Articolo
08 nov 2018

GTT e RFI firmano un accordo per la messa in sicurezza della SFM1

di Mobilita Torino

Messa in sicurezza della linea ferroviaria Canavesana, fra Settimo Torinese e Rivarolo Canavese e Rivarolo Canavese - Pont Canavese, e installazione del Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT), già adottato come standard su tutte le linee convenzionali gestite da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane).  E' quanto previsto dal Disciplinare attuativo siglato da Regione Piemonte, GTT e RFI che stabilisce le attività di RFI sulla base del Sistema di Gestione Sicurezza (SGS) di GTT. Rete Ferroviaria Italiana coordinerà le attività relative alla stesura dei progetti definitivi, alla predisposizione del bando di gara per l’affidamento della progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori, nonché le operazioni di collaudo e le verifiche tecniche propedeutiche all’entrata in funzione del Sistema di Controllo Marcia Treno. L’SCMT è la tecnologia che garantisce la sicurezza della marcia dei treni in ausilio al macchinista, fornendo il controllo della velocità massima consentita, in relazione ai vincoli posti dal segnalamento, dalle caratteristiche dell’infrastruttura e dalle prestazioni del treno, utilizzando una tecnologia trasmissiva a balise. La firma dell’accordo ha definito un cronoprogramma, condiviso tra le parti, con fine dei lavori prevista entro il 2021. Un segnale significativo nel processo autorizzativo di sicurezza in capo all’Agenzia Nazionale della Sicurezza Ferroviaria (ANSF) per la tratta Settimo - Rivarolo, al momento oggetto di limitazione di velocità. Per gli interventi in programma RFI riceverà da Regione Piemonte un contributo di circa 12 milioni di euro, come previsto dal Piano Operativo Infrastrutture predisposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. “Finalmente potranno partire i lavori per l’installazione del sistema SCMT e gli altri interventi previsti per la definitiva messa in sicurezza della linea – ha dichiarato l’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco. L’auspicio è che RFI attivi al più presto la progettazione e l’appalto dei lavori. Ricordo che alle risorse per la messa in sicurezza stanziate dal precedente governo, si aggiungono il finanziamento per l’acquisto con di 2 nuovi treni da impiegare sulla linea a lavori conclusi (con 6 milioni di fondi regionali), e sempre con fondi regionali (ulteriori 6 milioni) per l’elettrificazione della tratta Pont-Rivarolo, a testimonianza della volontà di questa amministrazione a potenziare questa linea”. “La firma di oggi testimonia l’impegno di Rete Ferroviaria Italiana a favore di interventi di upgrade tecnologico e prestazionale della rete ferroviaria, per il miglioramento degli standard di sicurezza, regolarità e puntualità del traffico ferroviario”, ha dichiarato Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di RFI. “Come gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, nel corso degli anni abbiamo investito in innovazione e ricerca tecnologica, dotandoci di un know-how all’ avanguardia che oggi ci consente di essere un importante riferimento nel campo della tecnologia ferroviaria. Grazie all’installazione del sistema SCMT anche le linee ferroviarie della Canavesana, interessate da tali interventi, miglioreranno le proprie prestazioni in termini di sicurezza e affidabilità a vantaggio delle persone che ogni giorno le utilizzano per lavoro, studio e tempo libero”. “La firma dell’accordo - dichiara Giovanni Foti, Amministratore Delegato di Gtt - è un segnale fondamentale per gli utenti della linea, che evidenzia l’impegno comune per un rilancio e una valorizzazione del trasporto ferroviario. Gtt in quanto gestore dell’infrastruttura collaborerà in modo attivo con Rfi per favorire lo svolgimento dei lavori entro il 2021, come stabilito dal cronoprogramma condiviso, e raggiungere l’obiettivo comune di dotare la linea dei nuovi sistemi di sicurezza”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ago 2018

Linea Torino – Modane: bus sostitutivi tra Avigliana e Bardonecchia/Modane

di Mobilita Torino

Importanti interventi di potenziamento infrastrutturale sono in programma da domenica 12 a martedì 14 agosto sulla linea Torino – Modane, tra le stazioni di Avigliana e Modane. Nello specifico sarà sostituita e varata la nuova travata metallica sulla Dora Cesana, in località Oulx (TO), e impermeabilizzato il ponte in località di Sant’Antonino (TO). Per consentire le attività di cantiere i treni regionali di Trenitalia delle relazioni Torino-Susa e Torino-Bardonecchia/Modane faranno capolinea nella stazione di Avigliana. Da qui i viaggiatori potranno utilizzare i servizi sostitutivi con bus. Anche il servizio dei giorni festivi fino a Modane sarà effettuato con bus sostitutivi. Ad Avigliana i bus sosteranno nel parcheggio, riservato per l’occasione, su corso Torino, nelle vicinanze della stazione ferroviaria. Personale dedicato assisterà i viaggiatori per i trasbordi treno/bus. Gli orari dei bus sostitutivi sono consultabili nelle stazioni interessate, sull’orario ufficiale “In treno” e sul sito trenitalia.com. Cancellati i collegamenti internazionali Torino-Modane-Parigi. Le attività di cantiere proseguiranno nei mesi successivi, senza interferire con la circolazione ferroviaria, per la sistemazione e realizzazione di difese spondali dell’alveo della Dora Cesana e l’adeguamento sismico del ponte di Sant’Antonino. Investimento economico complessivo circa 7 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2018

Linea Milano-Torino: massimo impegno di RFI e Trenitalia per miglioramento performance

di Mobilita Torino

Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia sono impegnate a offrire ai pendolari piemontesi linee affidabili e circolazione ferroviaria regolare, anche sulla linea Milano-Torino dove è stata registrata una leggera flessione delle performance di puntualità. Le rilevazioni certificate evidenziano un miglioramento delle prestazioni, rispetto allo scorso anno, sia per quanto riguarda i convogli - con un calo del 28.3% dei guasti ai treni regionali che hanno determinato cancellazioni - sia a livello infrastrutturale con un 5% di guasti in meno sulla linea Milano - Torino. Per quanto riguarda i collegamenti Regionali veloci Fast Milano-Torino, la puntualità reale*, rispetto allo scorso anno, risulta in crescita di 7,1 punti percentuali (80.3% nel 2017, 87,4% nel 2018). Per il treno Regionale 2104 Milano Porta Garibaldi (18:10) – Torino, che registra maggiori criticità, sono in fase di studio azioni per migliorarne la puntualità sia in partenza e sia nelle fermate intermedie. Nell’ultima settimana la circolazione ferroviaria sulla linea Milano - Torino ha registrato in più giornate, con riflessi anche sui collegamenti per Biella, ritardi causati da anormalità impreviste e imprevedibili di differente natura, in molti casi riconducibili a motivazioni esterne al Gruppo FS Italiane (atti vandalici, lancio di sassi, ritardi indotti da altre imprese ferroviarie e altro). Per questo motivo, nell’ottica del continuo miglioramento del servizio sono state avviate una serie di attività, da RFI e Trenitalia, per prevenire e risolvere eventuali criticità che si potrebbero nuovamente verificare. In particolare, Rete Ferroviaria Italiana ha attivato una task force con personale  tecnico che, nelle fasce orarie di maggior traffico, garantirà un rapido intervento sulla rete, ha potenziato il piano di manutenzione dell’infrastruttura e della linea elettrica di alimentazione dei treni e sta concludendo uno specifico programma di manutenzione preventiva stagionale per far fronte alle escursioni termiche della stagione estiva. La task force è stata attivata anche da Trenitalia con personale dedicato al pronto intervento al sistema di climatizzazione dei treni e alla piena funzionalità delle porte dei treni in servizio sulla linea Milano – Torino, oltre che a interventi di pulizia straordinaria e a controlli specifici prima della partenza dei treni. Tutto il personale è stato formato e sensibilizzato per garantire le migliori performances nella gestione del servizio e per affrontare con rapidità ed efficacia i possibili eventi che possono causare perturbazioni alla circolazione ferroviaria. L’attivazione, il 17 giugno, del nuovo Apparato Centrale Computerizzato-Multistazione (ACC-M) fra Rho e Novara - impianto tecnico che gestisce più stazioni da un unico Posto centrale che concentra le funzioni e le logiche di tutti gli impianti controllati - costituisce la seconda fase funzionale del potenziamento tecnologico della linea Milano-Torino. L’ACC-M consentirà sia l’incremento degli standard di puntualità e regolarità della circolazione ferroviaria sull’intera direttrice Torino-Milano-Venezia (gestita dalla “torre di controllo” di Milano Greco Pirelli), compresi i nodi metropolitani di Milano e Torino, sia il miglioramento del processo di manutenzione dell’infrastruttura e la qualità dei sistemi di informazione e comunicazione ai viaggiatori. Infine, Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia, confermano e ribadiscono la costante disponibilità al confronto diretto con le Associazioni pendolari e consumatori, nell’ambito degli incontri programmati da Regione Piemonte.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 mag 2018

Ferrovia Chivasso- Ivrea: riaperta in tempi record

di Alessandro Graziano

Sono passate solamente 36 ore dall'incidente ferroviario di Caluso per rivedere il tratto ferroviario riaperto Questo articolo vuole essere un ringraziamento ai circa 70 lavoratori e lavoratrici che in 36 ore hanno permesso la riapertura della ferrovia Chivasso-Ivrea che congiunge il capoluogo canavese al capoluogo di regione. Tecnici, ingegneri RFI e personale specializzato hanno lavorato ininterrottamente giorno e notte per riaprire il tratto sabato mattina, dopo terribile incidente di mercoledì 23 notte . E' stata infatti arrivar in contrada Arè una gru per sollevamento di grandi carichi pesanti, al fine di togliere le carrozze dai binari e dal vicino campo. Sono stati 100 i metri di binario ripristinato con sostituzione di rotaie , traversine e risistemazione della massicciata. Invece 1300 i metri di cavi della linea elettrica danneggiati e sostituiti. Infine reinstallati 4 km di cavi del sistema di controllo del distanziamento di sicurezza dei treni. Dall'incidente emerge come in soli 40 km di ferrovia Ivrea-Chivasso ci siano qualcosa come 40 passaggi a livello molti dei quali inutili, molti dei quali in progetto di eliminazione ma i cui progetti sono fermi da anni. Qualche tempo fa si era detto di abolirne 17 nel prossimo anno, ma poche notizie si hanno in merito. Riaperto anche sabato mattina la strada statale 26 bloccata dall'incidente.  Infine per consentire le operazioni di rimozione dei convogli è stata demolita la vecchia casa cantoniera , già danneggiata mercoledì notte dall'impatto col treno. Insomma in un'Italia dove spesso il provvisorio è definitivo, RFI e altre aziende hanno lavorato per ridare servizi ai cittadini, senza populismi o facili proclami. Da parte di mobilitatorino e dei molti pendolari del canavaese un GRAZIE. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 apr 2018

Servizi sostitutivi sulla linea ferroviaria Torino – Savona per sabato 28 aprile 2018

di Mobilita Torino

Sabato 28 aprile  la mobilità dei clienti Trenitalia fra Fossano e Mondovì (linea Torino – San Giuseppe di Cairo), dove la circolazione è interrotta per gli interventi tecnici sui binari, sarà assicurata da servizi sostitutivi con autobus. Questo il piano dettagliato dei treni e degli autobus che include anche alcuni servizi della serata di venerdì 27 aprile. La programmazione nelle prossime ore potrà subire modifiche e variazioni.   Programma treni venerdì 27 aprile ORA partenza n° treno DA/A BUS DA/A ORA partenza n° treno DA/A 15.25 10138 Ventimiglia - Mondovì Mondovì - Fossano 18.00 4694 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano Fossano - Torino PN Fossano - Mondovì 18.40 4693 Mondovì - S. Giuseppe di C. 20.31 4698 S. Giuseppe di C.- Mondovì Mondovì - Fossano Fossano - Mondovì 21.28 10129 Mondovì - S. Giuseppe di C. Fossano - Mondovì 22.29 4697 Mondovì - Ceva   Programma treni sabato 28 aprile ORA partenza n° treno DA/A BUS DA/A ORA partenza n° treno DA/A 06.25 10103 Torino - Fossano Fossano - Mondovì 07.28 10103 Mondovì - Savona 07.30 10126 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 08.44 10126 Fossano - Torino PN 09.30 10128 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 10.44 10128 Fossano - Torino PN 10.25 10109 Torino PN - Fossano Fossano - Mondovì 11.28 10109 Mondovì - Savona 08.25 10107 Torino PN - Fossano Fossano - Mondovì 09.28 10107 Mondovì - Savona 11.30 10130 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 12.44 10130 Fossano - Torino PN 12.25 10111 Torino PN - Fossano Fossano - Mondovì 13.28 10111 Mondovì - Savona 13.28 10132 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 14.44 10132 Fossano - Torino PN 14.25 10113 Torino PN - Fossano Fossano - Mondovì 15.28 10113 Mondovì - Savona 15.30 10134 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 16.44 10134 Fossano - Torino PN 16.25 10121 Torino PN - Fossano Fossano - Mondovì 17.28 10121 Mondovì - Savona 17.30 10138 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 18.43 10138 Fossano - Torino PN 18.25 10123 Torino PN - Fossano Fossano - Mondovì 19.28 10123 Mondovì - Savona 19.30 10140 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 20.43 10140 Fossano - Torino PN 21.30 10148 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 22.43 10148 Fossano - Torino PN   ORA partenza n° treno DA/A BUS DA/A ORA partenza n° treno DA/A 5.20 4676 Ceva - Mondovì Mondovì - Fossano 08.08 4682 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 12.31 4688 S. Giuseppe di C.- Mondovì Mondovì - Fossano 16.31 4692 S. Giuseppe di C.- Mondovì Mondovì - Fossano 18.00 4694 Savona - Mondovì Mondovì - Fossano 20.31 4698 S. Giuseppe di C.- Mondovì Mondovì - Fossano 06.31 4678 S. Giuseppe di C.- Mondovì Mondovì - Fossano 10.31 4686 S. Giuseppe di C.- Mondovì Mondovì - Fossano 14.31 4690 S. Giuseppe di C.- Mondovì Mondovì - Fossano Fossano - Mondovì 06.40 4681 Mondovì - Savona Fossano - Mondovì 10.40 4685 Mondovì - S. Giuseppe di C. Fossano - Mondovì 14.40 4689 Mondovì - S. Giuseppe di C. Fossano - Mondovì 18.40 4693 Mondovì - S. Giuseppe di C. Fossano - Mondovì 08.40 4683 Mondovì - S. Giuseppe di C. Fossano - Mondovì 12.40 4687 Mondovì - S. Giuseppe di C. Fossano - Mondovì 16.40 4691 Mondovì - S. Giuseppe di C. Fossano - Mondovì 22.29 4697 Mondovì - Ceva La mobilità con il Ponente Ligure e le principali località turistiche è assicurata anche dai collegamenti alternativi Trenitalia lungo le linee Torino - Genova e Genova - Ventimiglia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ott 2017

Nodo di Torino: nuovi sistemi di gestione del traffico ferroviario

di Mobilita Torino

Nuovi sistemi di gestione e controllo del traffico ferroviario tra Torino Porta Nuova e Torino Lingotto. Gli impianti ferroviari di Torino Stura e della tratta Porta Nuova - Lingotto sono ora centralizzati e gestiti direttamente dalla “torre di controllo” della circolazione ferroviaria piemontese di Torino Lingotto. Questo garantirà sia l’incremento degli standard di puntualità e regolarità della circolazione ferroviaria sia il miglioramento delle attività di manutenzione dell’infrastruttura e della qualità dei sistemi di informazione e comunicazione ai viaggiatori. L’attivazione dei nuovi impianti rappresenta un’ulteriore tappa del percorso di sviluppo dei sistemi di gestione e controllo del traffico ferroviario della direttrice Torino – Milano – Venezia. Investimento complessivo per il potenziamento tecnologico 770 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2017

Al via i collegamenti diretti Torino-Modane

di Mobilita Torino

Dal 10 Settembre, la domenica, partiranno i nuovi collegamenti diretti da Torino Porta Nuova a Modane, dopo che Trenitalia e RFI nelle scorse settimane hanno effettuato i test per verificarne la fattibilità tecnica. Sette coppie di treni, con cadenzamento biorario, circoleranno la domenica. La sperimentazione sarà funzionale alla valutazione di un ulteriore potenziamento del servizio. Sarà dunque possibile raggiungere Modane da Torino  via Bardonecchia (e viceversa), senza cambiare treno, che effettuerà le fermate nelle stazioni di  Grugliasco, Collegno, Alpignano, Rosta, Avigliana S. Antonino Vaie, Bussoleno, P.C. Meana, Chiomonte, Salbertrand, Oulx Ce.Cl.Ses., Beaulard, Bardonecchia. «Un risultato importante – ha sottolineato l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco ­– ottenuto anche grazie al lavoro dei consiglieri di maggioranza che lo hanno fortemente voluto, segno di attenzione della Regione per questa linea interessata dai lavori per la realizzazione dell’Alta Velocità»

Leggi tutto    Commenti 0