeggeri in una zona non centrale e soprattutto non molto ben collegata al centro città. in ogni caso,  parte del progetto è già stato finanziato e annullarlo porterebbe a più costi che non benefici. L’assessore alla mobilità Lapietra propone una soluzione molto semplice per mitigare gli effetti dei lavori del tunnel sul traffico cittadino: ovvero il completamento dell’attuale corso del passante nel tratto che va da Via Breglio fino a Corso Grosseto e alla superstrada per Caselle. Completando così quest’importante opera per la città di Torino, si potrebbe scaricare una buona parte del traffico di Corso Grosseto su questa nuova arteria. Il progetto inoltre costerebbe “appena” una decina di milioni di euro, e sarebbe facilmente finanziabile con i soldi ricavati dai ribassi d’asta già ottenuti per il tunnel, ovvero circa 30 milioni, essendo un’opera contigua. Bisognerà vedere come il Cipe saprà decidersi in merito.

Leggi tutto    Commenti 0