Articolo
16 set 2019

Ecco i nuovi tram che vedremo a Torino dal 2021

di Mobilita Torino

Ecco i nuovi tram che arriveranno a Torino nel 2021 e che gradualmente sostituiranno quelli arancioni. Saranno forniti da Hitachi Rail, mentre il design completo degli esterni e degli interni è stato realizzato da Giugiaro Architettura. I nuovi 30 tram sono stati acquistati con un finanziamento di 63,4 milioni euro dl Ministero dei Trasporti nell’ambito della cosiddetta “cura del ferro” e avranno il pianale ribassato, aria condizionata e 2 postazioni disabili, Un mezzo totalmente nuovo, dai contenuti tecnici innovativi e all’avanguardia, con uno stile elegante, raffinato e funzionale, in linea con le caratteristiche di Hitachi e della stessa città di Torino.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 ago 2019

Torino Airport amplia il network di destinazioni: nuovo volo Torino-Kiev di SkyUp Airlines

di Mobilita Torino

L’Aeroporto di Torino amplia il proprio network di destinazioni servite con volo diretto e aggiunge un nuovo collegamento con Kiev, la capitale dell’Ucraina, servito dal vettore low-cost SkyUp Airlines. Il nuovo volo Torino-Kiev verrà operato a partire dal 12 dicembre con frequenza bisettimanale, ogni giovedì e domenica, con aeromobile Boeing 737-700 da 149 posti. I biglietti sono in già vendita sul sito skyup.aero con tariffe a partire da 50 euro sola andata. Torino Airport accoglie così una nuova compagnia aerea e amplia l’offerta di destinazioni low-cost, offrendo la possibilità di un nuovo volo diretto a tutti coloro che per motivi di turismo o di lavoro desiderano recarsi da Torino a Kiev. Il volo servirà inoltre l’ampia comunità ucraina presente in Piemonte, dove conta oltre 10mila cittadini residenti. Non solo: il nuovo collegamento va anche incontro alle esigenze di viaggio della popolazione ucraina, che sceglie sempre di più le località sciistiche europee per le proprie vacanze invernali. La compagnia aerea low-cost SkyUp Airlines, che ha come mission rendere i viaggi confortevoli e convenienti per gli ucraini, nonché di aprire l'Ucraina al mondo, estende con la nuova rotta TorinoKiev il proprio network di destinazioni in Italia: il nuovo volo si aggiunge infatti ai collegamenti con l’Ucraina che già opera dagli aeroporti di Napoli, Catania e Rimini.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ago 2019

Ryanair lancia la nuova rotta Torino-Bristol

di Mobilita Torino

Ryanair ha annunciato la nuova rotta che, a partire da dicembre 2019, collegherà Torino all’aeroporto di Bristol (nel Regno Unito) con un servizio settimanale. Questa connessione rientra nell’ambito della programmazione invernale 2019 da Torino. La nuova rotta permette ai viaggiatori italiani di concerdersi un city break a Bristol quest’inverno e promuove Torino come destinazione ideale per gli sport invernali per i visitatori provenienti dal Regno Unito. I passeggeri in partenza dall’Italia possono quindi prenotare un volo per Bristol fino a marzo 2020, usufruendo di tariffe ancora più basse e dei miglioramenti del servizio clienti di Ryanair nel 2019, tra cui: Tariffe più basse – trova una tariffa più economica entro 3 ore, riceverai la differenza più 5 Euro di credito su MyRyanair Puntualità – assicuriamo il 90% della puntualità (escluse cause ATC) o il 5% di sconto sulle tariffe aeree del mese successivo Carta per l’Assistenza Clienti – richieste per i reclami EU261 elaborate in 10 giorni, nuovo supporto 24/7, connessione in 2 minuti Miglioramenti nell’assistenza – modifiche gratuite alle prenotazioni nelle 48 ore successive Progressi Ambientali – programma di compensazione di emissioni del carbonio, partnership ambientali ed eliminazione della plastica in 5 anni Nuova “Ryanair Choice” – 199 Euro di quota annuale per posti gratuiti, fast-track e imbarco prioritario per i clienti abituali Progressi Digitali – nuova modalità “Trova Tariffe”, biglietti per eventi sportivi, guide turistiche su misura e fruizione mobile più rapida Chiara Ravara Head of Sales and Marketing Ryanair ha dichiarato: “Ryanair è lieta di annunciare la nuova rotta che, a partire da dicembre, collegherà Torino con l’aeroporto di Bristol, nel Regno Unito, e che opererà con una frequenza settimanale, nell’ambito dell’operativo invernale 2019 da Torino. I viaggiatori in partenza da Torino possono ora prenotare un volo per Bristol fino a marzo 2020. Inoltre, il nostro investimento in questa nuova rotta contribuirà a posizionare Torino come meta perfetta per un city break per i viaggiatori in partenza dal Regno Unito – oltre a promuovere la regione Piemonte come destinazione sciistica ideale, con centinaia di km di piste. Non vediamo l’ora di incrementare il traffico su Torino, oltre al numero di rotte e posti di lavoro nei prossimi anni. Andrea Andorno, Amministratore Delegato di Torino Airport, ha dichiarato: “Il traffico sciistico è strategico per l’Aeroporto di Torino, vero gateway italiano per questo tipo di domanda, che permette l’arricchimento del portafoglio di destinazioni di cui beneficiano anche i Torinesi. Con il nuovo volo per Bristol, Ryanair si conferma un partner importante di Torino Airport, per sviluppare tutti i tipi di traffico, sia incoming, sia outgoing”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ago 2019

In treno a vapore da Torino a Calamandrana

di Mobilita Torino

Domenica 4 agosto nuovo appuntamento estivo con i treni storici della Fondazione FS in Piemonte: Un viaggio in treno a vapore da Torino ad Asti e Calamandrana. Partenza da Torino alle 8:40 e fermate intermedie a Torino Lingotto (8:48), Asti (9:55), Nizza Monferrato (10:29) e arrivo a Calamandrana alle 10:38 Il programma prevede la visita della storica fiera del bestiame, giunta alla 60esima edizione, e delle cantine Cavallotti, tra le più antiche del centro storico di Calamandrana Alta e famosa per la fiorente attività vitivinicola. I passeggeri del treno storico potranno assistere anche ad un concerto di benvenuto della scuola di musica Zoltan Kodaly. Durante il viaggio sono previsti momenti di intrattenimento a cura degli attori del "Teatro degli Acerbi". Per maggiori informazioni si può contattare la Pro loco di Calamandrana al numero 348.664125 I biglietti sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com. Sarà possibile acquistarli anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Informazioni dettagliate consultando la sezione “viaggi ed eventi” del sito web fondazionefs.it o le fanpage ufficiali della Fondazione FS su Facebook e Instagram.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 lug 2019

Wizz Air annuncia una nuova rotta per Chisinau dall’aeroporto di Torino

di Mobilita Torino

 Wizz Air annuncia oggi l’espansione del proprio network da Torino con una nuova rotta per Chisinau, in Moldova. La nuova rotta rappresenta il quarto collegamento low fare di Wizz Air da Torino, che si aggiunge ai voli per Varsavia, Bucarest e alla new entry Torino-Cracovia, attiva dal 3 agosto. Il volo Torino-Chisinau verrà operato a partire dal 21 dicembre con frequenza bisettimanale (martedì e sabato) con uno dei nuovi aeromobili Airbus A320 da 180 posti. I biglietti sono in vendita da oggi sul sito internet wizzair.com e sulla app gratuita del vettore con tariffe a partire da 24,99 euro (sola andata, incluse tasse e oneri). Come anticipato nei mesi scorsi, la compagnia aerea Wizz Air continua ad ampliare la propria presenza sullo scalo di Torino, il cui network conta oggi quattro destinazioni: il volo per Bucarest, la cui frequenza è stata aumentata a trisettimanale da fine maggio; il nuovo collegamento annuale con Cracovia, operato ogni martedì e sabato; il volo invernale per Varsavia da gennaio a marzo 2020 e da oggi anche il nuovo volo Torino-Chisinau. Il collegamento con Chisinau servirà la comunità della Moldova, che in Piemonte conta circa 9mila residenti, oltre al traffico business e leisure.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 lug 2019

Questa sera nuove illuminazioni per i Ponti Umberto I°, Isabella e Balbis

di Mobilita Torino

Stasera alle ore 22.30 verranno inaugurate le nuove illuminazioni delle arcate dei ponti Umberto I° (corso Vittorio Emanuele II°), Isabella (corso Dante) e Balbis (corso Bramante) alla presenza della Sindaca Chiara Appendino, del Presidente del Gruppo Iren Renato Boero, dell’Amministratore Delegato di Iren Energia Giuseppe Bergesio e dell’Assessore all’ambiente Alberto Unia. Alle 22.30 la Sindaca Appendino, il Presidente del Gruppo Iren Boero, l’AD di Iren Energia Bergesio e l’Assessore Unia dal ponte Umberto I°, in prossimità dell’Arco del Valentino, attiveranno l’accensione sequenziale dei ponti.L’azzurro sarà il colore del ponte Umberto I°, il verde acqua per il ponte Isabella e il bianco per il ponte Balbis. Oltre alle arcate saranno illuminate anche le sponde prospicienti con tonalità bianca, come richiesto dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio.Su ciascun ponte, a cura della Pro Loco Torino, suonerà un gruppo musicale che allieterà la serata, dalle ore 22.00 alle 23.00.Queste nuove installazioni luminose rientrano nel progetto iniziato a Natale con il ponte Vittorio Emanuele I° (piazza Vittorio Veneto) che prevedeva a conclusione l’illuminazione architettonica dei quattro ponti storici. In quell'occasione il ponte Vittorio Emanuele I°, la Mole Antonelliana e la sommità del Monte dei Cappuccini erano state illuminate di blu.L’illuminazione architettonica dei quattro ponti storici di Torino è stata realizzata grazie al posizionamento di circa 200 apparecchi di illuminazione, tutti a tecnologia LED, installati in gran parte da un team di alpinisti specializzati in questa attività. Il sistema di controllo permette la gestione da remoto di tutti i colori delle arcate dei ponti, con la possibilità di variare a piacimento e in tempo reale colore e intensità di illuminazione.mc

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 mag 2019

Da Torino a Roma con la riqualificazione di Piazza Arbarello

di Mobilita Torino

La  riqualificazione di piazza Arbarello e la valorizzazione del viale di corso Siccardi è tra i progetti selezionati per la Biennale dello Spazio Pubblico in programma a Roma da oggi, 30 maggio, al 1° giugno e sarà esposto all’Università Roma Tre nell’ex mattatoio del Testaccio, dove ha sede la facoltà di Architettura capitolina. La manifestazione – che si propone di dar voce a chi opera concretamente per  migliorare la qualità , rinnovare e approfondire i temi connessi agli spazi urbani intesi come beni comuni – ha come filo conduttore in questa edizione la mobilità sostenibile, il verde e l’arte pubblica approfonditi in seminari, workshop e altre iniziative aperti a tutti. “Migliorare la vivibilità, l’accessibilità e la qualità dello spazio pubblico nel centro della città è l‘obiettivo dell’intervento in programma in piazza Arbarello e corso Siccardi che vede lavorare insieme Città di Torino, Compagnia di San Paolo e Reale Foundation”,  sottolinea l’assessora Maria Lapietra. Le due prestigiose fondazioni finanziarie – che nella zona hanno operato importanti investimenti immobiliari realizzando, nell’edificio che ospitava la facoltà di Economia e Commercio, la nuova sede del Real Collegio Carlo Alberto e, dove c’era l’ex palazzina Iren, quella del gruppo assicurativo –   garantiscono la completa copertura finanziaria dell’intervento che sarà condotto interamente in porto entro il 2021. Nella piazza, liberata dalla sosta delle auto nella sua parte centrale e leggermente rialzata, sotto 8 nuovi alberi troverà posto un’area pedonale attrezzata con panchine, un adeguato arredo urbano e una nuova illuminazione. In questo modo la passeggiata e la percorrenza ciclabile nel viale alberato, che parte da corso Matteotti, potrà proseguire oltre via Barbaroux, dove in prosecuzione del doppio filare  troveranno dimora 6 nuove piante. Piazza Arbarello sarà collegata alla Piazza Alta (ex giardini della Cittadella) per la quale è in corso una progettazione partecipata con i cittadini per individuare le attrezzature e gli arredi più graditi da chi la frequenterà. L’obiettivo è stimolare e accrescere il senso di appartenenza della comunità locale nei confronti del territorio allo scopo di porre le basi di un patto di collaborazione tra cittadinanza e la Pubblica amministrazione per la cura partecipata dei beni comuni urbani e delle aree di verde pubblico del territorio comunale.

Leggi tutto    Commenti 0