Articolo
12 ott 2018

Prove generali della linea 2 della metro con un bus lungo 18 metri

di Mobilita Torino

Con il nuovo piano del trasporto pubblico, previsto il prossimo anno, verrà introdotta una nuova linea di autobus che taglierà Torino da Sud a Nord. Verranno utilizzati autobus da 18 metri ed effettueranno il percorso della futura linea 2 della metropolitana: «Sarà una linea di forza- spiega l’assessore ai Trasporti Maria Lapietra durante l’audizione in Comune - Significa che avrà un’altra frequenza di passaggi: 5 minuti nelle ore di punta, mai più di 10 nelle altre fasce orarie. Le fermate saranno all’incirca le stesse della linea 2, cosa che garantirà una velocità elevata anche grazie alle corsie preferenziali che verranno istituite».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 ott 2018

Procedono le attività per la redazione del progetto preliminare della linea metropolitana 2

di Mobilita Torino

Procedono le attività per la redazione del progetto preliminare della linea 2 di metropolitana affidate dalla Città di Torino al raggruppamento d’imprese con capofila Systra. Dalla prossima settimana partiranno i sondaggi per verificare la presenza di resti archeologici e modulare conseguentemente la progettazione delle stazioni. I rilevamenti inizieranno in piazza Carlo Alberto con due aree interessate dai lavori: a sud, sul lato di via Principe Amedeo e Palazzo Carignano e, dalla parte opposta, all’angolo con via Cesare Battisti. Successivamente l’esplorazione si sposterà davanti a Porta Nuova, l’altro sito dove, per le ricerche bibliografiche e d’archivio effettuate, è più probabile che si possa verificare il ritrovamento di reperti. Qui il cantiere sarà adiacente al fabbricato della stazione, sul lato di via Nizza. Ultimati i sondaggi l’impresa provvederà al ripristino delle aree. La verifica preventiva dell'interesse archeologico è stata attivata per garantire velocità e rispetto delle tempistiche in fase di realizzazione della linea 2 della metropolitana.Si è intanto conclusa l’analisi preventiva sui fabbricati iniziata nei mesi scorsi, che ha permesso l’acquisizione dei dati generali degli edifici, delle loro caratteristiche morfologiche e storiche e delle caratteristiche strutturali e sono terminati anche i sondaggi geotecnici e ambientali. I campioni prelevati sono stati utilizzati per determinare le caratteristiche meccaniche dei terreni interessati, ma anche il contenuto di sostanze inquinanti e l'altezza della falda nel sottosuolo. I dati raccolti saranno utilizzati per la definizione del tracciato definitivo, delle caratteristiche della galleria e delle strutture di stazione, ma anche per i monitoraggi ambientali durante le fasi di realizzazione dell'opera. Ti potrebbe interessare: Metropolitana di Torino, linea 2 Metropolitana di Torino, Linea 1

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ott 2018

Nasce TO MOVE, la nuova App per leggere la smart card e acquistare i biglietti con lo smartphone

di Mobilita Torino

Consentire di svolgere tramite smartphone due funzioni importanti per semplificare la vita a chi usa bus, tram e metropolitana a Torino. Con questi obiettivi è nata ed è stata realizzata TO Move, l’app di Gtt  che consentirà tramite lo smarphone  la lettura della tessera smart card Bip, l’acquisto e la validazione dei biglietti. Insomma di viaggiare sul bus utilizzando il telefonino. La funzione di lettura semplificherà la vita degli utenti e consentirà di superare le rigidità del sistema di lettura a bordo mezzi. Un passo avanti importante. Per quanto riguarda la vendita, i vantaggi del nuovo sistema sono numerosi: il biglietto può essere acquistato in qualsiasi momento e in qualunque luogo, anche alla fermata. Un nuovo canale di vendita che si aggiunge ai tradizionali, che consentirà di decidere immediatamente. COME SCARICARE E USARE TO MOVE To Move sarà disponibile dal 2 ottobre sul Play Store di Google e prossimamente sul sito GTT. Al momento è compatibile con i telefoni Android dotati di NFC, dalla versione 4.4 alla versione 8X, mentre è in corso di approfondimento la possibilità che anche gli smartphone con sistema IOS possano scaricare l’app. Una prima funzione dell’app è dunque la lettura di quanti titoli di viaggio sono presenti sulla smart card BIP. Per leggere la tessera è sufficiente andare alla sezione “lettura BIP” dell’app e appoggiare la smart card alla parte posteriore del cellulare. To Move legge tutti i titoli di viaggio GTT e Formula, sia gli abbonamenti in corso di validità sia i biglietti ancora da utilizzare. La lettura della carta avviene attraverso l’antenna NFC che deve essere tenuta attiva sul telefono. Questa funzione non richiede l’inserimento di dati personali. Una volta scaricata l’app, per acquistare i biglietti occorre inserire i dati personali e poi  procedere, utilizzando una carta di credito o prepagata. Su TO Move è possibile acquistare il biglietto City (che costa 1.70 euro, vale 100 minuti sulla rete urbana e suburbana più una corsa in metro), il Daily (che costa 3 euro e vale fino al termine del servizio del giorno della prima validazione sulla rete urbana e suburbana e sulla metro) e il Multidaily (che è un carnet elettronico composto da 7 biglietti Daily, attivabili uno alla volta). Per validare il biglietto acquistato con TO Move è sufficiente avvicinare la parte posteriore dello smartphone alla validatrice. Sull’app comparirà l’orario di scadenza della validità del biglietto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ago 2018

Linea Torino – Modane: bus sostitutivi tra Avigliana e Bardonecchia/Modane

di Mobilita Torino

Importanti interventi di potenziamento infrastrutturale sono in programma da domenica 12 a martedì 14 agosto sulla linea Torino – Modane, tra le stazioni di Avigliana e Modane. Nello specifico sarà sostituita e varata la nuova travata metallica sulla Dora Cesana, in località Oulx (TO), e impermeabilizzato il ponte in località di Sant’Antonino (TO). Per consentire le attività di cantiere i treni regionali di Trenitalia delle relazioni Torino-Susa e Torino-Bardonecchia/Modane faranno capolinea nella stazione di Avigliana. Da qui i viaggiatori potranno utilizzare i servizi sostitutivi con bus. Anche il servizio dei giorni festivi fino a Modane sarà effettuato con bus sostitutivi. Ad Avigliana i bus sosteranno nel parcheggio, riservato per l’occasione, su corso Torino, nelle vicinanze della stazione ferroviaria. Personale dedicato assisterà i viaggiatori per i trasbordi treno/bus. Gli orari dei bus sostitutivi sono consultabili nelle stazioni interessate, sull’orario ufficiale “In treno” e sul sito trenitalia.com. Cancellati i collegamenti internazionali Torino-Modane-Parigi. Le attività di cantiere proseguiranno nei mesi successivi, senza interferire con la circolazione ferroviaria, per la sistemazione e realizzazione di difese spondali dell’alveo della Dora Cesana e l’adeguamento sismico del ponte di Sant’Antonino. Investimento economico complessivo circa 7 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ago 2018

Nominato il nuovo consiglio di amministrazione di GTT

di Alessandro Graziano

La sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha nominato il nuovo CdA di GTT, il Gruppo Torinese Trasporti. Il Consiglio di Amministrazione è ora composto dal presidente Paolo Golzio, dall’ad Giovanni Foti e dalla consigliera Silvia Cornaglia. Paolo Golzio, il neopresidente, arriva da Asti, dove ha ricoperto l’incarico di amministratore delegato in ASP SpA, la multiutility che si occupa di energia, trasporti e mobilità, igiene urbana, acquedotto, fognatura, depurazione e servizi cimiteriali.Giovanni Foti, che assume la carica di amministratore delegato, torna a Torino dopo un’esperienza che l’ha condotto in Sicilia a guidare, prima come direttore generale e quindi come presidente, ATM, l’azienda di trasporto pubblico messinese. Silvia Cornaglia è la terza componente del rinnovato Consiglio di Amministrazione di GTT. Lei, nominata dalla sindaca Appendino nel dicembre del 2017, faceva già parte del CdA.Paolo Golzio e Giovanni Foti subentrano a Walter Ceresa, che è stato alla guida dell’azienda torinese di trasporto pubblico per cinque anni.“A Walter Ceresa – dichiara la sindaca Appendino – va il ringraziamento della Città per il lavoro svolto in un momento particolarmente complesso per la società di corso Turati, un impegno che ha consentito di porre le basi per superare le difficoltà di ordine finanziario e organizzativo e di programmarne il rilancio.”   FONTE: Comunicati Stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ago 2018

Sbloccati i fondi per nuovi tram e linea metro 1

di Alessandro Graziano

Via libera dalla Conferenza unificata, oggi pomeriggio, allo schema di decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per il finanziamento e la realizzazione di infrastrutture per il trasporto pubblico. A Torino arrivano  oltre 223 milioni di euro, suddivisi in 148 dei quali per il prolungamento della metro 1 da Collegno e Cascine Vica e 75 destinati all’acquisto di nuovi tram, che un ricorso della Regione Veneto, accolto dalla Corte costituzionale, aveva bloccato. Lo sblocco delle risorse era stato tra gli argomenti nell’incontro avuto a Roma con il Ministro Danilo Toninelli dalla sindaca Chiara Appendino e dall’assessora alla Mobilità Maria Lapietra. “Sono profondamente soddisfatta per il via libera della Conferenza allo schema di decreto concernente il riparto sul Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, destinato al trasporto rapido di massa”, dichiara l’assessora Maria Lapietra, commentando l’intesa. “Ringrazio il Ministro Toninelli insieme al suo staff – continua Lapietra -: tenendo fede all’impegno preso a metà luglio lo ha inserito nell’ordine di una delle prime riunioni della Conferenza Unificata. Finalmente ora potrà riprendere l’iter per la convenzione e la pubblicazione dei bandi di gara.” In sostanza si potrà dare continuità al prolungamento della linea della metro 1 da fermi fino Collegno Fs e con questi nuovi fondi da Collegno Fs fino alle porte di Rivoli, Cascine Vica appunto. Inoltre con i fondi per i convogli tranviari si potrebbero acquistare circa 20-25 nuovi tram che darebbero ossigeno alle linea tranviarie torinesi con un rinnovo consistente del parco mezzi. Come tempi per l'arrivo dei nuovi tram si stima in circa 24 mesi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 lug 2018

16 Luglio sciopero di 24 ore di GTT: quale futuro?

di Alessandro Graziano

Oggi Lunedì 16 luglio 2018 è previsto uno sciopero di 24 ore del settore trasporto pubblico locale, proclamato dalle Organizzazioni territoriali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, su temi correlati al Piano Industriale di GTT. Lo sciopero è dovuto alla mancanze di garanzie sul futuro della azienda e dei livelli occupazionali. La Giunta  diciamo che non ha gestito proprio bene l'azienda di trasporto locale sforbiciando qua e là tagli di corse, di linee e di personale, penalizzando utenti, cittadini e lavoratori. IL SERVIZIO SARÀ COMUNQUE GARANTITO NELLE SEGUENTI FASCE ORARIE: Servizio urbano e suburbano e metropolitana: dalle ore  6.00 alle ore  9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00 Autolinee extraurbane e Servizio Ferroviario (sfm1 – Canavesana e sfmA – To – aeroporto – Ceres): da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30 Sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro il termine delle fasce di servizio garantito. Lo sciopero potrà avere ripercussioni anche sull’operatività dei Centri di Servizi al Cliente e sui diversi servizi gestiti da GTT, con conseguenti possibili disagi per la clientela.   http://www.gtt.to.it/cms/risorse/avvisi/pdf/motivazioni_sciopero_20180716.pdf

Leggi tutto    Commenti 0