01 feb 2021

Un tram chiamato 12


Presentata la revisione delle linee con la nuova tranvia 12


La nuova linea 12 tranviaria sostituirà la linea 12 bus e collegherà l’Allianz Stadium a nord alla zona di corso Lepanto a sud interscambiando a Porta Nuova col servizio ferroviario, l’alta velocità la M1 (e in futuro la M2) e il TPL .

La linea sarà una ricucitura di tratti di binari e ferrovie dismesse. Infatti il tunnel che scorre sotto via Stradella tra la stazione Dora GTT e Madonna di Campagna sarà parte della linea sotterranea. Tale linea quindi prevede:

  • Riutilizzo e rifunzionalizzazione della ex ferrovia SFM. 
  •  Riqualificazione della ex trincea di via Saint Bon.
  • Utilizzo e collegamento di binari tranviari esistenti.

Il finanziamento per poter costruire le parti mancanti e riusare il tunnel di via Stradella ammonta a 220 milioni di euro circa. 

Il rimprovero che ci sentiamo di rivolgere a questa amministrazione è di non aver progettato prima dell’avvio dei lavori sulla Torino-Ceres , il riuso del tunnel ferroviario, ma solo dopo 5 anni dall’inizio dei cantieri. Troviamo ciò un grave errore di vision rispetto al riutilizzo degli spazi urbani che sono prima di tutto risorse.

D’altronde il taglio del percorso Dora/Madonna di Campagna ha lasciato i due quartieri senza  collegamenti ferroviari, senza dare un’alternativa nel breve periodo. Dora sotterranea (finita al rustico lungo la linea del Passante Ferroviario) poi chissà quando e se vedrà la luce. Potremmo dire che le periferie ancora una volta sono state lasciate in attesa mancando una visione di insieme della città e delle sue reti.

 


cittàDora sotterraneaferroviagttla pietramobilita torinoriusotorinotorino - cerestramtram 12tranviatunnel

Un commento per “Un tram chiamato 12

Lascia un Commento