Articolo
04 dic 2017

Collegamenti diretti anche sabato da Torino a Modane a partire dal 10 dicembre

di Mobilita Torino

Servizio della linea SFM3 Torino-Bardonecchia prolungato fino a Modane anche il sabato, a partire da domenica 10 Dicembre. Salgono così a ventidue i collegamenti del fine settimana, effettuati da Trenitalia su richiesta dall’Agenzia Mobilità Piemontese, che collegheranno direttamente Modane a Torino via Bardonecchia (e viceversa) con fermate intermedie a Grugliasco, Collegno, Alpignano, Rosta, Avigliana, S. Antonino Vaie, Bussoleno, P.C. Meana, Chiomonte, Salbertrand, Oulx Ce.Cl.Ses., Beaulard e Bardonecchia. Dodici treni (sei coppie) il sabato e dieci (5 coppie) la domenica e festivi che da Torino proseguono fino a Modane, consentendo agli sciatori francesi di raggiungere le piste della Val di Susa (e viceversa).  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 nov 2017

A Torino, dal 3 all’8 novembre, continua il roadshow dei treni Pop e Rock

di Mobilita Torino

Continua il roadshow #lamusicastacambiando dei nuovi treni regionali Pop e Rock. Due riproduzioni scala 1:1 saranno visitabili da domani fino all'8 novembre a Torino in Piazza Castello. VENERDÌ 3 NOVEMBRE Ad inaugurare la tappa torinese Renato Mazzoncini, AD e DG di FS Italiane, insieme a Tiziano Onesti, Presidente Trenitalia, e Orazio Iacono, AD Trenitalia. IL VILLAGGIO TRENITALIA Aperto dalle 10.00 alle 20.00 Dalle 17.00 alle 19.00 dj set a cura di RTL 102.5. Sabato 4 novembre l'appuntamento musicale è posticipato alle 18.30, ad intrattenere i visitatori il conduttore e speaker radiofonico Paolo Cavallone. I NUOVI TRENI POP E ROCK Più comodi, più sostenibili e più accessibili, i nuovi Rock e Pop - attualmente in costruzione – sono stati commissionati da Trenitalia rispettivamente a Hitachi Rail Italy e Alstom e saranno consegnati in tutte le regioni d’Italia a partire dalla primavera del 2019. La prima regione dove arriveranno i nuovi treni pendolari sarà l’Emilia-Romagna. Complessivamente 86 convogli: 39 Rock e 47 Pop. Le nuove flotte dei treni regionali - complessivamente 300 Rock e 150 Pop - compongono la maxi fornitura da 450 nuovi convogli della commessa da oltre 4 miliardi di euro che, per valore economico e numero di treni, non ha precedenti in Italia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ott 2017

2018: l’anno del bonus trasporti pubblici?

di Alessandro Graziano

Le spese per tram, bus, metro e treni regionali potrebbero diventare detraibili fino a 250 euro. Bonus trasporti pubblici 2018, nella nuova Legge di Bilancio 2018, il cui testo è ancora in fase di limature e presto verrà presentato al Senato, vi è un’importante novità: l’inserimento di una nuova detrazione fiscale per chi acquista abbonamenti di autobus e treni del TPL, trasporto pubblico locale, regionale ed interregionale. Dopo anni di annunci, arriva finalmente la detrazione che consente la detraibilità dalle tasse, del 19% delle spese sostenute nel corso dell’anno per l’abbonamento trasporti per un importo massimo di spesa pari a 250 euro all'anno. Tra le principali novità per i cittadini c'è il ritorno delle "agevolazioni fiscali sugli abbonamenti al trasporto pubblico", custodite nel quarto articolo. In particolare, si modifica il testo unico sulle imposte inserendo la possibilità di detrarre dall'imposta lorda il 19 per cento del costo degli abbonamenti trasporti pubblici locali, regionali e interregionali fino a un massimo di 250 euro. La detrazione si estende al datore di lavoro, che potrà farla valere nel caso sostenga le spese per i mezzi pubblici per conto dei dipendenti o dei loro familiari, oppure preveda forme di rimborso nei loro confronti.Alla luce di questa novità prevista dalla legge di stabilità 2018, che ricordiamo non è stata ancora approvata, andiamo a vedere cos’è e come funziona il bonus trasporti 2018 chiamato anche bonus autobus 2018 o bonus treni 2018.  chi spetta la detrazione trasporto pubblico 2018? Spetta a chi acquista un abbonamento per il treno: treni Tpl, trasporto pubblico locale, regionali ed interregionali; a chi acquista una tessera autobus: autobus Tpl, trasporto pubblico locale, regionali ed interregionali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 ott 2017

Venerdì 27 Ottobre: sciopero generale in vista!

di Alessandro Graziano

Venerdì 27 ottobre è previsto uno sciopero di 4 ore indetto dalle organizzazioni territoriali Filt-Cigl, Fit-Cisl e Uiltrasporti. Lo sciopero si svolgerà con le seguenti modalità: ·        Servizio urbano e suburbano: dalle 15.00 alle 19.00 ·        Metropolitana: dalle 16.00 alle 20.00 ·        Autolinee extraurbane: dalle 10.30 alle 14.30 ·        sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: dalle 18.00 a fine servizio Sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro l’orario di inizio dello sciopero. Lo sciopero potrà avere ripercussioni anche sull’operatività dei Centri di Servizi al Cliente e sui diversi servizi gestiti da GTT, con conseguenti possibili disagi per la clientela. Invece circoleranno regolarmente le Frecce di Trenitalia in occasione dello sciopero del personale del Gruppo FS Italiane proclamato da alcuni sindacati autonomi - dalle ore 21.00 di giovedì 26 alle 21.00 di venerdì 27 ottobre - in adesione a uno sciopero generale. Per gli altri treni nazionali si prevedono ripercussioni limitate. Si ricorda comunque che saranno assicurati tutti i convogli elencati nell'apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull'Orario ufficiale di Trenitalia e sul sito web trenitalia.com. Sarà inoltre assicurato il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino. Per i treni regionali, il cui programma potrà essere oggetto di alcune modifiche, si ricorda che sono garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nei giorni feriali, nelle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari (6.00-9.00 e 18.00-21.00).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2017

Al via i collegamenti diretti Torino-Modane

di Mobilita Torino

Dal 10 Settembre, la domenica, partiranno i nuovi collegamenti diretti da Torino Porta Nuova a Modane, dopo che Trenitalia e RFI nelle scorse settimane hanno effettuato i test per verificarne la fattibilità tecnica. Sette coppie di treni, con cadenzamento biorario, circoleranno la domenica. La sperimentazione sarà funzionale alla valutazione di un ulteriore potenziamento del servizio. Sarà dunque possibile raggiungere Modane da Torino  via Bardonecchia (e viceversa), senza cambiare treno, che effettuerà le fermate nelle stazioni di  Grugliasco, Collegno, Alpignano, Rosta, Avigliana S. Antonino Vaie, Bussoleno, P.C. Meana, Chiomonte, Salbertrand, Oulx Ce.Cl.Ses., Beaulard, Bardonecchia. «Un risultato importante – ha sottolineato l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco ­– ottenuto anche grazie al lavoro dei consiglieri di maggioranza che lo hanno fortemente voluto, segno di attenzione della Regione per questa linea interessata dai lavori per la realizzazione dell’Alta Velocità»

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ago 2017

Regione Piemonte, da ottobre sconto del 10% a chi effettua un abbonamento al treno

di Mobilita Torino

Partirà ad ottobre in via sperimentale l’applicazione di uno sconto del 10% ai piemontesi che, utilizzando il treno per i loro spostamenti, acquisteranno un abbonamento annuale e non avranno compiuto 26 anni.  L’iniziativa ha lo scopo di verificare se la riduzione tariffaria potrà portare ad un incremento degli utenti che utilizzano il treno, compensando così i minori introiti. A tal fine, l’Agenzia della mobilità piemontese ha concordato con Trenitalia che sia applicata fino al raggiungimento della somma di 350.000 euro stanziata dal Consiglio regionale nella legge di bilancio 2017. Le agevolazioni si applicheranno esclusivamente agli abbonamenti annuali sui treni Sfm, regionali e regionali veloci nel solo ambito dei confini tariffari del Piemonte (escluse pertanto le tratte sovraregionali). Sono esclusi gli abbonamenti Formula. L’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, fa presente che si stratta “di un’iniziativa che confidiamo di stabilizzare per i prossimi anni, introducendola anche sugli abbonamenti trimestrali, attualmente non previsti da Trenitalia, o comunque con forme di rateizzazione”.  La tariffa agevolata sarà cumulabile con lo sconto del 5% che si potrà ottenere con il cosiddetto “Bonus Pendolari”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 lug 2017

Trenitalia, corse regionali Piemonte: puntualità 90,4%, regolarità 99,2 %

di Mobilita Torino

Una puntualità reale (arrivo entro i 5 minuti dall’orario previsto) del 90,4% e un indice di regolarità (corse effettuate rispetto alle programmate) del 99,2%. Indici che, considerando le sole cancellazioni (0,3%) e ritardi (3,5%) imputabili direttamente a Trenitalia salgono al 99,7% come regolarità e 96,5% di puntualità. Migliora anche il giudizio dei clienti: a maggio l’89,3% si è dichiarato soddisfatto del viaggio nel suo complesso. Il bilancio del primo semestre 2017 si chiude per Trenitalia regionale Piemonte con un trend pressoché invariato rispetto ai livelli degli indici medi piemontesi del 2016. Risulta superiore alla media generale l’arrivo in orario dei treni in circolazione nelle ore di punta del mattino: nella fascia 6-10 è il 91,4% dei convogli ad arrivare puntuale, percentuale in leggera flessione rispetto allo scorso anno (-0,4%) ma per cause non imputabili a Trenitalia, che vede invece diminuire dello 0,8% i ritardi di sua diretta responsabilità. L’ultima indagine demoscopica, condotta a maggio in Piemonte da una società esterna al Gruppo FS, ha evidenziato un miglioramento nel giudizio che i clienti danno del servizio e dei vari momenti che lo compongono con un aumento dell’1,6% vs maggio 2016. Rispetto a maggio 2016 molti i fattori che registrato un miglioramento significativo: coincidenze con altri treni +13,3% (86,2% vs 72,9%), qualità delle informazioni a bordo treno +4,3% (93% vs 88,7%), pulizia +2,4% (67,6% vs 65,2%), disponibilità dei posti +6,6% (90,8% vs 84,2%), regolarità +5% (83% vs 78%),

Leggi tutto    Commenti 0