Articolo
19 set 2017

A Palazzo Civico un nuovo punto di ricarica per auto elettriche

di Mobilita Torino

Anche Palazzo Civico ha il suo punto di ricarica per le auto elettriche.  Il taglio del nastro, questa mattina, con la sindaca Chiara Appendino, l’assessora alla Viabilità e Trasporti Maria Lapietra e il fondatore e presidente di Route220, Franco Barbieri, accompagnato dal responsabile commerciale Fabrizio Vallero.  Il nuovo punto di ricarica realizzato nel cortile interno del municipio si aggiunge alle 10 colonnine, inaugurate domenica dalla società milanese, per un totale di 22 stalli che fanno di Torino la prima città italiana in termini di qualità di servizio offerto per la mobilità elettrica.  "E’ la testimonianza della volontà da parte di questa Amministrazione di creare infrastrutture che consentano ai possessori di auto elettriche di rifornirsi nel modo più facile e veloce possibile – commenta la sindaca Chiara Appendino, pronta subito a rilanciare – . Inoltre stiamo lavorando per dotare Torino di un impianto utile alla ricarica di biciclette e a chi si muove con la carrozzina elettrica, facendo così anche un passo avanti verso la libertà di movimento di tutti”. L’obiettivo, dunque, è di dare spazio a nuove installazioni di punti di ricarica, non più dedicati solo alle auto elettriche, ma anche a biciclette e carrozzine per disabili: un primo prototipo sarà installato in via sperimentale nelle prossime settimane.Intanto la Città pare aver ben accolto la novità delle colonnine di ricarica: “Nel weekend sono stati in 150 a rifornirsi nei 10 punti cittadini – spiega il presidente di Route220, Franco Barbieri -, per il 60 per cento utenti provenienti da fuori città e il 30 per cento addirittura dall’estero”. Le 10 colonnine sono situate in piazza Arbarello, corso Bolzano, piazza Castello, piazza CLN, via Porta Palatina, piazza Solferino, piazza Statuto, corso Turati, via Plana e corso Vittorio Emanuele II.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2017

Ecco WETAXI, il nuovo servizio per prenotare e condividere un taxi.

di Alberto Garbin

Da oggi con Wetaxi, la prima app che permette di prenotare e condividere il taxi in tempo reale, per i cittadini di Torino sarà più semplice ed economico spostarsi da e per l’Aeroporto Internazionale di Caselle: prenotando il taxi tramite l’applicazione nelle fasce orarie comprese tra le 6 e le 10 e tra le 16 e le 20 sarà sempre garantito uno sconto sulle corse pari al 50%. Raggiungere l’aeroporto in taxi sarà più facile, economico e veloce grazie a Wetaxi, la prima app che permette di prenotare e condividere il taxi in tempo reale. Da oggi tutti gli utenti Wetaxi potranno prenotare un viaggio da e per l’aeroporto Sandro Pertini di Torino-Caselle con uno sconto garantito pari al 50% nelle fasce orarie comprese tra le 6 e le 10 e tra le 16 e le 20. Per condividere un taxi da e verso l’aeroporto, basterà aprire l’app Wetaxi, selezionare “condividi il taxi”, inserire l’indirizzo di partenza o destinazione e scegliere la fascia oraria di interesse. Sarà l’applicazione stessa a trovare gli altri passeggeri con cui dividere la corsa e comunicherà all’utente, almeno mezz’ora prima, l’esatto orario di partenza. Il prezzo verrà comunicato in anticipo e con uno sconto fisso del 50%, sia che si riesca a viaggiare in compagnia sia che si viaggi da soli. Il servizio di Wetaxi, startup del Politecnico di Torino, ha preso il via nel capoluogo piemontese grazie alla collaborazione con Taxi Torino, che unisce le storiche cooperative torinesi Radio Taxi 5730 e Pronto Taxi 5737. “Con Wetaxi vogliamo trasformare il servizio di trasporto urbano, garantendo trasparenza e semplicità”, spiega Massimiliano Curto, CEO della startup torinese. Wetaxi consente infatti di prenotare gratuitamente il taxi con pochi click sullo smartphone specificando giorno e ora, di avere il calcolo della tariffa in anticipo inserendo punto di partenza e di destinazione, di controllare gli spostamenti del taxi in tempo reale e di pagare tramite app oppure direttamente a bordo. In più, l’applicazione permette di condividere la corsa e risparmiare ulteriormente, non soltanto in termini economici ma anche ambientali, abbattendo le emissioni nocive di CO2 in atmosfera. Chi è Wetaxi Wetaxi è l'applicazione nata per trasformare il servizio di trasporto urbano garantito dai taxi. L'app consente di prenotare gratuitamente un taxi tramite smartphone e di condividere la corsa con altri clienti, assicurando il calcolo della tariffa in anticipo e permettendo di controllare gli spostamenti del taxi in tempo reale. Il pagamento può avvenire tramite app oppure a bordo. La startup è nata all'interno di I3P Incubatore del Politecnico di Torino; il team è costituito da giovani ricercatori e professori dell'ateneo torinese. Maggiori informazioni su www.wetaxi.org Ufficio stampa Wetaxi: Press Play – Comunicazione e pubbliche relazioni - www.agenziapressplay.it Alessandro Tibaldeschi | +39 333 6692430 | ale@agenziapressplay.it Matteo Nardi | +39 333 5687925 | matteo@agenziapressplay.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 set 2017

Torino aderisce alla “Settimana Europea della Mobilità sostenibile”

di Mobilita Torino

Via libera questa mattina dalla Giunta comunale all’adesione della Città di Torino alla “Settimana Europea della Mobilità Sostenibile” e al calendario di appuntamenti e iniziative dedicate quest’anno al tema del trasporto condiviso e a basso o nullo impatto ambientale, che si svolgeranno nel capoluogo piemontese tra il 16 e il 22 settembre. Per sette giorni, in città, spazio a biciclettate e a passeggiate, a convegni, focus e seminari che uniscono cicloturismo ad arte e gastronomia, ad incontri per spiegare l’utilizzo dei big data allo scopo di predisporre nuove soluzioni innovative di mobilità, per parlare di accessibilità, buone pratiche e mobilità elettrica, presentare nuovi percorsi e piste ciclabili e servizi come le colonnine di ricarica per auto elettriche aperte al pubblico di Route 220 in piazza Castello, l’App MYTAXI e altro ancora. Inoltre, il 17 settembre, sarà istituita una domenica ecologica con blocco del traffico motorizzato privato dalle 10 alle 18 su tutto il territorio cittadino. Insomma, sarà una “Settimana” che proporrà un ricco programma di eventi con l’obiettivo di far conoscere e promuovere soluzioni di “mobilità pulita, condivisa e intelligente", modalità che possono concretamente contribuire a migliorare la qualità della vita in città. “Muoversi a piedi, in bicicletta e con i mezzi pubblici fa bene all’ambiente e alla nostra salute. Tuttavia - spiega l’assessora alla Viabilità, Maria Lapietra - se si prende la buona abitudine di viaggiare con altre persone, riducendo così il numero dei veicoli in circolazione lungo le strade cittadine, anche l’auto “condivisa” può risultare una scelta di mobilità intelligente e sostenibile.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2017

Progetto SOLEZ. Torino cerca soluzioni intelligenti per la mobilità sostenibile

di Mobilita Torino

A Torino entra nel vivo il progetto Solez (Smart sOlutions supporting Low Emission Zones and other low-carbon mobility policies in EU cities) che vede una rete di città impegnate nelle politiche di mobilità sostenibile, in particolare attraverso la realizzazione di misure a supporto delle strategie pel la limitazione del traffico nei centri storici. Solez, che coinvolge 10 partner di 7 nazioni diverse con un budget di oltre 2 milioni di euro, riunisce città ed enti europei che lavorano su soluzioni di mobilità sostenibile e che intendono condividere, attraverso lo scambio di “buone pratiche”, informazioni ed esperienze per migliorare le capacità di pianificazione degli amministratori pubblici e sviluppare servizi e prodotti ICT di supporto alle zone a traffico limitato.L’obiettivo finale di Solez prevede l’elaborazione di otto strategie o piani d’azione per la mobilità sostenibile, lo sviluppo e l’implementazione di strumenti e servizi innovativi che si adatteranno alle diverse necessità delle città, nel rispetto delle esigenze degli amministratori locali, dei residenti, dei turisti, degli operatori privati e commerciali.“Rientra appieno in questo progetto il percorso che l’Amministrazione ha avviato e che proseguirà con i vari portatori di interesse (residenti, operatori economici, operatori del trasporto, associazioni di categoria) per giungere alla definizione di un documento nel quale saranno indicate le nuove policy della futura zona a traffico limitata cittadina – spiega l’assessora alla Viabilità Maria Lapietra -. Solez – prosegue l’assessora - permetterà di condividere questi risultati con le altre città partner per offrire e raccogliere spunti di miglioramento reciproci”. Tra le soluzioni proposte nell’ambito delle azioni pilota, ci saranno servizi avanzati per il parcheggio intelligente (con uso di tecnologie dell’informazione e della comunicazione, Ict), servizi a valore aggiunto per aumentare l’attrattiva delle zone Ztl riducendo gli effetti negativi per le restrizioni del traffico, strumenti Ict per la pianificazione del trasporto pubblico, grazie all’incremento di bus elettrici nelle città in cui la mobilità pubblica con mezzi elettrici è già presente.Al progetto prendono parte con Torino, la capofila Vicenza e le città di Danzica (Polonia), Dubrovnik (Croazia), Graz (Austria), Zilina (Slovacchia), la facoltà di Mechanical Engineering and Naval Architecture dell'università di Zagabria, il Centro di Ricerca sui Trasporti CDV della Repubblica Ceca, il Pannon Business Network Association Hungary e KORDIS, partner tecnico che si occupa del sistema di trasporto pubblico integrato della Moravia meridionale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 lug 2017

Torino punta alla mobilità sostenibile e riattiva dieci colonnine di ricarica

di Mobilita Torino

Le dieci colonnine  di ricarica elettrica  utilizzate dal servizio di car sharing  "Io Guido", chiuso lo scorso marzo, saranno gestite dalla società Route220 che opera come CPO, Charge Point Operator, certificato, con diversi principali network in Europa. Presso le stazioni di ricarica installate in piazza Arbarello, corso Bolzano, piazza Castello, piazza Cln, via Porta Palatina, piazza Solferino, piazza Statuto, corso Turati, via Plana e corso Vittorio Emanuele II  sarà possibile, dopo un adeguamento tecnologico, effettuare la ricarica e il pagamento attraverso la piattaforma evway. “L’obiettivo virtuoso di un incremento nell’utilizzo di veicoli elettrici necessita di una rete punti di ricarica accessibile, che consenta ai possessori di auto elettriche di rifornirsi nel modo più facile e veloce possibile – spiega l’assessore ai Trasporti e alla Viabilità, Maria Lapietra -. Il mantenimento e l’apertura all’utilizzo pubblico dei punti di ricarica di “Io Guido” è il primo passo nella sviluppo di questa infrastruttura”. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 lug 2017

La giunta di Venaria approva il nuovo progetto del Movicentro

di Roberto Lentini

La Giunta del comune di Venaria Reale ha approvato il nuovo progetto del Movicentro che sarà realizzato di fronte alla stazione di viale Roma. Il primo progetto prevedeva una struttura pluripiano, di fronte a Corona Verde, con un notevole consumo del suolo. Il nuovo progetto prevede invece un bosco-parcheggio interamente votato alla sostenibilità e allo scambio dei mezzi. Questo è stato possibile grazie alla grande collaborazione con uffici comunali e progettisti che hanno scelto di ribaltare il vecchio progetto puntando piuttosto a restituire ai cittadini uno spazio armonizzato con il contesto naturale basato principalmente sul verde e in linea con le nuove esigenze di mobilità sostenibile: meno posti auto e più posti per bici, bike e car sharing, colonnine per auto elettriche e un sistema di recupero delle acque piovane che irrigherà il bosco. «Il vecchio progetto era obsoleto - ha detto Giuseppe Roccasalva Assessore ai  Lavori Pubblici, Manutenzioni, Viabilità, Piano del Traffico e Parcheggi, Urbanistica, Arredo Urbano di Venaria Reale- e rimodularlo è stata una delle prime azioni che quest'Amministrazione ha deciso di intraprendere. Non c'è solo il consumo di suolo, che eliminiamo, ma anche una questione che riguarda la manutenzione: la vecchia idea di Movicentro avrebbe finito per gravare terribilmente sul bilancio del Comune, mentre con il bosco parcheggio si potrà intervenire molto più agevolmente e con minore impegno di spesa. Il nuovo Movicentro sarà verde, sostenibile, innovativo e sarà da esempio per altri comuni che vorranno fare progetti di interscambio».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 giu 2017

Nasce Wetaxi, l’app per il taxi condiviso

di Ludovico Ragonesi

Nasce a Torino la prima app per prenotare e condividere il taxi in tempo reale, nel segno della sostenibilità ambientale ed economica. Si chiama Wetaxi, si sviluppa dalla collaborazione tra la startup omonima del Politecnico di Torino e Taxi Torino. La app trasforma il servizio di trasporto urbano garantito dai taxi, in una piattaforma di mobilità intelligente con calcolo della tariffa, prenotazione e pagamento via app o a bordo, e con la possibilità di condividere la corsa e risparmiare. Come già anticipato, il servizio mira non solo a tagliare le emissioni nocive disperse in ambiente ma anche i costi delle corse per gli utenti. Con un ulteriore vantaggio per gli utenti del servizio Wetaxi: fino a fine mese, su tutte le corse pagate in app, il servizio è scontato del 40% (fino ad un massimo di 5 euro di sconto). "Finalmente un servizio di mobilità condiviso, fornito da personale specializzato - ha sottolineato l'assessore alla Viabilità e trasporti della Città, Maria Lapietra - , che offrirà una nuova alternativa ai torinesi, soprattutto ai più giovani, di spostarsi sul territorio urbano". "Un servizio - aggiunge l'assessore al Commercio, Alberto Sacco - che consentirà ai passeggeri di risparmiare sul costo della corsa e assicurerà ai taxisti una riduzione dei costi di gestione".

Leggi tutto    Commenti 0