Articolo
20 nov 2017

O bike: il bike sharing ocra sbarca a Torino

di Alessandro Graziano

oBike" sbarca in Italia: il servizio di bike sharing debutta domani a Torino con 500 biciclette arancioni Non si arresta il busines del bike sharing: o bike arriva a Torino con 500 bici, che diventeranno 5mila entro fine anno, per un risparmio energetico, come prevede la società che le gestisce, fino a 1,5 tonnellate di C02 al giorno. La start-up, con sede a Singapore, è stata la prima a introdurre, a gennaio, il bike sharing a flusso libero (free floating) nel sud-est asiatico. È operativa in oltre 40 città in 15 nazioni e a novembre avvierà il servizio in altri 9 Paesi. Il biker urbano può parcheggiare la bicicletta in qualsiasi punto della città, senza essere obbligato ad agganciarla alle colonnine di una stazione, come invece accade per ToBike ( che pure ha costi di utilizzo minori e una flotta grandissima). Un servizio analogo è partito da un paio di settimane con le biciclette gialle di Gobee.bike.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 lug 2017

Battaglia Regione e Comune per i finanziamenti GTT: come finirà?

di Alessandro Graziano

Il Comune reclama il pagamento da parte dell’Agenzia per la mobilità, di 61,8 milioni di euro per GTT Bisognerà aspettare l’appuntamento di questo martedì tra il presidente della Regione Sergio Chiamparino e la sindaca di Torino Chiara Appendino e i rispettivi assessori ai Trasporti, Francesco Balocco e Maria Lapietra, per capire se sarà possibile trovare una via d’uscita ai problemi di Gtt e Agenzia per la mobilità. La presa di posizione del presidente della Regione e della sindaca conferma che le esternazioni dell’assessore Lapietra non sono la drammatizzazione di una realtà comunque grave, bensì la prenotazione dell’ultima fermata prima del baratro: «Gtt era un fiore all’occhiello a livello nazionale ed è stata messa in ginocchio, ora ha bisogno di rialzare la testa». (fonte La Stampa) Non è la prima volta che Lapietra denuncia la situazione di stallo sull’approvazione del piano triennale per il trasporto pubblico, ma è chiaro che la scelta di rinviare l’approvazione del bilancio della società dei trasporti decisa nell’ultimo cda serve sicuramente a sollecitare la Regione, ma è anche la presa d’atto del fatto i problemi di liquidità di Gtt sono aumentati. Potrebbero anche esserci conseguenze sugli stipendi dei 5 mila dipendenti e sul pagamento die fornitori. Lapietra afferma «Ci troviamo a gestire una situazione che sta per esplodere. C’è bisogno di coraggio, non di fare tagli ma una riorganizzazione che non è stata mai affrontata dagli anni ‘80. Di mentalità, di persone e di rete» (fonte La Stampa) Da questo punto di vista il piano industriale presentato da Gtt prevede una progressiva uscita di 200 addetti, quelli più vicini alla pensione, e un progetto di investimenti per rinnovare il parco mezzi. Resta da capire come sarà riorganizzato il trasporto urbano. Un piano che comporterà sicuramente dei sacrifici per gli utenti e che la Regione sollecita da anni. Il Comune, dal suo canto, reclama il pagamento da parte dell’Agenzia per la mobilità, e dunque dalla Regione di 61,8 milioni. La presentazione di questo piano potrebbe essere lo spunto per ottenere almeno in parte i fondi dalla giunta Chiamparino Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ago 2016

Ztl, strisce blu e trasporto pubblico: modifiche per mese di Agosto

di Alessandro Graziano

Come ogni anno, durante il mese di agosto alcuni tram e autobus Gtt subiscono alcune modifiche in relazione alla minor domanda di spostamento e quindi di trasporto pubblico. In particolare, nelle due settimane centrali di agosto, dall'8 al 20, le linee feriali 12, 20, 21, 40, 52, 58, 66, 77 e 83 non saranno gestite, in quanto linee di trasporto legate agli stabilimenti industriali che in tali date fermeranno la produzione per le ferie stagionali. Le linee 10, 11, 27, 64 e 67  invece effettueranno il percorso festivo che consentirà in molti casi di coprire in parte o integralmente il percorso delle linee feriali non gestite. Nello stesso periodo sarà in servizio la linea 40 navetta da piazzale Caio Mario a via Martiri della Libertà (Moncalieri). La linea 1 della metropolitana seguirà  invece il suo normale orario di servizio per tutto il mese di agosto. Inoltre da lunedì 8 a sabato 20 agosto 2016 sarà sospeso il pagamento della sosta nella zone delimitate dalle strisce blu. Gli abbonamenti convalidati per il mese di luglio potranno essere utilizzati fino al 6 agosto, mentre quelli convalidati per il mese di settembre saranno validi già a partire dal 22 agosto. Nello stesso periodo resterà a pagamento la sosta nei parcheggi a barriera e in struttura. Infine dall'8 al 19 agosto sarà  sospesa anche la ZTL Centrale per cui l'accesso al centro storico sarà esente da restrizioni e quindi sanzioni.

Leggi tutto    Commenti 0