Articolo
14 feb 2018

Gobee bike dice addio a Torino?

di Alessandro Graziano

Dopo gli abbandoni in alcune città francesi Gobee Bike, il colosso di Hong Kong  ha lasciato anche Torino, la città italiana scelta per sondare il mercato nel nostro Paese. Ufficialmente non sono state date ragioni di questo abbandono, dall'azienda promettono che presto sarà diramato un comunicato ufficiale, ma intanto la maggior parte delle bici è già stata ritirata e ne restano solo una trentina a disposizione. In Francia, la roccaforte europea di Go.bee, sta accadendo lo stesso con Lille e Reims che sono rimaste senza servizio, e anche Bruxelles in Belgio le bici verdi sono sparite, ma dovrebbe accadere lo stesso nelle altre città, da Parigi a Lione dove formalmente è ancora attivo. Le ragioni del forfait sarebbero legate ai problemi tecnici del pannello solare installato sui mezzi per alimentare il servizio di sblocco della ruota e ai troppi episodi di vandalismo. Secondo quanto riportato da Le Figaro, ad esempio a Reims 380 biciclette delle 400 messe a disposizione in città non erano più utilizzabili dopo due mesi di servizio. Ma il problema che rende difficile l'utilizzo in tutta Europa e favorisce però i furti, sarebbe proprio il piccolo pannello solare che non riuscirebbe ad accumulare abbastanza energia a causa della diversa esposizione ai raggi del sole che si ha nel Vecchio Continente rispetto all'Asia dove non si sono mai registrati inconvenienti. Si tratta del primo grande flop del bike sharing di modello asiatico in Europa. Un business su cui molti avanzano dubbi ma che oggi ha una aspettativa di ricavi da 5,8 miliardi di dollari da qui al 2020. Sono almeno 600 i servizi di questo tipo, sparsi in 50 Paesi dove ci sarebbero quasi un milione di bici. Quindi anche da Torino go.bee bike è destinata a sparire, facendo le valigie bici in spalla!  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 feb 2018

Iron Valley: il parco Industriale di Torino

di Alessandro Graziano

Nuovo progetto di riqualificazione per il Parco Dora con un allestimento a parco culturale Nell’ambito del programma “AxTo” , programma diretto a riqualificare le periferie torinesi,  la Città di Torino ha indetto un concorso di idee, aperto a gruppi di progettazione, finalizzato ad acquisire una proposta per l’allestimento del Parco Culturale della Torino Industriale denominato Iron Valley,nell’area urbana a verde di Parco Dora. Con il concorso si intendono acquisire quindi idee progettuali per un innovativo museo a cielo aperto che attraverso allestimenti materiali e immateriali possa valorizzare le risorse storico-culturali, architettoniche e paesaggistiche passate e presenti del Parco. Il percorso museale pubblico, valorizzando le emergenze architettoniche post-industriali, dovrà mettere in luce l’identità del luogo, narrarne la sua storia, le sue memorie e il suo presente ripresentando ai fruitori in maniera dinamica e interattiva la realtà lontana e recente di uno dei contesti industriali più significativi della Città di Torino e dovrà, al contempo, stimolare le riflessione sui temi della salvaguardia dell’ambiente evidenziando i grandi passi avanti fatti ad oggi in merito al suo recupero e alla sua tutela. Il parco, uno dei più grandi di Torino, sarà quindi ancor più tematizzato e caratterizzato mettendo in valore la sua storia e i suoi ampi spazi. Una cerniera tra natura ritrovata e edifici industriali!  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 feb 2018

GTT: presto sulla nuova App il biglietto elettronico!

di Alessandro Graziano

La sperimentazione proseguirà nelle prossime settimane con l’obiettivo di rendere attiva la nuova applicazione entro l’estate Debutta la nuova app Gtt per il pagamento del biglietto sui mezzi pubblici tramite smartphone. Acquistare un titolo di viaggio con la nuova app sarà più semplice e veloce. Una volta scaricata e aperta l’app, compare la schermata con i titoli di viaggio disponibili. Una volta effettuata la scelta e il pagamento con carta di credito, il biglietto arriverà sullo smartphone con due semplici click. Quando si sale su un mezzo pubblico, è sufficiente aprire l’app ed avvicinare lo smartphone al validatore per attivare  il biglietto. Il pagamento del biglietto con modalità elettronica è un grande passo verso il superamento del titolo di viaggio in formato cartaceo e per la modernizzazione dei servizi offerti ai clienti. Infatti con l’introduzione e la diffusione della tesera BIP, tutti gli abbonamenti sono infatti acquistabili solo con smart card. E’ inoltre già in funzione da tempo la possibilità di pagare la sosta nelle strisce blu con l’app!   “    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 gen 2018

Porta Susa: ecco il cantiere dell’ingresso Sud

di Alessandro Graziano

Seppur con un anno di ritardo, il cantiere dell'ingresso Sud di Porta Susa avanza Sono di questa domenica le foto allegate nell'articolo che documentano la costruzione dei marciapiedi e del ponte di collegamento tra via Cavalli e corso Matteotti. Da questo ingresso della stazione sarà previsto uno scivolo pedonale, su modello di quello su piazza XVIII Dicembre e quindi verrà abbattuto l'antico muro in mattoni rossi che attualmente delimita parzialmente l'area. Inoltre sembra verrà creata una nuova rotonda su corso Matteotti per permettere la fluidificazione del traffico e più direzioni viarie.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 gen 2018

La Rinascente: prossimo restyling in via Lagrange

di Alessandro Graziano

Rinascente investe 61 milioni di euro per ristrutturare lo storico store  in via Lagrange, dove sono previste circa 50 nuove assunzioni. I lavori - ha spiegato l'amministratore delegato Pierluigi Cocchini, in un incontro in Comune - inizieranno entro questo mese con il piano -1 e coinvolgeranno progressivamente tutti gli altri piani, per terminare completamente a settembre 2019. Lo store rimarrà sempre aperto e ogni due o tre mesi verrà presentato un nuovo reparto. L'operazione porterà a un notevole aumento degli spazi: dagli attuali tre piani e 4.300 metri quadri si passerà a sei piani e 7.500 metri quadri. Saranno investiti 33,5 milioni per l'acquisto dell'immobile e 19,1 milioni di ristrutturazione, di cui 1 milione al Comune di Torino per oneri relativi alla monetizzazione dei parcheggi, alle compensazioni ambientali e oneri di urbanizzazione. A questi si aggiungono i circa 8 milioni di euro che i brand partner impiegheranno per i loro spazi all'interno dello store. Tra le novità, al piano terra verrà creato un ristorante di qualità, mentre il reparto profumeria raddoppierà. Al piano interrato sono in arrivo un altro punto ristoro e probabilmente una palestra (si parla della catena McFit).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 gen 2018

Attenzione: disagi al traffico per voragine in corso Regina!

di Alessandro Graziano

LINEE 3 - 16 circolare sinistra e  16 circolare destra, 52 DEVIATE nel  tratto Corso REGINA MARGHERITA- Forca Causa cedimento manto stradale e chiusura al transito di c. Regina Margherita / Consolata, dalle ore 04,30 la linea 3 entrambe direzioni - 16S - 16D e linea 52 dir. Scialoia sono deviate. In particolare risulta ancora  chiusa al traffico veicolare e ai bus e tram il tratto di corso Regina tra via della Consolata e Rondò della Forca nella sola corsia centrale del viale. Dai dati della rete Arpa Piemonte nelle ultime 30 ore sono già caduti 120-150 mm di pioggia sulle zone montane e pedemontane tra le Valli di Lanzio, il Canavese e la Valsesia (fino a 250 mm a Corio-Piano Audi), 50-80 mm dal Pinerolese alla Bassa Valle di Susa e sul Verbano, 20-40 mm sulla pianura torinese (26 a Torino). In montagna nelle vallate del Torinese 60-80 cm di neve fresca tra i 1500 e i 2000 metri, con punte fino a un metro oltre i 2500 metri. Mezzo metro di neve fresca sui 2000 metri anche nelle valli del Rosa, 20-40 cm in Ossola e sul Cuneese. Nelle località sciistiche: 30 cm a Bardonecchia (ma in paese ora piove, 70 cm in quota), 60-70 cm a Pragelato e Sestriere, punte fino a 80 cm sulle piste, 50-60 cm in quota tra Alagna e Macugnaga, 20-30 cm in quota a Limone PIemonte. Per ulteriori informazioni, visita www.gtt.to.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 dic 2017

Tram in piazza Baldissera: approvato il progetto definitivo

di Fabio Nicolosi

La Giunta Comunale ha approvato questa mattina il progetto definitivo redatto dalla società Infratrasporti.To per la realizzazione dell’impianto tranviario in piazza Baldissera. L’intervento, che consentirà di ripristinare il percorso originario della linea 10, tra le vie Settembrini e Massari, rientra nell’ambito della sistemazione superficiale del viale della Spina, nel tratto compreso tra piazza Baldissera e corso Grosseto. Il tratto del collegamento in progetto, tra i binari esistenti di via Cecchi e quelli di via Chiesa della Salute, avrà una lunghezza complessiva di circa 400 metri. Il ripristino della linea 10, che tornerà così a essere interamente servita da tram, sarà realizzato con una lieve variazione del tracciato rispetto al percorso preesistente per le modifiche di superficie derivanti ai lavori sul viale, ma senza variazioni sostanziali di sviluppo. “Una volta posati i binari, la linea 10 tornerà a essere un fondamentale asse della mobilità cittadina e un importante tassello per un sistema di trasporto pubblico efficiente ed ecosostenibile”, commenta l’assessora ai Trasporti e alla Viabilità Maria Lapietra. La spesa per l’esecuzione delle opere è di quasi 2 milioni e 900mila euro.

Leggi tutto    Commenti 0