Articolo
24 mag 2018

FOTO | Incidente a Caluso, nel Torinese: scontro tra Tir e treno: due morti e 18 feriti

di Fabio Nicolosi

Un grave incidente ferroviario è avvenuto nella notte a Caluso, in provincia di Torino. In seguito all’urto sono deragliate le tre vetture di testa. Il Tir trasportava un carico eccezionale.  Alle ore 23.20 circa il treno Regionale 10027 (Torino - Ivrea) ha urtato un TIR che, dopo aver sfondato le barriere di un passaggio a livello regolarmente funzionante, era fermo sulla sede ferroviaria fra le stazioni di Rodallo e Caluso, sulla linea Chivasso – Aosta. Dalle prime informazioni risulta deceduto il macchinista del treno e sono segnalati diversi feriti fra i viaggiatori. I tecnici, gli operatori sanitari giunti sul posto sono al lavoro per prestare i primi soccorsi. Il treno Regionale 10027 era composto da cinque vetture e un locomotore. In seguito all’urto sono deragliate le tre vetture di testa. Il TIR trasportava un trasporto eccezionale. Alle 13.40 è ripresa la circolazione dei treni fra Ivrea e Aosta, sulla linea ferroviaria Chivasso – Aosta. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana hanno concluso la riparazione del guasto al sistema di gestione del traffico danneggiato dall’incidente di ieri sera. La circolazione ferroviaria rimane sospesa fra Chivasso e Ivrea. Sono infatti in corso le operazioni di rimozione delle carrozze del treno Regionale 10027, deragliato dopo aver urtato un TIR con trasporto eccezionale fermo sui binari. Successivamente i tecnici di RFI inizieranno i lavori per riparare i danni ai binari e ripristinare le condizioni di sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria. La circolazione dei treni anche fra Chivasso e Ivrea riprenderà nella giornata di lunedì 28 maggio 2018. Per garantire gli spostamenti ai pendolari della linea Chivasso-Aosta, ancora interrotta per consentire la rimozione delle carrozze incidentate e interventi di riparazione, Trenitalia ha messo a disposizione autobus sostitutivi Seguono aggiornamenti

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mag 2018

Il lunedì inizia con tante novità sui biglietti GTT

di Alessandro Graziano

 A partire da oggi 7 maggiosaranno acquistabili i titoli di viaggio Daily e Multi Daily 7  esclusivamente sulla card BIP Il Daily al costo di 3 euro è il nuovo biglietto giornaliero valido per un numero illimitato di corse fino al termine del servizio del giorno della prima validazione su tutta la rete urbana, suburbana e in metropolitana. Il Multi Daily 7  al costo di 17,50 euro è il nuovo carnet di biglietti giornalieri che permetterà di viaggiare illimitatamente, con la stesse modalità del Daily, per 7 giornate anche non consecutive a scelta del cliente. Con questo titolo il risparmio è ancora maggiore! La tessera Bip, sulla quale si può caricare ogni titolo di viaggio, deve essere validata o  "bippata" ogni volta che si sale su un mezzo di trasporto pubblico, sia alla prima corsa sia quando si cambia mezzo. Chi non ne fosse ancora in possesso della tessera BIP potrà  richiederla gratuitamente online tramite l’e-commerce del sito www.gtt.to.it oppure acquistarla presso i Centri di servizi al cliente. «Infatti la logica del sistema BIP è di far risparmiare il cliente e su tale logica sono impostati i parametri tecnici che regolano la vendita e la validazione di più titoli sulla stessa smartcard» si legge dal sito GTT.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 mar 2018

Pendolari sulla Torino-Aosta: presto belle novità!

di Alessandro Graziano

Lo scorso giugno è stato presentato a Zurigo il primo treno bimodale Flirt costruito da Stadler che potrebbe entrare in esercizio sulla Torino-Aosta da maggio . All'evento inaugurale erano presenti, oltre al vicepresidente esecutivo della società che l'ha realizzato, Peter Jenelten, il presidente della Regione, Pierluigi Marquis e l’assessore Claudio Restano. Il treno bimodale diesel/elettrico consentirà di percorrere la tratta ferroviaria fino a Torino senza cambiare treno a Ivrea, ovviando alla cosiddetta rottura di carico imposta dal divieto di accesso alla stazione di Torino Porta Susa per i treni diesel. Il treno entrerà in funzione al termine del procedimento di omologazione, della durata di circa un anno. Secondo il presidente della Regione, Pierluigi Marquis, si tratta di una tappa importante che va inquadrata nel percorso tracciato di recente dalla legge n. 22 del 2016, approvata all’unanimità dal Consiglio Valle, in un ottica di miglioramento dell’accessibilità e della competitività della Valle. I nuovi convogli, costruiti dalla Stadler, dovrebbero arrivare fisicamente in regione e quindi entrare in servizio, a Maggio del 2018. Grazie a questi nuovi treni, sarà possibile raggiungere Torino senza più la rottura di carico ad Ivrea, quindi con la possibilità di prendere un solo mezzo. ( immagine copertina  estrapolata da ferrovie.it )

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 dic 2017

Stazioni Dora e Zappata: chi le ha viste?

di Alessandro Graziano

Le due fermate ferroviarie del passante ferroviario urbano mai attivate, quando le vedremo attive? L'ingresso della stazione Zappata, in corso De Nicola e l'ingresso della stazione Dora su via Beinasco, una a nord del centro città e una a sud entrambe progettate, realizzate al rustico e mai finite. Per terminare le due stazioni servirebbero 50 milioni di euro, e l'assessore La Pietra ha parlato dell'apertura entro il 2019, ma attualmente non siamo a conoscenza di progetti e finanziamenti. Di sicuro le due stazioni sarebbero due fermate strategiche all'interno della città consolidata!

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
24 giu 2016

Aeroporto: GTT non accetta monete

di Alessandro Graziano

E' di ieri la segnalazione di un utente e passeggero dell'aeroporto di Torino Caselle sul mal funzionamento delle emettitrici automatiche di biglietti e titoli di viaggio GTT all'interno della stazione ferroviaria. In particolare una macchinetta risulta guasta, mentre l'altra non permette di inserire monete anche se è presente l'apposita fessura. Visto il costo di 2.70 €  per la tratta per stazione Dora, che è quella presa dall'utente, è molto probabile che molti passeggeri utilizzino monete per acquistare il biglietto. Come sottolineato dallo stesso utente però la macchinetta accetta contanti e carte di credito.  Un piccolo disagio che crediamo GTT risolva presto per chi non è in possesso di carte di credito o banconote di piccolo taglio.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0