Articolo
25 giu 2018

Porta Susa: un manto erboso nell’ingresso Nord

di Alessandro Graziano

Sistemata con prato all'inglese l'area antistante l'ingresso nord della stazione La stazione di Porta Susa continua a vedere novità e nuove sistemazioni. La scorsa settimana è stata sistemata a prato l'area antistante la stazione , nell'ingresso  XVIII Dicembre, conosciuto come ingresso Nord. Il prato piantumato è in realtà quello a rotolo che è stato poi steso come si fa nei campi da calcio. Nel fianco dell'area sono invece state sistemate piante rampicanti che sfruttano la pendenza del terreno per svilupparsi. L'area coem vedete dalle foto risulta molto gradevole e un buon biglietto da visita per chi arriva o parte da Porta Susa. Pochi sono invece i negozi e le attività commerciali all'interno della galleria vetrata che risulta essere un deserto da questo punto di vista, con molti spazi commerciali vuoti e sfitti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2018

Lavori sulla tranvia dal 25 Giugno al 10 Luglio in zona Bertola!

di Alessandro Graziano

Attenzione alle modifiche della linea tranviaria 4 in occasione di importanti lavori di manutenzione! Dal 25 giugno al 10 agosto 2018 saranno effettuati lavori ai binari in via Bertola e in via San Tommaso che comporteranno la deviazione delle linee 4, 7, 11, 15, 27, 55, 57, 58, 58b, 72, 72b, Star 2 e 92. Durante la prima fase (dal 25 giugno alla fine di luglio) saranno chiuse al traffico via Bertola (solo la corsia riservata ai mezzi pubblici) e via San Tommaso (tra via Bertola e via Santa Teresa). Nella seconda fase (dal 30 luglio al 10 agosto) saranno chiuse via San Tommaso (da via Bertola a via Santa Teresa) e via Santa Teresa all'intersezione con via San Tommaso. Sarà sempre garantito l’accesso ai passi carrai e alle attività di carico e scarico. Queste le deviazioni ai mezzi pubblici: Linea 4 (direzione strada del Drosso): da piazza della Repubblica deviata in corso Regina Margherita, viale I Maggio (Giardini Reali), piazza Castello, via Po, via Accademia Albertina, corso Vittorio Emanuele II, via Sacchi, percorso normale. Linea 7. Percorso provvisorio: piazza Carlina, via Accademia Albertina, via Rossini, corso Regina Margherita, viale I Maggio (Giardini Reali), piazza Castello, via Po, piazza Vittorio Veneto, via Bonafous, corso Cairoli, corso Vittorio Emanuele II, corso Re Umberto, corso Matteotti, via XX Settembre, corso Regina Margherita, viale I Maggio (Giardini Reali), piazza Castello, via Po, via Accademia Albertina, piazza Carlina (capolinea provvisorio). Linea 11 e 11 festiva (direzione corso Stati Uniti e via Allason): da via San Francesco d'Assisi angolo via Bertola deviate in via San Francesco d'Assisi, via Micca, piazza Solferino, corso Re Umberto, corso Matteotti, via Arsenale, percorso normale. Linea 15 (direzione via Brissogne): da via Micca angolo via San Tommaso deviata in via Micca, via Cernaia, corso Vinzaglio, corso Duca degli Abruzzi, corso Einaudi, percorso normale. Linee 27 e 27 festiva (direzione via XX Settembre) fino al 29 luglio: da via San Francesco d'Assisi angolo via Bertola deviate in via San Francesco d'Assisi, via Micca, piazza Solferino, via Santa Teresa, via XX Settembre, capolinea normale. Linea 55 (direzione Grugliasco): da via Micca angolo via San Tommaso deviata in via Micca, piazza Solferino, corso Re Umberto, corso Matteotti, percorso normale. Linea 57 (direzione corso Bolzano): da via San Francesco d'Assisi angolo via Bertola deviate in via San Francesco d'Assisi, via Micca, piazza Solferino, corso Re Umberto, corso Matteotti, percorso normale. Linee 58 e 58b. Direzione via Bertola: da via XX Settembre deviate in corso Matteotti (capolinea provvisorio). Direzioni via Allason e via Grosso: dal capolinea provvisorio di corso Matteotti a sinistra per via Arsenale, percorso normale. Linee 72 e 72b (direzione via Bertola) fino al 17 luglio: da via Cernaia deviate in via Santa Teresa, via XX Settembre, via Micca, via San Tommaso, via Bertola (capolinea normale). Linea Star 2 (direzione corso Cairoli): da via San Francesco d'Assisi angolo via Bertola deviata in via San Francesco d'Assisi, via Micca, piazza Solferino, via Santa Teresa, percorso normale. Linea 92 (direzione Fiat Mirafiori): da via San Francesco d'Assisi angolo via Bertola deviate in via San Francesco d'Assisi, via Micca, piazza Solferino, corso Re Umberto, corso Matteotti, via Arsenale, percorso normale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 giu 2018

Festa di San Giovanni 2018: tra droni e sfilate storiche!

di Alessandro Graziano

La città di Torino celebra questo weekend la Festa di San Giovanni , il santo patrono del capoluogo piemontese. Il programma della Festa di San Giovanni prevede anche quest’anno tantissimi eventi che si svolgeranno nelle giornate del 23 e 24 giugno: appuntamenti culturali, sportivi, musicali e vari spettacoli organizzati in diversi luoghi della città. Numerosi altri eventi si svolgeranno anche nelle giornate precedenti. I momenti clou delle celebrazioni sono invece rappresentati da alcuni tradizionali appuntamenti: il corteo storico in costumi d’epoca per le vie del centro città, il celebre farò (falò in piemontese) e, novità  di quest’anno, lo spettacolo con 200 droni luminosi  che sostituiscono per questa edizione i fuochi d’artificio. Si tratta di un evento innovativo, realizzato per la prima volta in Europa, a basso impatto acustico e ambientale. Di seguito il programma completo Festa di San Giovanni 2018:  SABATO 23 GIUGNO Murazzi del Po Ore 14.00 – 18.00 – “Cittadini e turisti: tutti in canoa” Uscite sul fiume. Lezioni di canoa e canottaggio A cura del Circolo Amici del Fiume   Via Montebello – zona pedonale Ore 17.00 – Inaugurazione Mostra Internazionale di Illustrazione That’s a Mole – V Edizione A cura dell’Associazione That’s a Mole   Piazza Statuto – Via Garibaldi – Piazza Castello Ore 17.00 – “Aspettando San Giovanni”. Sfilata inaugurale con la partecipazione di un Team della Rappresentativa Nazionale Majorettes F.I.G.M. accompagnato dal Corpo Musicale Torinese in occasione del “Bands and Majorettes Meeting” di Eurobanda – Festa Europea della Musica 2018 Aipfm Mibact A cura della Pro Loco Torino, della Federazione Italiana Gruppi Majorettes e dell’Arbaga (Associazione Regionale Piemontese Bande Musicali)   Piazza Carlo Alberto Ore 10.00 – 21.00 – “Mostra mercato – Extravaganza di San Giovanni (Vintage e Artigianato di eccellenza)” A cura dell’Associazione Effetto Vintage   Corteo storico: lungo le vie del centro Ore 18.30 – 22.00 – Sfilata in costumi d’epoca   Piazza Carignano Ore 17.30 – 19.00 – Concerto di canti popolari del vecchio Piemonte A cura del Coro la Gerla di Torino Ore 19.30 – 20.30 – Spettacolo teatrale “Soffro di realtà aumentata” A cura dell’Associazione Maigret & Magritte   Palazzo Civico Ore 20.00 – “Premio Tesi di Laurea su Torino” – Consegna al Sindaco della Città della tesi di laurea vincitrice A cura dell’ Associazione Premio Tesi di Laurea su Torino   Piazza Castello Ore 22.00 – Accensione Farò Ore 23.00 – 24.00 – Coro gospel “The White Gospel Group” A cura dell’Associazione The White Gospel Group   DOMENICA 24 GIUGNO   Duomo Ore 10.00 – Gianduja e Giacometta con i personaggi dello Storico Carnevale di Ivrea attendono le Autorità sul sagrato Ore 10.30 – Messa Solenne – Distribuzione dei pani della Carità con la partecipazione della Banda del Corpo di Polizia Municipale di Torino A cura della Famija Turineisa   Riva del Po all’angolo tra Viale Michelotti e via San Sebastiano Po Ore 9.30 – Raduno concorrenti per Salgari Wild Trail – Competizione eco-sportiva Outdoor sui rivi e i sentieri salgariani della collina torinese   Piazza Solferino Ore 10.00 – 19.00 – “Bands and Majorettes Meeting” – 31° Raduno Nazionale di Gruppi Majorettes tradizionali e Bande Musicali nell’ambito di Eurobanda – Festa Europea della Musica 2018 Aipfm Mibact, con esibizioni al mattino e alle ore 16.00 grande parata nelle vie centrali della Città A cura della Federazione Italiana Gruppi Majorettes, dell’Arbaga e della Pro Loco Torino con l’assistenza del Cisom – Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta   Piazza Castello Ore 10.00 – Arrivo moto raduno motociclisti A cura Sezione di Torino – Motoraduno VVF Italia Ore 10.00 – 13.00 – “Pompierinpiazza” – per i più piccini “Pompieropoli” diventare pompiere per un giorno.   Piazza Castello (fronte Teatro Regio) Ore 10.00 – 12.30 – “San Giovanni sul tram storico” – Corse gratuite ogni 30 minuti. A cura di Associazione Torinese Tram Storici   Fiume Po Ore 9.30 – 19.00 – Regata di canottaggio (Ponte Balbis – Circolo Amici del Fiume) Ore 19.00 – 21.30 – “Palio in canoa” (Ponte Umberto I – Circolo Amici del Fiume) Ore 22.00 – 22.45 – “Fiaccolata” (Castello del Valentino – Circolo Amici del Fiume) A cura del Circolo Amici del Fiume   Corso Moncalieri 18 Ore 10.00 – 21.00 – Torneo di beach volley “San Giovanni 2018” – con sedici squadre, miste, aperto a tutti. A cura del Circolo Amici del Fiume   Murazzi del Po Ore 14.00 – 18.00 – “Cittadini e turisti: tutti in canoa” Uscite sul fiume. Lezioni di canoa e canottaggio A cura del Circolo Amici del Fiume   Via Morgari 14 – Casa del Quartiere di San Salvario Ore 11.00 – 12.30 – “Il farò portatile” – Laboratorio di creazione di lanterne luminose nel cortile della Casa per bambini dai 6 ai 10 anni. A cura dell’Associazione Culturale Pentesilea   Mastio della Cittadella 0re 11.30 – 14.30 e 17.30 – Tre momenti recitativi del “1706 : San Giovanni di guerra” – Rievocazione storica A cura dell’Associazione Actives   Piazza Vittorio Veneto Ore 16.00 – Partenza sfilata auto storiche con Gianduja, Giacometta e le Giacomette, per le vie del centro cittadino A cura della Famija Turineisa in collaborazione con Automotoretrò e Registro Fiat Italiano   Piazza Carlo Felice – Via Roma – Piazza San Carlo Ore 18.30 Partenza sfilata della Fanfara dei Bersaglieri da Piazza Carlo Felice e arrivo ore 19.00 in Piazza San Carlo. A cura dell’Associazione Nazionale Bersaglieri Sezione A. Lamarmora di Torino   Corso Chieri, 60 – Salgari Campus Ore 18.00 – Salgari Day – Spettacolo teatrale itinerante “Sandokan, l’erba di San Giovanni e i segreti della foresta” A cura dell’Associazione Culturale Via Le Sedie   Piazza Carignano Ore 18.00 – 18.20 – Esibizione gruppo folkloristico peruviano A cura dell’Associazione Franto’s Onlus Ore 19.00 – 20.00 – “TORINO inCanta” – Concerto di canti popolari A cura dell’Associazione Coro Alpette di Torino Ore 20.15 – 21.15 – Concerto del Coro Gospel Pop “Si Fa Soul Singers di Torino” nell’ambito della Festa Europea della Musica 2018 Aipfm Mibact A cura della Pro Loco Torino   Piazza Castello Ore 16.30 – 17.00 – Premiazione vincitori Salgari Wild Trail Ore 17.15 – 17.30 – Esibizione di ballo “Mille note un solo cuore” A cura dell’Associazione Revolution Dance Project Ore 17.45 – 18.30– “Bart Cafè, alla ricerca dello swing italiano” A cura dell’ Associazione PAMM Ore 18.30 – 19.00 – Supereroi e Principesse A cura della Associazione Nazionale Italiana dell’Amicizia Onlus Ore 20.00 – 21.00 – Intrattenimento musicale con la “Band Liberidentro” dirige il Maestro Nino La Piana A cura dell’Associazione Arte di Vivere Ore 21.15 – 22.15 – Esibizione gruppo musicale Ray-Band – Percorsi sonori anni ‘70 – ’80 A cura dell’Associazione Largabanda   Ore 22.30 – SPETTACOLO FINALE DI LUCI E DRONI Ore 23.00 – 24.00 – Pizziche e canti tradizionali salentini A cura dell’Associazione Vampa de Lumera Presenta Elia Tarantino  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 giu 2018

TorinoPride: nessun dorma! Oggi 16 Giugno.

di Alessandro Graziano

Il claim 2018 è Nessun dorma!,un invito a tutte e a tutti a rimanere vigili, ad adoperarsi per salvaguardare i diritti acquisiti e a lottare per tutti quei diritti, invece, ancora anacronisticamente negati. Claim sposato pienamente dal Politecnico di Torino e dall’Università degli Studi di Torino che hanno concesso il proprio patrocinio alla parata e per il primo anno hanno deciso congiuntamente di organizzare un incontro di avvicinamento al pride per gli studenti dal titolo Il patrocinio al Torino Pride e il ruolo dell’università nella lotta alle discriminazioni . Nessun dorma!, richiama chiaramente l’attenzione sui tempi cupi, “bui” e troppo spesso “addormentati”. Il Pride di quest’anno, dunque, è dichiaratamente e nettamente antifascista, antirazzista e di lotta, se possibile ancor più delle edizioni precedenti. L’immagine è quella di un pugno: la mano chiusa con le dita piegate e fortemente strette: un segno di lotta ma anche di forza e di vivido incitamento. Tendere ad afferrare ciò che uno non ha ancora e stringere, invece, ciò che già si è conquistato. La principale richiesta è di investire nella sensibilizzazione, nell’in/formazione e nell’educazione a proposito delle tematiche LGBTTQI*, con l’obiettivo di costruire una società accogliente nei confronti di ciò che è considerato “diverso” e in cui la discriminazione venga condannata, anziché incoraggiata durante i discorsi elettorali. Sabato 16 giugno l’assembramento si svolgerà a partire dalla 16.00 in via San Donato, angolo Piazza Statuto. Il percorso procederà da via San Donato a piazza Vittorio Veneto. Il Pride seguirà il percorso da piazza Statuto- coro San Martino, via Cernaia, Pietro Micca, piazza Castello, via Po per terminare nella grandep piazza Vittorio Veneto. Attenione alle limitazioni a bus e tram riportati sul sito GTT e sull'immagine nell'articolo. Come ogni anno, torna anche il party ufficiale del Torino Pride che si svolge dopo la parata e richiama moltitudini persone. La prestigiosa e centrale location 2018 sono i Cortili del Centralino (via delle Rosine 16), ingresso a 8 euro con una consumazione inclusa fino alle ore 22. Dalle ore 20: street food dautore a 5 euro. Il ricavato è interamente devoluto all’organizzazione del Pride Il prossimo appuntamento sarà con la tappa conclusiva del Piemonte Pride ad Alba il 7 Luglio!   Il Piemonte Pride si svolge con il sostegno e il patrocinio della Regione Piemonte e con il patrocinio del Consiglio Regionale, della Città Metropolitana di Torino, delle Province di Novara e di Cuneo e delle Città di Torino e Alba.     Be Pride!    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 giu 2018

Openhouse Torino: 9 e 10 Giugno 100 edifici aprono le porte ai cittadini

di Alessandro Graziano

Più di 140 edifici aperti gratuitamente al pubblico, in un solo fine settimana. Il format Open House dà appuntamento il 9-10 giugno 2018 per la seconda edizione a Torino. Con nuove architetture contemporanee, eccellenze del patrimonio, case private. Le visite sono tutte gratuite e avvengono generalmente per ordine di arrivo. Per alcuni edifici in cui è invece necessaria la registrazione, le prenotazioni online si sono concluse il 26 maggio, alle ore 11 (info alle pagine degli edifici interessati). Open House Torino è un evento pubblico totalmente gratuito, pensato per permettere di visitare residenze, palazzi, luoghi abitualmente non accessibili e scoprire così la ricchezza dell’architettura e del paesaggio urbano. Per un fine settimana allʼanno darà la possibilità di visitare edifici storici, moderni o contemporanei, eccellenze in città, uffici, spazi verdi o sociali, strutture recuperate. Lʼevento del 9-10 giugno 2018 è la seconda edizione torinese di un format internazionale. Lʼidea di Open House nasce a Londra nel 1992 dal lavoro della fondatrice Victoria Thornton e da allora si è diffusa nel mondo. Ad oggi le città della rete Open House Worldwide sono più di trenta, distribuite in ogni continente. In Italia, Torino segue Open House Roma (dal 2012) e Open House Milano (dal 2016). La prima edizione è stata un grande successo, con oltre 38mila visite e circa 15mila visitatori. Open House Torino si rivolge a tutti i cittadini, non solo al nucleo di architetti, e chiede a tutti loro supporto come volontari, proprietari, progettisti o semplicemente per aiutare a diffondere il progetto – condividi con #openhousetorino! Lʼobiettivo dellʼevento è conoscere insieme al pubblico un grande patrimonio comune e riflettere sul ruolo dei luoghi in cui viviamo. Con un messaggio: una città progettata meglio negli edifici, negli interni, nello spazio pubblico è una città capace di farci vivere meglio. Open House Torino è un invito alla scoperta, in una grande festa per la curiosità e il senso di appartenenza. Lʼevento è organizzato dallʼassociazione culturale Open House Torino, formata nel 2017 da un gruppo di architetti e appassionati della città.   Per info e mappa visitate https://www.openhousetorino.it/

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
08 giu 2018

Oggi 8 Giugno sciopero del trasporto locale!

di Alessandro Graziano

Oggi venerdì 8 giugno, è previsto uno sciopero di 24 ore del settore trasporto pubblico locale Lo sciopero è stato  proclamato dalle organizzazioni territoriali di Faisa-Cisal, Fast-Confsal e Usb – Lavoro Privato, su temi correlati al piano industriale di Gtt. Il servizio sarà comunque garantito nelle seguenti fasce orarie: Per il servizio urbano e suburbano e metropolitana: dalle ore 6 alle ore 9 e dalle ore 12 alle ore 15 Autolinee extraurbane e Servizio Ferroviario (sfm1 – Canavesana e sfmA – To – aeroporto – Ceres): da inizio servizio alle ore 8 e dalle ore 14,30 alle ore 17,30 Sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro il termine delle fasce di servizio garantito. Per quanto riguarda le Ferrovie dello Stato e quindi Trenitalia: Dalle ore 22.00 di giovedì 7 alle ore 06.00 di venerdì 8 giugno 2018 i treni potranno subire cancellazioni o variazioni, per uno sciopero nazionale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. Non sono previste variazioni per i treni di lunga percorrenza. I treni Regionali potranno subire cancellazioni o variazioni salvaguardando comunque le relazioni a maggiore traffico di viaggiatori. L’agitazione sindacale potrà comportare ulteriori modifiche al servizio anche prima dell’inizio e dopo la sua conclusione. Nel corso dello sciopero sarà garantito il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino, con il treno Leonardo Express o con autobus sostitutivi. Nelle giornate di sciopero Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto predisposti a seguito di accordi con le Organizzazioni sindacali, ritenuti idonei dalla Commissione di Garanzia per l'attuazione della Legge 146/1990. Sono garantiti, inoltre, alcuni treni a lunga percorrenza, nei giorni feriali e nei festivi. I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arrivano comunque alla destinazione finale se è raggiungibile entro un'ora dall'inizio dell'agitazione sindacale; trascorso tale periodo, i treni possono fermarsi in stazioni precedenti la destinazione finale. Oltre alle prestazioni indispensabili, Trenitalia può garantire ulteriori servizi integrativi che vengono opportunamente resi noti attraverso avvisi nelle stazioni ferroviarie, gli organi d'informazione e su questo sito. Poiché in corso di sciopero potrebbero anche verificarsi variazioni non preventivabili (es.: modifica di itinerario per i treni a lunga percorrenza), i clienti sono invitati a prestare la massima attenzione ai comunicati diffusi nelle stazioni e dagli organi d'informazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 giu 2018

Metro 2: lavori a partire da Barriera o Mirafiori?

di Alessandro Graziano

Si è molto discusso in questi giorni sull'avvio dei futuri cantiere della metro 2 da Mirafiori dove sarebbe costruito il deposito dei treni La metro 2 probabilmente partirà da Torino Sud. Così hanno di fatto annunciato i tecnici di Systra, la società che si è aggiudicata la progettazione preliminare, spiegando che il punto di partenza dei cantieri della nuova linea, verrà scelto in base al posizionamento del deposito. Attualmente si è individuata l’area Tne a Mirafiori dove si pensa di poter avviare il primo lotto di cantieri nel 2020 tra via Plava e via Anselmetti. All'inizio seocndo progetti preliminari e datati la linea doveva avere due depositi. Uno nell'ex scalo Vanchiglia oramai in disuso e in abbandono ed uno a Mirafiori Sud. Ad oggi invece secondo gli esperti Systra il deposito sarebbe solo uno a Mirafiori. Il che vorrebbe dire ovviamente cominciare i cantieri della linea da sud verso il centro. A discapito da quanto scritto da molte testate (nelle gengive) giornalistiche, la metro arriverà nel futuro fino il quartiere Barriera di Milano e poi a San Mauro. Quindi la zona nord non verrebbe abbandonata o tagliata fuori dal progetto della metro 2. Si tratta di scelte ingegneristiche che comportano anche tagli di risorse economiche, vista l'inutilità di due depositi nella stessa linea. Invece sarebbero utili investimenti pubblici e privati per riconvertire le aree urbane vuote e abbandonate in zona Nord. In realtà l'ex trincea ferroviaria di via Gottardo e company sarà utilizzata per la futura sede di M2. Quindi il deposito a Vanchiglia poteva essere un'ipotesi di riqualificazione urbana. Anche se non si riqualifica un quartiere con un deposito di treni, ma con servizi pubblici, aree verdi, asili, piste ciclabili, aree per mercati artigianali, piazze pedonali e biblioteche. Quindi cari lettrici e lettori la metro arriverà nei prossimi anni fino San Mauro partendo da Mirafiori.

Leggi tutto    Commenti 0