Articolo
15 ago 2017

Buon ferragosto!

di Alessandro Graziano

Lo staff di mobilitatorino vi augura buon ferragosto   Le attività di aggiornamento e condivisione di link e articoli riprenderanno con costanza da lunedì 28 Agosto. Vi terremo comunque aggiornati e aggiornate su novità e cantieri estivi a Torino e dintorni prima di quella data. Scriveteci tramite i nostri social o app: Condividete con Mobilita Torino foto o video di ciò che amate di più della vostra città. I nostri canali: Sito internet: torino.mobilita.org... Fanpage: https://www.facebook.com/Torino.Mobilita/ Gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/ Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ago 2017

Continuano i lavori alla rete elettrica di piazza Arbarello

di Alessandro Graziano

Continuano i lavori di adeguamento e ampliamento della sottostazione elettrica Arbarello Lo scorso novembre 2016 sono stati avviati in piazza Arbarello i lavori finalizzati alla realizzazione di una nuova stazione elettrica al posto di quella attuale (Cabina di conversione Cittadella) per potenziare la disponibilità di energia elettrica da erogare in rete. La nuova cabina primaria di trasformazione e distribuzione dell’energia elettrica da alta a media tensione sarà denominata “Arbarello”. Questi lavori sono intrapresi nell’ambito di un più ampio piano di rinnovo delle Reti di Distribuzione in media tensione e sono finalizzati a migliorare la qualità del servizio e la continuità della fornitura dell’energia elettrica nell’area centro/sud della città. Infatti, negli ultimi anni sono mutati gli scenari economici e le abitudini di consumo; questo ha determinato nuove tipologie di richiesta di potenza, soprattutto nell’area centrale della Città. L’obiettivo specifico per questa operazione è non solo quello di  aumentare disponibilità di potenza elettrica nel centro cittadino, ma anche l’affidabilità della fornitura di energia, nonché di garantire disponibilità per eventuali nuovi sviluppi di opere in Città che richiedono una grande quantità di energia. L’area interessata dal cantiere è inclusa nell’isolato confinante con  il parcheggio interrato Arbarello (a est), corso Siccardi (a sud), via Bertola (a ovest) e via Fabro (a nord). I lavori che dureranno circa tre anni, saranno condotti da Ireti, proprietaria della attuale cabina. Durante i lavori non ci saranno modifiche alla viabilità e sarà ovviamente garantita l’erogazione dell’energia elettrica per le utenze del Centro città. Al termine dei lavori, la piazza verrà restituita alla cittadinanza riqualificata con spazi adibiti a verde pubblico, mentre il parcheggio GTT sarà oggetto di  smantellamento.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 ago 2017

Porta Palazzo: la raccolta che fa la differenziata!

di Alessandro Graziano

Porta Palazzo sappiamo tutti che è il mercato all'aperto più grande d'Europa, ma adesso sappiamo pure che fa la raccolta differenziata con grandi successi Un record dietro l’altro per gli Ecomori e le Sentinelle dei Rifiuti, associazioni impegnate nel progetto PoPP al mercato di Porta Palazzo. Non solo i dati relativi alla raccolta della frazione organica sono in crescita  ma lo sono in modo impressionante a luglio anche quelli del recupero cibo. Importante è stata la sinergia tra tutti i soggetti coinvolti, che vede come promotori il Comune di Torino e l'Assessorato all’Ambiente, Novamont, Eco dalle Città e Amiat Gruppo Iren, affiancati dalla Polizia Municipale, Comitato Progetto Porta Palazzo - The Gate e l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, insieme per fare del Mercato di Piazza della Repubblica a Torino un esempio virtuoso di sostenibilità e integrazione. Da novembre a cambiare  il passo nella gestione dei rifiuti è stata l’introduzione del “sistema Novamont” per la raccolta dei rifiuti organici nell’area ortofrutta del mercato all’aperto più grande d’Europa. Un sistema semplice ma molto efficacie che prevede l’uso di sacchi compostabili ancorati ad un trespolo per la raccolta degli scarti alimentari. A otto mesi dall’avvio del progetto PoPP i risultati cominciano ad essere tangibili. Nel solo mese di giugno 2017 la raccolta dei rifiuti organici è cresciuta del 120%, passando dalle quasi 45 tonnellate di giugno 2016 alle 100 del 2017. Anche nel mese di luglio 2017 i dati elaborati da Amiat Gruppo Iren confermano la stessa tendenza registrando un incremento maggiore del 110%. Nonostante il 2016 sia stato un anno in cui a Porta Palazzo è stato raccolto il 37% di rifiuti organici in meno rispetto al 2015, con l’avvio “PoPP” l’incremento è consolidato anche rispetto al 2015: 90% in più. Dati che hanno spinto la raccolta differenziata al 65%  (organico)  in tutto il mercato nel solo mese di luglio. Inoltre contro gli sprechi di cibo si è passati grazie al lavoro del gruppo degli Ecomori, costituito da volontari richiedenti asilo, dai 200 kg di media giornaliera di fine marzo di frutta e verdura ancora edibile ai 370 kg giornalieri di luglio! Cibo poi redistribuito ai cittadini a basso reddito o alle mense pubbliche. Una bella sfida per il nostro grande Mercato!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 lug 2017

Abbiamo provato Or.To e ci è piaciuto!

di Alessandro Graziano

Or.To è l'orto urbano condiviso di Eataly, orto urbano del quartiere torinese Nizza Millefonti, un luogo di socialità aperto a tutta la comunità, con il Patrocinio della città di Torino e della Circoscrizione 8. Il progetto conclusosi a luglio consta di 60 cassoni di legno, ottenuti da materiali di riciclo, costituiscono la base di OR-TO. Il terriccio usato è l’OrtoXmille dell'azienda triestina Harpo, pensato specificamente per gli orti urbani, naturale ed ecologico. Le sementi sono quelle biologiche e biodinamiche dell'azienda sementiera Arcoiris, mentre i piantini sono quelli dei Vivai Gariglio di Moncalieri (TO). L'orto è micorizzato grazie ai prodotti naturali Micosat della C.C.S. Aosta S.r.l., fondamentali per ottenere piante sane e nutrienti. Lo spazio si estende per oltre 400 mq, con i suoi ortaggi ed erbe aromatiche, curati per tutto il tempo dalla semina sino al raccolto, dalle scuole e dalle associazioni del quartiere, che poi, al termine dell’iniziativa, riceveranno in dono i cassoni, tenendo così in vita il progetto e creando un orto “diffuso” in tutta Nizza Millefonti. OR-TO sarà infatti anche luogo di incontro e scambio inter-culturale e inter-generazionale tra le persone, grazie alla collaborazione con la Condotta Slow Food Torino Città. La nostra redazione ha fatto un giro a fine progetto per documentare con delle foto il lavoro svolto in questi 4 mesi. L'orto oltre ad essere bello e un luogo di socializzazione con panchine e giochi, un orto metropolitano, dove tempo libero e città si incontrano. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2017

C’era una volta la filovia Torino-Rivoli

di Alessandro Graziano

La filovia attiva dal 1955 al1979 collegava il centro di Torino a Rivoli passando per l'asse di corso Francia  Nel 1950 il consorzio che gestiva la tranvia Torino-Rivoli decise, a causa dell'obsolescenza della stessa, di sostituirla con una più comoda e moderna filovia, che permettesse frequenze maggiori e decongestionasse il traffico su Corso Francia. Il progetto fu approvato dalla Giunta comunale di Torino nel giugno 1952. La nuova linea venne attivata il 13 novembre 1955, e rispetto al vecchio impianto era più estesa, comprendendo anche due brevi diramazioni per Collegno e per Grugliasco, aperte nel 1956. Anche il servizio risultò molto migliorato nei tempi di percorrenza e nelle frequenze: il tragitto da Torino a Rivoli era percorso in 20 minuti, contro i 35 del tram, ed erano possibili fino a 140 corse al giorno (una ogni quattro minuti). La linea rimase in esercizio fino al 1979 dal Consorzio Torino Rivoli Esercizi Autofiloviari (CTREA): in tale anno passò all'ATM che a novembre soppresse l'esercizio sostituendolo con autobus, progettando nell'anno 1980 la sostituzione con una linea tranviaria mai attuata. La parte urbana del tracciato è oggi servita dalla metropolitana Val di Torino, attivata nel 2006 e gestita da GTT che ricopre i l tracciato fino la stazione Fermi di Collegno. Negli anni quindi si è passati dal tram, al filobus, al bus alla metro, in uno degli assi principali di Torino! Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 lug 2017

Linea 10: per tutta l’estate gestita con bus

di Alessandro Graziano

Da ieri 17 Luglio al 2 settembre 2017 la linea tranviaria 10 verrà gestita con bus invece che con tram. Ciò per lavori di manutenzione sulla rete tranviaria. Ogni anno da fine luglio e fine agosto la linea 10 è una di quelle che viene sostituita da bus vista la minore affluenza di utenti. Ricordiamo che il 10 è già bus dal Rondò della Forca fino al capolinea Nord. In un prossimo futuro sarebbe auspicabile una riconnessione con un'unica linea tranviaria per tutto il percorso del 10 senza avere più la navetta 10 per via Massari e quindi scomodi trasbordi di utenti da un mezzo all'altro con elevati tempi di percorrenza. L'idea sarebbe di trasformare la linea 10 come la linea 4, veloce, pratica e frequente! Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 lug 2017

Cantieri per manutenzione tra Rondò della Forca e via Cigna

di Alessandro Graziano

In questi giorni continua il rifacimento del manto stradale nel quartiere Valdocco. Continuano i lavori di manutenzione stradale dell'asse di via Cigna da corso Novara al Rondò della Forca. In particolare i lavori adesso coinvolgono le corsie del Rondò in direzione via Cigna e il tratto di via Cigna fino l'incrocio con via Sassari. Si tratta di lavori di rifacimento del manto bituminoso, per cui si sta procedendo per tratti alla scarifica del manto stradale e poi alla successiva posa dello strato di asfalto. Probabili saranno i rallentamenti al traffico veicolare e dei bus che numerosi percorrono questo tratto di strada. La strada, grande asse trafficato, è stata presa da noi della redazione per un recente articolo come caso di mancata manutenzione, viste le numerose buche, avvallamenti e dissesti del manto. Da maggio in poi in questa zona il comune ha avviato degli interventi mirati per risistemare al meglio la percorribilità della via Cigna. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Torino i nostri canali:  Sito internet: http://torino.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaTO/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1884182511904360/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaTO

Leggi tutto    Commenti 0