Articolo
20 lug 2021

Torino: nuova ZTL da settembre?

di Alessandro Graziano

Entro la fine dell’estate è prevista l’investitura dell’azienda incaricata di allestire la ZTL Il Comune, confermando gli annunci dei mesi scorsi, ha deciso di installare le telecamere per il controllo delle targhe anche intorno a piazza Vittorio Veneto, dove precedentemente non erano presenti. Il quest'area saranno 8 le nuove telecamere-varco. Una sarà montata su un lampione del ponte Vittorio Emanuele I, altre all’imbocco delle vie laterali. Novità anche per il Monte dei Cappuccini con l'entrata in funzione della futura Ztl dove non si potrà più salire con i mezzi privati, evitando l'effetto parcheggio da supermercato che abbiamo conosciuto sino ad oggi. Palazzo Civico ha intenzione di sistemare una nuova telecamera al fondo della Salita del Cai per preservare la balconata ai piedi del santuario. La parte più importante dei «nuovi impianti di rilevazione del traffico»,  sarà montata nelle porte di accesso di oggi che permetteranno di controllare e conoscere i flussi veicolari puntuali. Le nuove porte di accesso in costruzione dovranno assicurare un funzionamento di 24 ore su 24. L’obiettivo è estenderne l’orario di validità della ZTL.  La nuova Ztl funzionerà anche nelle ore notturne o dopo il tramonto.  Ogni varco di accesso potrà contare su due tipi di telecamere: una a infrarossi per il rilevamento targhe e il sanzionamento. e un’altra a colori per la rilevazione dell’immagine di contesto. Il nuovo sistema di videocontrollo  avrà molto in comune con quello dell’Area C di Milano apripista nel panorama italiano.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 feb 2021

Un tram chiamato 12

di Alessandro Graziano

Presentata la revisione delle linee con la nuova tranvia 12 La nuova linea 12 tranviaria sostituirà la linea 12 bus e collegherà l'Allianz Stadium a nord alla zona di corso Lepanto a sud interscambiando a Porta Nuova col servizio ferroviario, l'alta velocità la M1 (e in futuro la M2) e il TPL . La linea sarà una ricucitura di tratti di binari e ferrovie dismesse. Infatti il tunnel che scorre sotto via Stradella tra la stazione Dora GTT e Madonna di Campagna sarà parte della linea sotterranea. Tale linea quindi prevede: Riutilizzo e rifunzionalizzazione della ex ferrovia SFM.   Riqualificazione della ex trincea di via Saint Bon. Utilizzo e collegamento di binari tranviari esistenti. Il finanziamento per poter costruire le parti mancanti e riusare il tunnel di via Stradella ammonta a 220 milioni di euro circa.  Il rimprovero che ci sentiamo di rivolgere a questa amministrazione è di non aver progettato prima dell'avvio dei lavori sulla Torino-Ceres , il riuso del tunnel ferroviario, ma solo dopo 5 anni dall'inizio dei cantieri. Troviamo ciò un grave errore di vision rispetto al riutilizzo degli spazi urbani che sono prima di tutto risorse. D'altronde il taglio del percorso Dora/Madonna di Campagna ha lasciato i due quartieri senza  collegamenti ferroviari, senza dare un'alternativa nel breve periodo. Dora sotterranea (finita al rustico lungo la linea del Passante Ferroviario) poi chissà quando e se vedrà la luce. Potremmo dire che le periferie ancora una volta sono state lasciate in attesa mancando una visione di insieme della città e delle sue reti.  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
16 lug 2018

16 Luglio sciopero di 24 ore di GTT: quale futuro?

di Alessandro Graziano

Oggi Lunedì 16 luglio 2018 è previsto uno sciopero di 24 ore del settore trasporto pubblico locale, proclamato dalle Organizzazioni territoriali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, su temi correlati al Piano Industriale di GTT. Lo sciopero è dovuto alla mancanze di garanzie sul futuro della azienda e dei livelli occupazionali. La Giunta  diciamo che non ha gestito proprio bene l'azienda di trasporto locale sforbiciando qua e là tagli di corse, di linee e di personale, penalizzando utenti, cittadini e lavoratori. IL SERVIZIO SARÀ COMUNQUE GARANTITO NELLE SEGUENTI FASCE ORARIE: Servizio urbano e suburbano e metropolitana: dalle ore  6.00 alle ore  9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00 Autolinee extraurbane e Servizio Ferroviario (sfm1 – Canavesana e sfmA – To – aeroporto – Ceres): da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30 Sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro il termine delle fasce di servizio garantito. Lo sciopero potrà avere ripercussioni anche sull’operatività dei Centri di Servizi al Cliente e sui diversi servizi gestiti da GTT, con conseguenti possibili disagi per la clientela.   http://www.gtt.to.it/cms/risorse/avvisi/pdf/motivazioni_sciopero_20180716.pdf

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 feb 2017

Linea tranviaria 4: entro un anno veloce come un treno!

di Alessandro Graziano

Semafori e frequenza, aspettando i dati della validazione delle tessere BIP Lo avevamo accennato giorni fa: presto nel sistema di trasporto pubblico torinese inizieranno dei cambiamenti e quello principale e più importante sarà sulla dorsale nord-sud rappresentata dalla linea tranviaria  4. Sarà infatti il tram che parte da via delle Querce e arriva sino a Strada del Drosso da Mirafiori Sud a Falchera, in un’ora di corsa  ad essere velocizzato in termini di frequenze e tempi di percorrenza. La linea 4 avrà sempre priorità semaforica, come doveva essere già da tempo e come avviene per le tranvie veloci, vedasi Firenze o Palermo. Questo primo step sarà reale in tempi brevi grazie a semafori intelligenti in grado di misurare il traffico sui viali,  garantendo così una corsa più veloce. Sono in arrivo dal ministero dei Trasporti infatti 1,6 milioni di euro  per installare i sensori entro il 2018. La priorità semaforica consentirà anche di aumentare la frequenza dei tram, riducendo così le attese alle fermate. Inoltre le  fermate della linea 4 che attualmente sono 45  dovrebbero essere rimodulate garantendo la distanza tra l'una e l 'altra non inferiore ai 500 metri, in modo da rendere più efficiente e veloce il viaggio dei mezzi. Che ne pensate?

Leggi tutto    Commenti 0