Articolo
24 apr 2017

Novità per corso Venezia: apertura entro l’estate!

di Alessandro Graziano

La rimodulazione della ex sede del passante ferroviario in corso Venezia, tra piazza Baldissera e via Breglio, potrebbe essere completata per l'estate 2017, quindi entro pochi mesi. I tecnici della Città lo hanno riferito ai consiglieri della commissione urbanistica, presieduta da Damiano Carretto, che si sono recati in questi giorni in sopralluogo al cantiere, nei pressi di piazza Baldissera. Nel progetto inoltre nuovi percorsi ciclabili, alberature, disposizione di nuovi parcheggi e collocazione di future fermate di autobus. Dagli uffici tecnici è anche stato annunciato il ripristino del collegamento tranviario tra via Cecchi e via Stradella della linea 10, con la realizzazione di una sede di binari sulla rotonda di piazza Baldissera. Soluzione, questa, che prevede un attraversamento rapido dei convogli, grazie ad un impianto semaforico che garantisce sempre via libera ai tram. Quindi in brevi tempi potremmo rivedere l'intera linea tranviaria 10 senza l'attuale segmentazione con bus dalla stazione XVIII Dicembre al capolinea nord. Vi terremo aggiornati!     foto e novità dalla pagina facebook di CittAgorà - Periodico del Consiglio comunale di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 apr 2017

Ecco il nuovo parcheggio a raso di Corso Galileo Ferraris

di Alessandro Graziano

Inaugurato oggi il nuovo parcheggio a raso lungo corso Galileo Ferraris all'altezza della via Meucci. Il parcheggio suddiviso in 100 posti auto sarà a pagamento, quindi zona blu, e i tagliandi non saranno quelli di GTT ma dell'azienda che sta costruendo il limitrofo parcheggio sotterraneo poco più in là, ovvero la società “parcheggio Galileo Ferraris". È prevista per il prossimo autunno, invece, l’inaugurazione del parcheggio sotterraneo del quale prosegue la costruzione insieme ai lavori per la sistemazione dell’area al di sopra dello stesso. Sono in corso di realizzazione le rampe di accesso al parcheggio interrato e la sistemazione del passaggio pedonale in corrispondenza di corso Matteotti, mentre è stata quasi completata la pista ciclabile.. La sistemazione a parcheggio fa parte della riqualificazione del corso, già terminata sul lato via Cernaia e che trasformerà questa parte del Corso sino l'incrocio su corso Matteotti in un boulevard pedonale. Dalle foto si può notare anche il lato della nuova area pedonale lungo corso Matteotti da cui vi saranno le rampe di accesso al parcheggio Ferraris, le torrette degli ascensori e le nuove aree pedonali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 apr 2017

Inaugura domani il parcheggio Galileo Ferraris

di Alberto Garbin

Domani, giovedì 20 aprile, verrà aperto al pubblico il parcheggio di superficie denominato “Cernaia”, nella carreggiata centrale di corso Galileo Ferraris tra le vie Meucci e Bertolotti. I posti a disposizione saranno circa un centinaio e sarà prevista una tariffa di 2 euro e 50 centesimi l’ora, dal lunedì al sabato (festivi esclusi) dalle 8 alle 19,30. La gestione dell’area di sosta è della società “parcheggio Galileo Ferraris”: non sono pertanto validi gli abbonamenti Gtt per la sosta a pagamento né i permessi residenti. È prevista per il prossimo autunno, invece, l’inaugurazione del parcheggio sotterraneo del quale prosegue la costruzione insieme ai lavori per la sistemazione dell’area al di sopra dello stesso. Sono in corso di realizzazione le rampe di accesso al parcheggio interrato e la sistemazione del passaggio pedonale in corrispondenza di corso Matteotti, mentre è stata quasi completata la pista ciclabile. Nel frattempo sarà avviato il cantiere per la riqualificazione di via Meucci. L’intervento consiste nella realizzazione di un percorso pedonale alberato nella parte centrale della strada - analogo a quello esistente in via Bertolotti - e con le stesse caratteristiche tipologiche (materiali, illuminazione pubblica, ecc.) di corso Galileo Ferraris. Il progetto prevede la piantumazione di una decina di alberi e la realizzazione di aiuole verdi e piazzette di sosta. FONTE: comunicato stampa Città di Torino

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 apr 2017

Corso Matteotti: si lavora al prolungamento!

di Alessandro Graziano

Dopo la pausa pasquale ecco qualche scatto del cantiere di Porta Susa. In particolare le foto riguardano l'accesso sud lato corso Matteotti, dove il gruppo Ferrovie dello Stato sta realizzando il secondo accesso alla stazione e la continuazione del corso in modo di connetterlo con via Cavalli, in modo da creare un asse viario continuo di accesso al centro storico. Il cantiere è stato dato in appalto alla stessa ditta che realizzò il viale lungo corso Inghilterra, la Beta Persei e Bresciani. La larghezza della carreggiata varierà dai 14,5 ai 25 metri. Attualmente sono presenti degli escavatori che stanno scavando sotto il livello della strada, ipoteticamnte per creare la nuova rampa di accesso alla stazione ferroviaria. Il cantiere che nelle previsioni doveva essere smantellato entro giugno, sembra però piuttosto indietro e a rilento. Speriamo presto di darvi news positive a riguardo! Stay tuned!        

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2017

VIDEO e FOTO | Trasportata in Piazza Bengasi la Talpa Masha: da maggio direzione Lingotto

di Alberto Garbin

Da pochi giorni la talpa "Masha", il macchinario utilizzato per scavare la galleria del prolungamento della linea 1 della metro, è stato trasportato dal Pozzo Terminale a Piazza Bengasi, dove la linea 1 avrà il capolinea. In questo momento si trova all’interno del cantiere base di piazza Bengasi e nelle prossime settimane verrà calata ed assemblata all’interno della stazione per ripartire a scavare il prolungamento sotto via Nizza fino al Lingotto. Previsto per il mese di maggio l’inizio dello scavo vero e proprio verso Lingotto. Fonte: INFRATO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mar 2017

“Io Guido” chiude dopo 15 anni di attività.

di Alberto Garbin

Sia GTT che il Comune di Torino si sono affrettati, nel momento in cui la società è stata messa in liquidazione, il 17 gennaio, a ribadire che il servizio di noleggio auto di Car City Club non si sarebbe interrotto, nonostante la pesante mole di perdite. Così purtroppo non è stato. L’intenzione del Comune era la volontà di trovare un socio che subentrasse a Gtt nella gestione di "Io Guido", servizio nato nel lontano 2002. Torino infatti è stata tra i pionieri del car sharing in Italia. Dopo 15 anni, e con l’arrivo di numerosi altri competitor come Car to Go, Enjoy e Blue Car, il car sharing di matrice pubblica non regge più la concorrenza. La società attualmente può contare su più di 70 stazioni in città e 125 mezzi. Inoltre è è presente in più di 20 Comuni dell’hinterland, fino a Ivrea, e all’aeroporto di Caselle. Già a luglio si voleva optare per la liquidazione, poi la giunta Appendino ha voluto rinviare di sei mesi. A febbraio la decisione, sperando di trovare un nuovo socio. Ieri, con un comunicato diretto agli abbonati, si è scritta la parola "fine". Ecco il comunicato:   "i gentili abbonati che, a seguito delle rilevanti perdite operative, l’assemblea dei soci ha deliberato lo scioglimento e la messa in liquidazione della Car City Club. La procedura liquidatoria prevede lo svolgimento in via provvisoria dell’attività di car sharing fino al 31 marzo. Dal prossimo mese di aprile, infatti, nostro malgrado saremo costretti ad interrompere il servizio di auto in condivisione.  A tutti voi un sincero ringraziamento per la fiducia che ci avete riconosciuto in questi anni".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mar 2017

Le rotte internazionali con la migliore performance nel 2016.

di Alberto Garbin

Il traffico internazionale a Caselle nel 2016 ha sfiorato i 2 milioni di passeggeri, in crescita del 8,3% rispetto al 2015.  La Torino-Francoforte si conferma la prima rotta per Caselle, anche se scende sotto i 200 mila passeggeri con un calo di quasi 10 punti percentuali rispetto al 2015. Da un mese circa, sulla Torino-Francoforte hanno ripreso ad essere utilizzati gli Airbus 319 su almeno un paio di rotazioni giornaliere, speriamo che sia un buon segnale per una ripresa nel 2017. Bercellona rimane in seconda posizione nonostante sia in calo, a seguire Parigi. Sommando però i dati relativi a Gatwick, Stansted e Luton emerge che Londra è la principale destinazione estera di Caselle con oltre 300 mila passeggeri. Da segnalare anche Madrid, che ha messo a segno un grande risultato con una crescita del 54%, e con rammarico segnaliamo anche Amsterdam, destinazione cresciuta del 10% nel 2016, ma probabilmente condannata ad un brusco calo nel 2017 a seguito della chiusura del volo stagionale di Transavia. Per la prima volta le destinazioni rumene superano i 50 mila passeggeri da Torino, sia Bucarest che Bacau. Discorso diverso per Istambul, che nel 2016 è scesa sotto la soglia dei 50 mila passeggeri e non compare più in graduatoria ( 60.000 passeggeri nel 2016), volo sceso da daily a trisettimanale, in attesa che torni la stabilità politica nel paese.

Leggi tutto    Commenti 0